Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 18/12/2017

Mustafa Sabbagh a Forlì, l’arte dell’umano

Due nuove strutture esterne progettate dall'artista e una mostra itinerante nella chiesa di San Giacomo. Il talento unico del fotografo giordano.

Uno dei 100 fotografi viventi più influenti al mondo è ora in mostra antologica a Forlì. Parliamo di Mustafa Sabbagh, nato in Giordania nel 1961, una vita vissuta tra Oriente e Occidente, imprinting artistico cosmopolita, attitudine nomade. Già assistente di Richard Avedon e docente al Central Saint Martins College of Art and Design di Londra a Forlì, Sabbagh ha lasciato recentemente Palermo con in tasca la cittadinanza onoraria: la sua mostra lì ha toccato gli animi di molti.

Ed è quindi un privilegio poter vedere l’artista fino al 14 gennaio 2018 nella mostra XI  COMANDAMENTO: NON DIMENTICARE ai Musei San Domenico – Piazza Guido da Montefeltro, Forlì fino al 14 gennaio 2018.

“XI comandamento: non dimenticare”, mostra antologica di mustafa sabbagh – veduta musei san domenico, forlì – fino al 14.01.2018 credits: francesca gotti - courtesy: l’artista, musei san domenico [fc]

“XI comandamento: non dimenticare”, mostra antologica di Mustafa Sabbagh – veduta musei san domenico, forlì – fino al 14.01.2018 credits: Francesca Gotti – courtesy: l’artista, musei san domenico [fc]

Per Forlì Sabbagh ha progettato, con il prestigioso supporto di Antonio Ravalli, due nuove, imponenti strutture: l’una in legno trattato secondo l’antica tecnica giapponese dello shou-sugi-ban, a sostegno della sua memoria fotografica, l’altra in acciaio brunito e carbone a contenere “Atramentum”, inedito ciclo pittorico dell’artista, nuova declinazione della serie “Onore al Nero” attraverso il medium della pittura. «Man, be my metaphor»: un’installazione ambientale come metafora di uno stato dell’arte e della cultura che, nella visione dell’artista, si porrà come Fenice del contemporaneo.

Il secondo progetto vede la prosecuzione del percorso di mostra all’interno dei Musei San Domenico, condividendone le sale con l’antologica di Elliott Erwitt. Rinnovando la collaborazione con la Fondazione Canova – Museo Gipsoteca Antonio Canova, in occasione delle celebrazioni intercorrenti per il bicentenario della creazione dell’ Ebe [1816-1817], la città di Forlì ha invitato Sabbagh a risemantizzare attraverso il suo riconoscibile gesto la celebre scultura, acme del Neoclassicismo e simbolo artistico della città, ivi conservata ed esposta.

“XI comandamento: non dimenticare”, mostra antologica di mustafa sabbagh – veduta musei san domenico, forlì – fino al 14.01.2018 credits: nicoletta vettori - courtesy: l’artista, musei san domenico [fc]

“XI comandamento: non dimenticare”, mostra antologica di mustafa sabbagh – veduta musei san domenico, forlì – fino al 14.01.2018 credits: nicoletta vettori – courtesy: l’artista, musei san domenico [fc]

Mustafa Sabbagh, poi, interviene negli spazi della Fondazione Dino Zoli Arte Contemporanea con due opere installative: Made in Italy© — Handle with care (2015), 30 tavole che mostrano, come sullo scaffale di un supermercato, il campione mercificato di un’umanità minore, e Made in Italy© — Lost Home, lavoro site-specific in cui sono allineate otto brande con sopra, abbandonati su ciascuna, pantaloni provenienti da ogni angolo del mondo, gli stessi indossati dai fanciulli ritratti nel progetto fotografico

“XI comandamento: made in italy© - lost home”, contrappunto alla mostra maior di mustafa sabbagh dettaglio “made in italy© - handle with care” [ciclo fotografico, 2015], fondazione dino zoli, forlì credits: luca bacciocchi – courtesy: l’artista, fondazione dino zoli [fc]

“XI comandamento: made in italy© – lost home”, contrappunto alla mostra maior di Mustafa Sabbagh dettaglio “made in italy© – handle with care” [ciclo fotografico, 2015], fondazione Dino Zoli, Forlì credits: luca bacciocchi – courtesy: l’artista, fondazione Dino Zoli [fc]

Il corpus della mostra antologica itinerante di Mustafa Sabbagh “XI Comandamento: Non dimenticare” prende forma su una riflessione che è insieme confessione dell’uomo, e anelito dell’artista.

La celebrazione dell’uomo, della sua pelle come urna, della sua dissociazione come urgenza di non-allineamento. Come si ravvisa nei cicli fotografici che lo hanno reso celebre quali “About Skin” [2010], “Memorie Liquide” [2012] e “Onore al Nero” [2014 – cont.], alla videoinstallazione “anthro-pop-gonia” [2015] e alle due opere multimediali “rinasci:mentale” [2015] e “Das Unheimliche” [2016].

“XI comandamento: non dimenticare”, mostra antologica di mustafa sabbagh – veduta musei san domenico, forlì – fino al 14.01.2018 credits: nicoletta vettori - courtesy: l’artista, musei san domenico [fc]

“XI comandamento: non dimenticare”, mostra antologica di mustafa sabbagh – veduta musei san domenico, forlì – fino al 14.01.2018 credits: nicoletta vettori – courtesy: l’artista, musei san domenico [fc]

Informazioni Servizio Cultura e Musei  tel. 0543 712627 | email musei@comune.forli.fc.it

Foto d’apertura – “XI comandamento: non dimenticare”, mostra antologica di mustafa sabbagh – veduta “ferite” [ciclo fotografico, 2017] musei san domenico, forlì – fino al 14.01.2018 courtesy: l’artista, musei san domenico [fc] 



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Fashion - 15/11/2016

Salvatore Santoro raffinato brand di pelle made in Naples

Le collezioni Salvatore Santoro raccontano una storia tutta italiana, fatta di passione, [...]

Design of desire - 21/01/2017

Il vetro come arrchitettura instantanea: il progetto Baracche di Paolo Gonzato

Paolo Gonzato è approdato, dopo la fruttuosa esperienza a Operae 2016 di Torino, alla Camp Gall [...]

Leisure - 09/05/2017

Dialogo d’artista, la storia dell’arte a confronto con i contemporanei

Dialogo d'artista è un esperimento esaltante. Angela Maria Capozzi è raggiante al Museo della Perm [...]

Top