Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 11/09/2019

Napoli Pizza Village, 45 pizzerie su un solo lungomare

Si parte il 13 settembre ma il campionato mondiale scatta il 16. Parata di stelle e di sapori davanti al golfo di Napoli.

Al via a Napoli, nell’incantevole location del Lungomare Caracciolo, la IX edizione del Napoli Pizza Village dal 13 al 22 settembre: una 10 giorni di gusto, musica e incontri per celebrare il brand gastronomico partenopeo più celebre ed imitato al mondo.

Inventato nel 2010 da Claudio Sebillo e Alessandro Marinacci, il Napoli Pizza Village è passato – in pochi anni – dalle circa 50000 presenze ad oltre 1000000 di tickets venduti lo scorso anno, che gli sono valsi il titolo di primo Food Festival al mondo al The Fest Awards di Las Vegas nel 2018.

Forti del riconoscimento UNESCO, che il 7 dicembre 2017 ha riconosciuto l’arte dei pizzaiuoli napoletani patrimonio immateriale dell’umanità, Sebillo e Marinacci possono ben affermare che “il Pizza Village è diventato un evento internazionale, favorendo la promozione turistica e gastronomica di tutta la regione Campania”. Prova ne siano le ospitate a New York per il Columbus Day lo scorso ottobre e quello prossimo, ed i conseguenti accordi con la United Airlines e Trenitalia per il trasferimento a Napoli di visitatori italiani e stranieri. Prova ne sia, ancora, la massiccia presenza di troupe televisive provenienti da Francia, Germania, UK, USA, Arabia, Medio Oriente e Giappone che – di giorno in giorno – seguiranno gli eventi legati alla manifestazione. Tra questi ricordiamo i convegni sul Turismo enogastronomico in Campania, sul Fiordilatte dei Monti Lattari, sul Pomodoro San Marzano dell’agro nocerino-sarnese; il Campionato Mondiale del Pizzaiuolo (dal 16 al 18 settembre) con l’assegnazione del Trofeo Caputo; le iniziative didattiche con Pizza Class e Pizza Kids. Oltre, ovviamente, ai concerti che ogni sera intratterranno il pubblico con artisti quali Mahmood, Clementino, The Kolors, Malgioglio, Arisa, Elodie, Achille Lauro, Edoardo Bennato e tanti altri, seguiti in diretta dal canale radio e televisivo di RTL 102.5.

45 le pizzerie cittadine che parteciperanno all’evento, tra cui Sorbillo, Napul’è, Da Ciro, Fratelli Salvo, I Decumani, Donna Sofia, Vincenzo Capuano, Totore a Mergellina (per citarne le più rinomate) i cui stand saranno dislocati su un percorso di un chilometro e 200 metri. Tutti gli eventi saranno gratuiti; a pagamento solo il ticket ristoro (12 euro) che comprende pizza, bibita, dolce o gelato, caffè. Anche quest’anno, partner preziosi della manifestazione saranno Acqua Ferrarelle e Prosecco Ferrari che, dal Veneto, allestirà una terrazza sul Golfo di Napoli per la degustazione dei suoi esclusivi prodotti.

Ultima nota che rende onore a questo grande evento è che da quest’anno il Napoli Pizza Village sarà completamente plastic free, sostituendo piatti, bicchieri e posate di plastica con prodotti biocompostabili e biodegradabili.

Testo a cura di Davide D’Antonio



Trends - 02/03/2019

Dark Cuisine, il fascino delizioso dei cibi “brutti”

Con l'immagine che impera in ogni scelta che facciamo nella vita, c'era da aspettarsi anche la rival [...]

Fashion - 26/09/2017

Green Carpet Fashion Awards, ecco i big della prima edizione

La svolta eco contagia la moda e a Milano si sono svolti i primi Green Carpet Fashion Awards. Cam [...]

Leisure - 21/12/2018

La street art in un palazzo di Trastevere: così riflette le migrazioni

Il 12 Gennaio 2019 a Palazzo Velli a Roma si terrà Exit_Migrarenellearti. Exit, attraverso la stree [...]

Top