Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 27/07/2018

Off Topic, la radio che sfata i luoghi comuni

Per la prima volta Radio 24 affida la conduzione di intrattenimento a un trio inedito. Che si prepara a un agosto di grande divertimento con sagacia.

Off Topic, fuori dai luoghi comuni è il nuovo programma in onda ogni domenica a partire dal 5 agosto 2018 per cinque settimane alle 14.30 e in replica alle 23.30 su Radio 24.

Quando l’emittente de Il Sole 24 Ore punta sull’intrattenimento lo fa con qualità e la scelta del trio alla conduzione ne è una conferma: Alessandro Longoni, che è un conduttore e radio producer, Riccardo Poli, autore de La Zanzara e deus ex machina della nuova avventura editoriale di Radio NoLo a Milano, e Beppe Salmetti, irressitibile e sagace creativo, attore di teatro con lunga esperienza nonostante la giovane età. La regia di Andrea Roccabella, tecnico del suono e sound designer, è la ciliegina sulla torta di un programma che prende in giro i luoghi comuni.

Da sinistra Beppe Salmetti, Riccardo Poli e Alessandro Longoni (foto di Fabio Cocchi)

Quei modi di dire che ci hanno salvato in una conversazione, un po’ perché non sappiamo cosa dire e un po’ per tagliare corto. Non c’è un solo italiano che in vita sua non abbia fatto uso di queste scorciatoie linguistiche per commentare le notizie davanti alla tv, mentre legge il giornale con il caffè caldo appena fatto o condividendole via Facebook o WhatsApp attraverso i meme preferiti.

E per sviscerare, in modo divertente, il mondo dei luoghi comuni, si parte dai più ovvi: da “Il nuoto è uno sport completo” a “Dove si fermano i camionisti si mangia sempre bene”, da “Roma è bella ma non ci vivrei” al più conosciuto “Non ci sono più le mezze stagioni”.

Con l’aiuto di esperti, commentatori e soprattutto attraverso la lente di ingrandimento della vox populi, i tre conduttori, una novità per Radio 24, scopriranno la veridicità di questo universo legato alla cultura popolare e in continuo aggiornamento. Basti pensare che oggi “non sei nessuno se non sei su YouTube”.

Ecco come presenta la sua nuova avventura radiofonica Riccardo Poli.

Italiani popolo di stereotipati?

L’italiano vive molto tempo al bar, e il bar è il terreno perfetto per coltivare i luoghi comuni. Ed è divertente ascoltare come, attraverso queste scorciatoie mentali, gli italiani descrivono se stessi e descrivono soprattutto gli altri. Gli stereotipi sugli italiani, dati dagli italiani stessi, secondo me sono sempre molto assolutori “ma si, noi abbiamo il cibo più buono”, “ma vuoi mettere come si sta bene in Italia” ma appena ci confrontiamo con i nostri fratelli oltralpe nascono le invidie: “va bene lo Champagne, ma vuoi mettere il Prosecco” oppure emergono le debolezze italiche “eh, ma in Germania lo fanno meglio”. Insomma, se non avessimo gli stereotipi non saremmo italiani.

Riccardo Poli, autore e conduttore, dice di subire il luogo comune “i veneti sono dei gran lavoratori”.

– Il luogo comune che è più divertente da sfatare?

A mio avviso è “I grassi sono simpatici”, che è anche il tema della prima puntata di Off Topic. Siamo stati abituati dall’immaginario hollywoodiano a questi attori pingui che fanno sempre la parte del personaggio simpatico: da John Candy a Bud Spencer passando per “Il mio grasso grosso matrimonio greco”, l’attore grasso fa ridere. Ne ha fatto numerosi spettacoli anche Ricky Gervais. Ma in Italia abbiamo molti esempi contrari: da Giuliano Ferrara, che è notoriamente una persona più spigolosa che tonda, a Mario Adinolfi, personaggio controcorrente su molti temi. Ecco, con il programma ci siamo molto divertiti a confermare o smentire questo luogo comune.

– E quello secondo te davvero corrispondente alla realtà?

Penso che tutti i luoghi comuni associati ai vizi italiani siano calzanti: la regionalità rivela molte cose, dai liguri che sono tirchi ai veneti che sono ubriaconi, dai napoletani fantasiosi ai romani caciaroni c’è sempre qualcosa di vero. Quando a Off Topic facciamo le nostre intemerate telefoniche in giro per l’Italia le risposte delle persone variano molto a seconda della regione presa di mira: il Comune di Roma regala sempre molto, è uno dei nostri obiettivi preferiti per i nostri scherzi. I veneti sono un po’ stretti di parole, mentre a Napoli la risposta pungente e a tono non manca mai.

– La civiltà dei social doveva abituarci al fact-checking. C’è riuscita?

Assolutamente no, i social ci somministrano per la maggior parte del tempo fake news, o come dico io “feic nius” perché già da come si scrive si capisce che sono una bufala. Il mondo social non è pensato per l’approfondimento, i dati, l’analisi, anche se sarebbe bello fosse così, è più adatto ai meme, alla battuta veloce o alla notizia farlocca. Basti pensare a quanto si è diffuso il movimento no-vax proprio grazie ai social, e alla fatica che fa il professor Burioni, medico e docente di virologia, per spiegare in modo scientifico e imparziale come stanno le cose in un comparto, quello della salute, dove a mio avviso non ci possono essere opinioni ma solo assiomi.

Radio 24 è la prima all news talk radio d’Italia. Con Off Topic altro appuntamento di intrattenimento e qualità. Da domenica 5 agosto.

– Erano meglio i proverbi delle nostre nonne o le banalità su Facebook?

Assolutamente i proverbi delle nonne, molto più fondati e utili. Ne ho molti in mente, ma uno in particolare mi è rimasto sempre attaccato: mia nonna aveva una trattoria a Verona, era appena finita la guerra e la famiglia di mio padre si arrabattava con quello che c’era. In inverno mio papà andando a scuola aveva un solo paio di pantaloni, corti, e battendo i denti diceva sempre a mia nonna: “mamma, fa freddo” e nonna Rina sorridendo rispondeva: “di freddo alle gambe non è mai morto nessuno”. Difficile darle torto.

– Dimmi un luogo comune sui tuoi partner in trasmissione. E dimmi il luogo comune che loro pensano riferito a te.

Per Alessandro Longoni, uno degli autori e speaker del programma, secondo me è azzeccatissimo “l’uomo invecchiando migliora”. Per Beppe Salmetti, la terza voce di Off Topic, sicuramente “si vede che fa l’attore”. Mentre per il nostro regista, Andrea Roccabella, genovese doc, il luogo comune più calzante è “il mare d’inverno ha sempre il suo fascino”. Credo che il luogo comune che loro usano su di me sia “i veneti sono dei gran lavoratori”, anche se sostengo da una vita che il mio lavoro sia sempre meglio che lavorare.

www.radio24.ilsole24ore.com/programma/off-topic

www.facebook.com/OffTopic24/

La foto sono scattate da Fabio Cocchi.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Travel - 31/01/2018

La Tunisia sommersa, un viaggio doppio

Mai come quest’anno le mete esotiche sono state in voga. Molti VIP e influencer sui loro account I [...]

Luxury - 15/04/2018

Il Monte Biano e il Friuli Venezia Giulia, terre di beauty

Il beauty sposa l'eleganza e l'innovazione. Dal Monte Bianco a Milano per l'occasione unica del deci [...]

Society - 18/07/2017

Campus Party a Milano i talenti digital incontrano il mondo

Dopo 20 anni di successi in 11 paesi, Campus Party, l’evento internazionale più grande al mondo s [...]

Top