Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 08/04/2019

Pavel Zhuralev e Carlo Zauli da Erastudio al MiArt 2019

L'artista russo di oggi e quello italiano di ieri amato da Dorfles e Argan. La galleria di Brera all'esposizione in Fiera.

Erastudio ApartmentGallery ha portato al MiArt una selezione di opere contemporenee di Pavel Zhuravlev e un corpus di lavori di Carlo Zauli dagli anni 50.

Di Zauli, Carlo Giulio Argan diceva: “Le masse si alzano, secondo una legge virtuale che giace dentro di loro, proprio come la cristallografia si trova all’interno del cristallo. Il fatto strano è che l’energia compressa nella forma si libera nella natura. Quei blocchi fatti di ceramica opaca e lucida (non per niente oggetti decorativi) sembrano molto buoni sui prati, all’aperto: non hanno paura della natura. Mi ricordano l’imponente macigno sui giardini vuoti di Kyoto: sembrano come se fossero caduti laggiù per caso, ma la loro forma è modellata dallo spazio trasparente in cui navigano, puliti, come gli iceberg”.

Carlo Zauli

Gillo Dorfles osserva che “Quando Zauli riesce a dar vita alle sue peculiari creazioni (o creature?) in gres, dalle tenui sfumature bianco-rosa-grigio, è facile capire come il suo lavoro sia una sorta di “magnum opus” in cui il crudo la materia si trasforma quasi magicamente in materiale sublimato, proprio come è successo (o avrebbe dovuto accadere) nella metamorfosi, nella metabola, degli antichi alchimisti con la trasformazione dei minerali bassi in oro. Perché è esattamente dall’incontro tra forma e colore, tra la terra (come un argilla) e il fuoco (il grande fuoco di 1200 gradi, visto come un elemento fertilizzante) e il colore – che le ceneri, le sabbie e le polveri minerali utilizzate sono diventati una finezza incomparabile. Ciò che all’inizio era solo la larva di un’idea, l’immagine ancora intangibile di un sogno plastico, può prendere vita e diventare duratura ed eterna”.

L’artista russo contemporaneo Pavel Zhuravlev invece è stato presente con i suoi vasi in “wild clay”, argilla mista a sabbia e sassi che raccoglie direttamente dai fiumi.



Fashion - 24/03/2019

L’estate italiana di Mjus

Se all'estero ci invidiano la bellezza e la praticità delle nostre collezioni moda, Mjus è un esem [...]

Travel - 03/05/2019

Cagliari, passato e futuro della capitale sarda

Cagliari, oggi "Casteddu" in sardo e antica Karales fenicia e Caralis per i Romani, è al centro di [...]

Design of desire - 18/02/2017

Le pubblicità vintage del mare, sogno italiano in esposizione a Mercanteinfiera

Le pubblicità sono lo specchio del sentimento nazionale di un'epoca. Meglio ancora se sono indicati [...]

Top