Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 12/10/2019

Per Ohlson: “Ecco la mia elettronica oscura per parlare di questioni filosofiche”

Intervista al compositore svedese che sta cavalcando un'onda synth pop rigenerata: atmosfere da sogno contro un'epoca di urla.

Per Ohlson è un giovane compositore e musicista svedese che continua la tradizione synth pop della gloriosa nazione da cui sono arrivati alcuni tra i più grossi successi popolari del secolo. Per esce oggi con una nuova traccia, Blaming The Wind, dove canta e propone un electro pop che affonda radici negli anni 80 ma è un antidoto efficace contro la distorsione ed esagerazione del chiassoso panorama da classifica dilagante in tutto il mondo.

Una boccata d’aria e di riflessione da Goteburg che solo un vero indie può permettersi.

 

Blaming the Wind

Fourth Wave (synthwave strumentale)

Out of Blue Comes Green (Cover di una traccia A-ha degli anni ’80)
http://bit.ly/out-blue-sc

 

Quando ascoltavi il pop degli anni ’80 e che tipo di band ti ha ispirato?
Sono nato nei primi anni ’80 e il synthpop ha sempre fatto parte di me. Le mie prime influenze furono band come Alphaville, A-ha, Depeche Mode ma anche gruppi rock progressivi come Mike Oldfield e Pink Floyd.

 

Hai iniziato a fare musica da solo o con una band?
All’inizio degli anni 2000 facevo parte di un piccolo gruppo di due soli componenti e siamo riusciti a registrare almeno un CD demo prima che entrambi ci dedicassimo ad alto. Ho ricominciato a registrare un paio di anni fa, questa volta per il mio progetto solista che è quello per cui stiamo parlando.

 

C’è ancora un grande fascino svedese per l’euro pop degli anni ’80?
La Svezia è molto sensibile alle ultime tendenze e non ho davvero cercato un pubblico locale qui. Il mio pubblico più grande attualmente è attualmente in Sud America, ma dal momento che il suono degli anni ’80 sta tornando anche nella musica pop moderna, penso che un giorno potrebbe essere spazio per me in casa mia.
Che tipo di ispirazione segui per i tuoi testi?
Emozioni, relazioni e domande filosofiche sono argomenti che abitano dentro di me di cui scrivo spesso.
Cosa ti entusiasma della musica dei tempi moderni?
La disponibilità di musica di generi strani, speciali e oscuri è sorprendente. Oggi, anche se la tua musica ha un pubblico molto limitato nella tua città, puoi comunque avere un gran numero di ascoltatori in tutto il mondo.

Come pensi che sarà la prossima grande ondata di musica strumentale?
La musica retrò di Synthwave e degli anni ’80 ha guadagnato una certa attenzione negli ultimi dieci anni, tuttavia è per lo più popolare tra i musicisti dilettanti. Molta musica strumentale al giorno d’oggi è la musica elettronica da ballo e da club, anche se le tendenze sono diverse oggi e anche i generi più piccoli possono attirare un pubblico.

Puoi spiegarci come dialoghi col tuo pubblico che è sparso nel mondo? Scrivono per conoscerti meglio, per conoscere le tue ispirazioni?

Ho molti rapporti virtuali con i miei ascoltatori sui social media, il che è fantastico. Sono molto grato per tutti coloro che mi scrivono e dicono ciò che provano per la mia musica.

Quale consideri lo scenario migliore per scrivere le cose che fai?
Ho bisogno di essere solo e indisturbato durante la scrittura e la registrazione di musica, e questo di solito comporta stare seduto nel mio studio a suonare. Mi piace trascorrere del tempo nella natura, al mare, nell’arcipelago e sotto il mare, e penso che ciò influenzi i miei pensieri sulla musica e sulla vita in generale.

Hai ambizioni per la tua carriera?

Spero di essere in grado di aumentare la mia produzione e pubblicare le tracce più spesso, dato che ho molte tracce incompiute che aspettano. Inoltre, non mi sto esibendo in alcun concerto dal vivo, ma sto considerando di farlo l’anno prossimo.

Chi sono i tuoi attuali idoli?

Ho ancora i miei idoli degli anni ’80 come Pink Floyd, A-ha, Alphaville, Depeche Mode, ma ascolto anche molto sulla musica più recente. Jason Mraz, Dan Lancaster e The Midnight.

Cosa ti piace di più dell’essere un musicista?
Mi dà uno sbocco per le mie emozioni, sentimenti e tutto il rumore musicale nella mia testa. È un’espressione che coinvolge tanti aspetti diversi della vita, sia fisici che fisiologici.

Sei entusiasta dell’attuale scena musicale svedese?
Ad essere sincero, al momento non sto ascoltando molta musica svedese. La scena musicale svedese è piuttosto vibrante e progressiva, ma non mi attrae molto.

 

———————ENGLISH VERSION ————————————————————

When did you start listening to 80s pop and what kind of bands did inspire you?

I was born in the early 80s, and the synthpop has always been a part of me. My early influences were bands such as Alphaville, A-ha, Depeche Mode but also progressive rockbands such as Mike Oldfield and Pink Floyd.

Did you start to make music on your own or with a band?

I was part of a small two man-band in the early 2000s, and we managed to record at least one demo CD before we both ran out of time. I started recording again a couple of years ago, this time my solo project which is where I’m at now.

Is there still a big fascination in Sweeden for Euro pop from the 80s?

Sweden is very sensitive to the latest trends and I haven’t really actually had looked for a local audience here. My biggest audience currently is actually in South America, but since the 80s sound is having a comeback even in modern pop music, I think it might be space for me some day here though.

What kind of ispiration you follow lyrically?

Emotions, relations and philosophical questions are subjects that dwell inside of me that I often write about.

What excites you from music of modern times?

The availability of music from odd, special and obscure genres is amazing. Nowadays even if your music only has a very limited audience in your home town, you can still have a great amount of listeners world wide.

What do you think the next big wave of instrumental music will be?

Synthwave and 80s retro music has gained some some attraction during the latest ten years, however it is mostly popular among amateur musicians. A lot of instrumental music nowadays is electronic dance and club music, though trends are diverse nowdays and even smaller genres can attract an audience.

Can you explain to us what is your audience expecting from you? Do they write to know you better, to know our inspirations?

I have quite a lot of dialogue with my listeners on social media, which is a fantastic. I’m very grateful for everyone that writes to me and say what they feel about my music.

Where do you normally write? What is your musical creating process like?

I need to be alone and undisturbed while writing and recording music, and that usually involves sitting in my studio playing. I like to spend time in nature, by the sea, in the archipelago and under the sea, and I think that affects my thoughts on music and lifein general.

Have you got music career ambitions?

I hope to be able to increase my output and release tracks more often, as I have lot’s of unfinished tracks lying around. Also I’m currently not playing any live gigs, but my plan is to do this the coming year.

Who are your current idols?

I still have my idols from the 80s such as Pink Floyd, A-ha, Alphaville, Depeche Mode, but also listen to a lot on newer music. Jason Mraz, Dan Lancaster and The Midnight.

What do you like the most about being a musician?

It gives me an outlet for my emotions, feelings and all the musical noise in my head. It is a an expression that involves so many different aspects of life, both physical and physiological.

Are you excited about current swedish music scene?

Well, to be honest I’m not listening to a lot of Swedish music at the moment. The Swedish music scene is quite vibrant and progressive, but it’s not really sticking to me.


Society - 08/09/2019

Tutti i colori del green che abbellisce le città: a Eboli torna Radicity

Trasformare luoghi abbandonati in giardini pubblici: è questa la mission della manifestazione "The [...]

Design of desire - 06/04/2019

Heineken apre la “Fabbrica di ghiaccio e birra” alla Milano Design Week

HEINEKEN E ALESSI + BOTTIGLIE UNLIMITED @Lambrate district per il Fuorisalone 2019. Heineken per il [...]

Society - 21/01/2019

Vip e bellezze al Presse Ball 2019 di Berlino

Il PresseBall di Berlino è un noto evento in Germania fin dal 1872. Nato in quell’epoca come sera [...]

Top