Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 04/12/2016

Philippe Starck e gli Alajmo aprono Amo a Venezia

All'interno del T Fondaco dei Tedeschi nel palazzo storico veneziano il nuovo elegante ritrovo con ristorante e caffetteria. Scopritelo con noi.

Max e Raf Alajmo (chef e CEO del gruppo Alajmo, nella foto) ce l’hanno fatta. Amo, il ristorante progettato con Philippe Starck a Venezia, è aperto per veneziani e viaggiatori internazionali che vogliono vivere una nuova esperienza d’elezione all’interno del T Fondaco dei Tedeschi (di cui vi abbiamo parlato qui).

alajmo

Da sinistra, Raf e Max Alajmo.

Un vero piacere per il palato e per lo sguardo farvi scoprire gli ambienti e il menù del raffinato ristorante appena aperto. AMO è stato pensato per funzionare come ristoro nel mall più storico d’Italia con una caffetteria, e poi con una sala pranzo e cena con 2 diversi menu dedicati.

COSA SI MANGIA

La caffetteria è sempre aperta con una lista di preparazioni di caffè italiano accompagnata da preparazioni (con e senza farina) e da una pasticceria in cui il burro è sostituito dall’olio d’oliva. Il bancone all’interno della caffetteria accoglie gli ospiti con torte monoporzione e macaron, ma anche con tramezzini gourmet, pizzette e un cicchetto fritto del giorno.
Il menu a pranzo e a cena include una vasta scelta di piatti di carne, pesce e verdure; tre tipi di pizza (al forno, al vapore, fritta) e classici Alajmo come il cappuccino di patate.

Durante il giorno Amo è un luogo luminoso e accogliente, con dettagli in vetro di Murano e lampadario ideato dall’artista Aristide Najean. La sera chiudono i negozi all’interno del Fondaco, e il ristorante diventa notturno, le luci si abbassano, i divani e i marmi sposano le atmosfere rarefatte della notte della Laguna.

Il tutto frutto della collaborazione tra i fratelli Raffaele e Massimiliano Alajmo e Philippe Starck, che già aveva disegnato con loro il Caffè Stern di Parigi. Per questo Amo non è solo un ristorante, è un progetto che esalta il bello e mette in vetrina il meglio del made in Italy per la platea esigente e cosmopolita di Venezia. Il designer superstar dice: “Ogni pezzo di arredamento pensato per Amo è un concentrato di spirito veneziano: i divani sono ispirati alle gondole, i vetri sono forgiati dai maestri vetrai di Murano, le pareti ritraggono fantasie ispirate al carnevale”.

Anche la pubblicità utilizza il concetto di maschere e lo vedete nelle foto sotto l’articolo. La famiglia Alajmo – già proprietaria dei ristoranti Le Calandre e La Montecchia a Padova, del Caffè Stern a Parigi e del Grancaffè & Ristorante Quadri in Piazza San Marco – punta ad Amo come il fiore all’occhiello della cucina e ricercatezza sofisticata del carattere di Venezia: lo chef Massimiliano Alajmo lo ha immaginato come “un ristorante dal cibo colorato, salutare e allegro, la nostra ambizione è di avvicinare tra loro i visitatori, creando un senso di convivialità. L’obiettivo è di servire cibo semplice ma accattivante all’interno di uno spazio di reale bellezza e cultura“.

Siamo emozionati da questa collaborazione con la famiglia Alajmo e Philippe Starck per offrire agli ospiti del T Fondaco dei Tedeschi un’esperienza gastronomica che incarni l’anima di Venezia”  commenta Eleonore de Boysson, presidente regionale del Gruppo DFS per l’Europa e il Medio Oriente.

Le foto tratte dai siti aziendali ritraggono Max e Raf Alajmo e, in apertura, anche Philippe Starck.

 

AMO
Aperto dalle 10 alle 22
T Fondaco di Tedeschi by DFS Group
San Marco 5556
30124 Venezia (VE)
Tel. 041 2412823
amo@alajmo.it
www.alajmo.it/amo



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Fashion - 11/01/2017

Elegante, formale e “lucky”: le tre anime dell’uomo a Pitti

Lab Pal Zileri, Climber e Angelo Cruciani: lo stile per i tre brand che abbiamos elezzionato dalle p [...]

Trends - 10/05/2017

Le “stories” diventano limitless con una app

Le Stories sui social sono una mania collettiva che resterà nella storia come l'emblema del digital [...]

Society - 01/12/2016

Incontro con lo chef: Giovanni Chiodaroli è il talento su cui puntare

Giovanni Chiodaroli è l'executive chef del Love It, il ristorante in zona Missori a Milano creato d [...]

Top