Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 06/02/2020

Pinguini Tattici Nucleari, effetto Stato Sociale a Sanremo 2020

Due date al Mediolanum Forum in programma tra febbraio e marzo. Il successo non si arresta per i giovani Big che al Festival sono già quarti.

Effetto Stato Sociale a Sanremo 2020 con i Pinguini Tattici Nucleari, sestetto lombardo allegro e scanzonato che piazza la sua Ringo Starr al quarto posto provvisorio della classifica del Festival della Canzone italiana.

Il brano sembra avere la stessa vena irriverente e disimpegnata di “Una vita in vacanza” dei bolognesi Stato Sociale che approdarono a Sanremo nel 2018 proprio come i Pinguini oggi: dopo un’intensa attività live, successo nel circuito indie e poi rivelatisi alle masse con un pezzo memorabile (“una vecchia che balla”, nella memoria di tutti).

Entrati al Teatro Ariston con mille prudenze e da semi-sconosciuti (ma hanno numeri live da far invidia ai grandi della musica), i giovani Pinguini hanno convinto con un rock moderato e una canzone stravagante quanto basta. Pura evasione, come nel video girato al Teatro Vittoria di Sesto San Giovanni, alle porte di Milano, per la regia di William9. Il clip ha avuto l’appoggio della Diadema Academy, è un tributo alle esibizioni vintage dei loro eroi musicali del passato.

Il videoclip, ideato dalla band e diretto dai creativi dello studio Sedici:9, è una citazione dell’indimenticabile ballo Incanto sotto il mare di Ritorno al futuro, in cui il leader Riccardo Zanotti è vittima di un improbabile tragitto temporale che lo catapulta negli anni ’50. Sul palco del prom i Pinguini Tattici Nucleari – elegantissimi – stanno intonando l’iconica Earth Angel quando Zanotti-McFly li interrompe per proporre il suo “pop in sol: un pezzo un po’ vecchio, almeno dalle mie parti”. È così che l’atmosfera si scalda e ha realmente inizio la festa, tanto che Elio, il pianista, corre a suggerire quel sound trascinante proprio all’eroe eponimo del brano.

COVER – Dopo aver cantato del “quieto” dei Beatles (“in un mondo di John e Paul”, non si deve essere per forza primi nella vita, suggerisce la cazone) la band si prepara al salto. Nella serata dei duetti e cover, oggi, riprenderà I’m going slightly medley una vera rapsodia annunciata, dall’arrangiamento sofisticato e interessante, ricco di modulazioni, stili e generi diversi. Una struttura insolita pensata e messa in musica dal leader Riccardo Zanotti con il maestro Enrico Melozzi, all’altezza della preparazione musicale della band.

STORIA  – Riccardo Zanotti (classe 1994, voce, compositore e autore di tutti i testi) è accompagnato da Elio Biffi, Nicola Buttafuoco, Matteo Locati, Simone Pagani e Lorenzo Pasini. Di loro si hanno tracce nei locali della provincia di Bergamo fin dal 2010, anche se il primo EP risale al 2012 (“Cartoni Animali”).

Il nome, secondo quanto raccontato dai componenti della band, deriverebbe dalla birra Tactical Nuclear Penguin, prodotta dal 2009 dal birrificio britannico BrewDog.

Il primo album, Il re è nudo, esce nel 2014, anno in cui Riccardo si trasferisce a Londra per iniziare gli studi presso la University of Westminster, che terminerà nel 2017 con una laurea in Commercial Music BA (Hons). Questo cambiamento non ferma il cammino della band che il 18 dicembre 2015 pubblica il secondo album Diamo un calcio all’Aldilà, mentre Gioventù Brucata, il terzo, arriva il 17 aprile 2017. Nell’agosto dello stesso anno i PTN partecipano alla venticinquesima edizione del Sziget Festival di Budapest. Il 2019 segna un anno importante: il 5 aprile 2019 esce per Sony Music il quarto album, Fuori dall’Hype, che entra direttamente al 12° posto della classifica FIMI/Gfk degli album più venduti, per rimanere poi diversi mesi nella rosa dei primi 50. Fuori dall’Hype è un successo: supera nel 2019 i 50 milioni di streaming complessivi mentre i brani Irene (contenuto in Gioventù Brucata) e Verdura conquistano il Disco d’oro a un mese di distanza l’uno dall’altro. Il primo tour primaverile nei club parte all’insegna dei sold out, e l’estate non è da meno: la band raggiunge oltre sessantamila presenze totali. Nello stesso anno partecipano al disco Faber Nostrum, album tributo a Fabrizio De André, con una rivisitazione del brano Fiume Sand Creek, e a ottobre viene presentato al Lucca Comics & Games Pinguini Tattici Nucleari a fumetti, un fumetto totalmente dedicato alla band edito da Beccogiallo Editore realizzato dai disegnatori più promettenti del panorama italiano, diventato subito un best seller su Amazon.it. A settembre la band annuncia un tour nei palazzetti, e i biglietti per la data al Mediolanum Forum vengono polverizzati in 20 giorni.

 

 

 

 

 

 

 

 

FUMETTO – L’anno scorso, il primo fumetto totalmente dedicato alla band per BeccoGiallo, realizzato da 10 tra i più conosciuti e promettenti fumettisti contemporanei: Lorenzo La Neve, Quasirosso, Ernesto Anderle, Francesco Guarnaccia, Giangioff, Fumettibrutti, Elisa 2B, Matilde Simoni, Roberto d’Agnano, Federico Gaddi e Leonardo Mazzoli. Il libro, che racconta la nascita di alcuni dei brani più amati dei Pinguini, è stato presentato a Lucca Comics & Games 2019 lo scorso novembre.

“È un esperimento estremamente originale. Ci piaceva l’idea che i lettori potessero entrare un po’ di più nel nostro universo, capirlo più dettagliatamente. Oltre a essere bellissimi, questi fumetti regalano molti spunti sulle nostre canzoni, da dove nascono e come si sviluppano. Il risultato è fantastico”. Pinguini Tattici Nucleari.

Il Festival di Sanremo racconta la storia della musica italiana, ed era quindi impossibile per noi scegliere una sola canzone o un solo artista come ospite – racconta Zanotti – abbiamo così voluto realizzare una composizione con l’obiettivo di divertirci, anche assieme all’Orchestra Sinfonica, omaggiando le canzoni che hanno reso grande la kermesse.

Il brano e il videoclip anticipano FUORI DALL’HYPE RINGO STARR (Sony Music), il nuovo progetto discografico in uscita negli store e sulle piattaforme digitali il 7 Febbraio, che oltre alle 10 tracce di Fuori dall’hype, l’album uscito per Sony Music il 5 aprile 2019, conterrà le nuove versioni di Irene e di Cancelleria, riarrangiate e rimasterizzate, e tre brani totalmente inediti: Ringo Starr, Bergamo e Ridere.

I ragazzi sono pronti a tornare live: al termine dell’esperienza sanremese partirà un attesissimo tour nei palazzetti che sta già riscuotendo un successo clamoroso e che arriverà a Pordenone (27 febbraio), Milano (29 febbraio, SOLD OUT), Padova (2 marzo), Firenze (3 marzo), Roma (6 marzo), Bologna (12 marzo), Montichiari (14 marzo) e Torino (16 marzo), per chiudere con un raddoppio al Mediolanum Forum di Milano il 19 marzo per un’ultima grande festa.

I biglietti per le date del tour sono disponibili su ticketone.it e su tutti i punti vendita autorizzati. Info su www.bpmconcerti.com.

Foto in studio: Paolo De Francesco



Luxury - 10/12/2019

Enzo Miccio con Italy Luxury Travel promuove i matrimoni di lusso nel Belpaese

"Ci chiedono della Toscana, della costiera amalfitana, dei laghi lombardi. L'Italia è in forte cres [...]

Luxury - 10/07/2020

Lamborghini presenta la Siàn Roadster

Lambroghini Siàn Roadster, macchina supersportiva open-top ibrida in edizione limitata, è il nuo [...]

Fashion - 23/02/2017

Via della Spiga, donne e bellezze Timeless

Timeless è il progetto fotografico affidato da una rivista italiana di moda a un grande della fotog [...]

Top