Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 06/09/2019

Prima italiana per i Violoncelli Guerrieri di Amsterdam

Umorismo, incanto e musica per MiTo a Milano sabato 7 settembre. Cello8ctet Amsterdam è una formazione unica al mondo: nuove composizioni e combinazioni tra stili musicali e arti diverse.

Prosegue il ricco cartellone di MITO SettembreMusica che sabato 7 settembre propone ben quattro appuntamenti: alle ore 16 e in replica alle ore 18 al Teatro Bruno Munari va in scena il primo degli originalissimi concerti per bambini, Violoncelli Guerrieri che vedrà protagonista il Cello Octet Amsterdam diretto da Jochem Stavenuiter. Alle ore 21, al Teatro Fontana si parte alla volta di Spagna e Brasile, tra affinità timbriche e sonore al di qua e di là dell’Atlantico, in compagnia di un’orchestra bizzarra e del primo flauto del Teatro alla Scala Andrea Manco. Al Piccolo Teatro Strehler, invece, Giovanni Sollima ci guida in un viaggio tra i canti popolari dall’Armenia al Trentino, dalla Sicilia all’Australia e al Salento.
Nel pomeriggio, ore 17, le stelle del pianoforte Katia e, Marielle Labèque accompagnate dall’Orchestra I Pomeriggi Musicali diretta da Alessandro Cadario propongono al Teatro Dal Verme, un divertente e divertito programma tra “enfants terribles” di Francia, con una prima esecuzione in Italia.

Appuntamento con il primo concerto-spettacolo pensato per il pubblico dei più piccoli di MITO SettembreMusica 2019. Protagonisti i “guerrieri” del Cello Octet Amsterdam diretto da Jochem Stavenuiter

Avete mai ascoltato gli otto violoncellisti guerrieri? Sono forti, agili e con dita leggere. Armati solo dei loro strumenti, affrontano ogni sfida. E, un po’ ridendo, un po’ danzando, vanno in battaglia suonando.

lll Cello Octet Amsterdam, ensemble di musica da camera unico al mondo, formato da 8 violoncello, ritorna a MITO SettembreMusica dopo il successo dello scorso anno quando portò in scena uno spettacolo la cui drammaturgia in musica era ambientata nel regno animale, in omaggio al tema di MITO SettembreMusica 2018, Natura. Emblematica la dichiarazione di Arvo Pärt, che sintetizza il livello qualitativo dell’ottetto olandese: «L’Ottetto è d’oro, l’ho scoperto con un ritardo di 10 anni». Sinonimo di musica nuova, lavora con i compositori più sorprendenti di oggi. Fondato nel 1989 con il nome di Conjunto Ibérico, il Cello Octet Amsterdam ha suonato in prima esecuzione più di 70 opere, molte delle quali dedicate all’Ottetto stesso, di autori come Xenakis, Nobre, Glass, Donatoni, De Pablo, Denisov, Gubaidulina, Pärt, Boulez, Loevendie, Riley, Kagel.

Il violoncellista di fama mondiale Yo-Yo Ma ha dichiarato: “Questo ensemble è un tesoro; è un ottimo esempio per il mondo della musica“.

Quest’anno, diretto per l’occasione da Jochem Stavenuiter, propone ai piccoli ascoltatori di MITO SettembreMusica – a partire dai 6 anni – un concerto spettacolo da guardare con gli occhi e con le orecchie basato sulle musiche di György Ligeti, Béla Bartók e Philip Glass. Una produzione Oorkaan / Cello Octet Amsterdam in prima rappresentazione in Italia.

Violoncelli guerrieri è uno spettacolo in tre parti, consistenti in tre concerti diretti da tre coreografie. Ispirato da musiche diverse, ogni coreografo ha creato la sua visione sul tema dei “violoncelli guerrieri”. I tre concerti sono formati da una dinamica mistura di musica, umorismo, divertimento, e dall’incanto di otto violoncelli danzanti.
Cello8ctet Amsterdam è una formazione unica al mondo che propone nuove composizioni e combinazioni tra stili musicali e arti diverse. Grazie alle splendide esibizioni del gruppo, l’Ottetto è in grado di offrire pagine originali scritte dai più importanti compositori contemporanei: ha suonato in prima esecuzione più di 70 opere, molte delle quali dedicate all’Ottetto stesso, di autori come Xenakis, Nobre, Halffter, Donatoni, De Pablo, Denisov, Gubaidulina, Pärt, Boulez, Loevendie, Riley, Kagel, e Glass. Arvo Pärt ha detto: «L’Ottetto è d’oro, l’ho scoperto con un ritardo di 10 anni».

Oorkaan è stata fondata nel 2000 al Concertgebouw di Amsterdam ed è l’unica organizzazione dei Paesi Bassi che si dedica esclusivamente all’esecuzione di concerti di alta qualità per un pubblico giovane con l’obiettivo di dare a ogni bambino la possibilità di sperimentare la potenza della musica dal vivo. I concerti, per bambini di età compresa tra i 18 mesi e i 12 anni, si concentrano sulla musica classica di tutto il mondo. Per la realizzazione delle produzioni ha sviluppato il Metodo Oorkaan, che la rende unica. Sotto la direzione artistica di Caecilia Thunnissen, Oorkaan presenta 7 produzioni musicali per stagione e organizza circa 200 spettacoli all’anno nei Paesi Bassi e all’estero. Oorkan è composta da tre dipartimenti: produzione, ricerca e sviluppo, istruzione; per ogni nuova produzione Oorkaan Productions riunisce musicisti e artisti di varie discipline. I concerti non prevedono testi, caratteristica che li rende adatti alle tournée internazionali. Nel settore di ricerca e sviluppo Oorkaan forma musicisti e registi, che hanno così l’opportunità di sperimentare la realizzazione di produzioni musicali per bambini. Il dipartimento istruzione presenta un programma educativo per le scuole elementari, basato su laboratori, materiali didattici e spettacoli. Il nome “Oorkaan” è un gioco di parole sull’olandese “orkaan”, che significa uragano e la parola “oor” significa orecchio. www.oorkan.nl

Jochem Stavenuiter è il direttore artistico della compagnia olandese di teatro sico Bambie, fondata nel 1995 con Paul van der Laan. Dal 2014 al 2016 ha recitato nella compagnia Noord Nederlands Toneel. Per Oorkaan ha già prodotto The Suleikas e Mystery of Sensitive Chord con il Trio Suleika e The Square of Mr. Sax con l’Ebonit Saxophone Quartet.
 

Violoncelli Guerrieri
Ore 16 e ore 18, Teatro Bruno Munari, Via Giovanni Bovio, 5
Cello Octet Amsterdam
Jochem Stavenuiter, direttore
Prima rappresentazione in Italia

Programma
György Ligeti
Musica Ricercata
coreografie di Jochem Stavenuiter

Béla Bartók
Danze popolari rumene
coreografie di Josephine van Rheenen

Philip Glass
Dracula
coreografie di Pim Veulings

Cello Octet Amsterdam
Claire Bleumer, Karel Bredenhorst,
Lieselot Watté, Rares Mihailescu,
Marcus van den Munckhof, Sanne Bijker,
Simon Velthuis, Stephan Heber

Jochem Stavenuiter, direttore

Drammaturgia Erin Coppens
Scenografia Sanne Oostervink
Disegno luci Tim van’ t Hof
Direzione artistica Caecilia Thunnissen, Sanne Bijker

Produzione Oorkaan / Cello Octet Amsterdam

A partire dai 6 anni
Durata 55′



Leisure - 07/09/2018

Vent’anni senza Battisti: “Lo volevano anche i Beatles”

Come si poteva ipotizzare 40 anni fa di passare dall'arte perfetta della musica pop alla sperimentaz [...]

Design of desire - 22/04/2017

Sim2 lancia la X TV, lo schermo a cristalli che si incastra e sembra video di vetro

Avete mai immaginato di avere un vetro con immagini dalla tv in casa? Il design italiano di Sim2 è [...]

Fashion - 07/02/2018

Puma sceglie Lewis Hamilton per la campagna 24/7

In una società così dinamica come la nostra, gli uomini non si allenano solo in palestra: ogni occ [...]

Top