Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 08/04/2020

Restiamo a casa: le performance della pianista Elisa Marzorati

Un video al giorno di un'esibizione con una sua incisione dei 24 Preludi di Debussy, e immagini associate.

Pianista veneziana, figlia d’arte, Elisa Marzorati si esibisce principalmente a Venezia in formazioni cameristiche e accompagnando cantanti.  Ma in questi giorni di emergenza, in seguito alla perdita dello zio Sergio Marzorati, stimato pianista concertista e direttore alla Civica Scuola di Musica di Milano tra il 1962 e il 1992, proprio a causa del Covid-19, per dedicargli almeno un ultimo omaggio a distanza, ha caricato sulla piattaforma Youtube diverse sue registrazioni, ritrovate non a caso, con alcune foto.

Elisa Marzorati, pianista eclettica grazie ad una formazione di respiro internazionale e non solo classica.

Al celebre “Reflets dans l’eau” di Debussy, ha associato la musica suonata dallo zio con le immagini dei riflessi della sua città, Venezia. Da sempre grande estimatrice del compositore e pianista francese, per Elisa Marzorati suonare la sua musica è sempre stato terapeutico, e ironia della sorte, si è dedicata a Debussy molto spesso in situazioni in cui era isolata dal resto del mondo, a volte per scelta, a volte per circostanza. Ora che siamo tutti isolati per forza di causa maggiore, la condivisione live della musica a musicisti come Elisa manca moltissimo, ed ecco rispuntare il suo amato Debussy. Le è venuta infatti l’idea di utilizzare una sua incisione dei 24 Preludi di Debussy, associarvi delle immagini, e caricare sul web un video al giorno, fino ad arrivare a 24.

Elisa Marzorati Si esibisce come solista, in formazioni cameristiche e accompagnando cantanti, principalmente in Svizzera e Italia.
Si è laureata con il massimo dei voti e la lode presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, nel 2001 in Lettere con indirizzo musicale, con una tesi sul compositore contemporaneo Luca Mosca, nel 2004 in Etnomusicologia con una tesi sulla musica del Carnevale di Santiago de Cuba.

Ad oggi è quasi a metà del lavoro e dovrebbe terminare di caricare su Youtube l’ultimo video il prossimo 20 aprile. Quelle che una volta erano giornate scandite dai rintocchi delle campane alla mattina e che oggi sono invece scandite dalle sirene delle ambulanze che tagliano un silenzio cittadino surreale, possono trasformarsi, almeno per il tempo di un preludio, in un momento di raccoglimento e pace, in un incontro con la musica da vivere in bilico tra sogno e realtà. Questo il personalissimo omaggio di Elisa Marzorati a tutti noi costretti a casa da questi difficili giorni d’emergenza per contrastare un virus che poco alla volta ci sta portando via tutto. Lo possiamo fermare restando a casa, ascoltando Debussy attraverso l’interpretazione di Elisa Marzorati.

www.elisamarzorati.com e www.teatroaperitivo.com



Leisure - 04/07/2019

Mediaset recupera comici e Giochi Senza Frontiere

Tranquillizzatevi tutti, le armi di distrazioni di massa tornano (in massa, è il caso di dire) per [...]

Leisure - 01/02/2020

Marco Masini: “Il mio Sanremo? Sempre diverso, come un telegiornale”

Quando partì proprio da Sanremo nel 1990 la gavetta l'aveva già fatta abbondantemente. La "rifonda [...]

Design of desire - 29/03/2018

A Brera addirittura un “Rising Sun” artificiale

Non c'è limite all'immaginazione e creatività della Milano Design Week. "The Rising":  l'Info Poi [...]

Top