Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 22/05/2020

SanNoLo 2020, ecco i magnifici 13: chi sono i cantanti in gara

Scelti su 200: Astrale, Chris Venia, Darte, Eleviole, Foreman, Killbeat, Losi, Marchettini, Marco Sbarbati, Meazza, Mario Red, Sergiolachitarra, Sunico.

Tra le quasi 200 candidature pervenute in questi mesi, ecco la selezione dei cantanti in gara per questa edizione 2020 del Festival di SanNoLo, il contest di talenti canori emergenti che si svolge da 4 anni a NoLo il quartiere milanese a nord di Loreto. Dopo le location affollate e festose dei primi anni (Rovereto House & Lab e Cinema Beltrade), quella del 2020 è la Home Edition, che va in onda sul web (link a fondo pagina).

Ecco chi sono e cosa dicono i cantanti in gara:

AstrAle

ASTRALE – FRA LE NUVOLE

Alessandro Attolini, in arte AstrAle, giovane talento siracusano, classe 91, cresce con la passione della musica soprattutto grazie al padre che sin da piccolo gli insegna a suonare la chitarra. Nel 2013 partecipa al talent “The Voice of Italy”. Negli anni viene influenzato da diversi generi musicali, come il rock, grunch, reggae, pop, blues rap, e cerca ancora oggi di mescolarli con la sua musica.
Ora che è a Milano ha pubblicato due singoli “Come un Rewind” e “Savana” con l’etichetta discografica TheWebEngine di Giuseppe Fisicaro.

Apice lirico: “E dimmi come passa il tempo/sta attraversando l’orizzonte/noi siamo come gli animali/ma seguiamo la ragione/abbiamo perso quell’istinto/che ci fa sempre navigare/naufragando per disperderci nel mare”.

Chris Venia

CHRIS VENIA – ALMENO AD AGOSTO

“Scrivo canzoni pop autunnali con L’Una, la mia chitarra…nel tentativo di dare un senso alla malinconia  e al daltonismo. Il mio brano è contemporaneo e disperato. Lei se ne va, ma continua a scrivergli… e le storie su Insta non aiutano. Un clichet che lui vorrebbe terminasse, almeno fuori Milano… almeno in vacanza…almeno ad agosto!

Apice lirico:  “…sei sul mio Instagram…ed io mi scaldo come Notre Dame…”

 

Darte

DARTE – TI VA

Vero nome Carmelo Irto, Reggio Calabria, 1996. Ha studiato 8 anni all’Accademia di Canto Moderno nella sua città e nel 2015 è ai corsi di specializzazione musicale del CET del maestro Mogol. A Milano dal 2018, l’anno scorso ha pubblicato indipendentemente il suo primo singolo “La NASA”, che ha avuto un buon riscontro su Spotify. “Il brano ‘Ti Va’ è una dichiarazione d’amore che racconta come i rapporti, il sesso e l’attrazione possano sfociare in altro e come, crescendo, si possano vedere le persone con occhi
diversi“.

Apice lirico:  “Respiravamo piano per poi far l’amore/Ci sembrava di stare dentro ad una sauna/Ma tu, ma tu/Tiravi fuori due tre citazioni/Confondevi Vasco con Brunori”.

Eleviole?

ELEVIOLE? – MACCHINE VOLANTI

Le parole in punta di piedi diventano filastrocche viste dagli occhi e dalle mani dei trent’anni. Il nome racconta il mondo disilluso dell’età adulta, attraverso canzoni-non canzoni, proprio come le filastrocche che si canticchiavano da bambini. Suoni acustici (violino, ukulele, covaquino, toy piano) su una ritmica prevalentemente elettronica descrivono un mondo che dalla realtà guarda verso l’immaginario della fanciullezza perduta.

Apice lirico:  “Mi resta sempre solo un po’ di sole/Continuo a galleggiare ma non ho verità
e mentre tutti gli altri fanno i grandi/progetto macchine volanti”.

Foreman

FOREMAN – LE FACCE DIVERSE

Amedeo Fortugno è un cantautore di origine foggiana classe 1994, inizia a scrivere canzoni sin da piccolo ma è solo con il trasferimento nella città di Pescara per intraprendere gli studi presso il Conservatorio Luisa D’Annunzio in composizione pop/rock che comincia a prendere seriamente la sua carriera come cantautore. Ha seguito il corso per compositori del “Centro Europeo di Toscolano” di Mogol. Durante il suo percorso musicale ha affrontato vari generi tra cui anche la musica da film, scrivendo la colonna sonora per il film “Serendip”. “L’ho scritto in un momento di crescita interiore, racconta di come due persone passano dal conoscersi del tutto a non riconoscersi più e dell’insicurezza e delle conseguenze che derivano dalle scelte che a volte si è obbligati a prendere”.

Apice lirico: “… sei la più sola del mondo/Che quando parti non compri un ritorno/Ma stai meglio di me/Che sono il più solo del mondo”.

Killbeat

KILLBEAT – COME OGNI NOTTE

Daniele Saracco, nato a Milano nel 1999 a Milano, con questa canzone “racconta il desiderio quotidiano di inseguire i propri sogni e realizzarli. Inoltre esalta il valore dell’amicizia e della condivisione dei propri risultati con le persone care“.

Apice lirico:  “La voglia di farlo é più forte/Di chi mi ha chiuso migliaia di porte/dormo di giorno scrivo la notte”.

Losi

LOSI – MENOMALE CHE TI ODIO

“Menomale che ti odio”, parla di un amore non corrisposto nei confronti di un uomo che la cantautrice dice di essersi “imposta di odiare per poter iniziare a dimenticarlo. Il mio nome d’arte è il mio cognome, ho 27 anni e solo ultimamente mi sono arresa al genere pop. Accettare questa mia inclinazione al commerciale non è stato facile, ma posso affermare di non essermi mai sentita più libera”.

Apice lirico:  “…questo tempo sa di beneche dovrei volere a me/quanto sono stata stupida/in quella giornata umida/accettando i tuoi vabbè”.

 

Marchettini

MARCHETTINI – FATTO A META’

L’idea musicale di Marchettini nasce dai viaggi in macchina con il padre passati ad ascoltare chilometri di musicassette. Crescendo comincia a giocare con il pianoforte e la chitarra decidendo che oltre ad ascoltarla a lui la musica piace scriverla. Lavora con il produttore e arrangiatore Antonio Di Santo, artista poliedrico che miscela hip hop ed elettronica con l’indole cantautorale propria di Stefano, classe 1995, da Varese.

 Apice lirico:  “Sono mesi che non trovo una scusa per uscire di casa,perché non mi va/Si ma fidati di me non è facile cadere sempre in piedi se sei fatto a metà/Sei fatto a metà”.

 

Marco Sbarbati

MARCO SBARBATI – QUELLO CHE E’ STATO

Nato artisticamente a Bologna nel 2007, 4 anni dopo in Piazza Grande, nota fra i suoi ascoltatori Lucio Dalla, con cui collaborerà alla colonna sonora del film AmeriQua. Ha collaborato con i grandi dell’indie (da Brunori Sas a Diodato) e ha da poco terminato il suo primo album di inediti con Max Ficara, per
Icaro Records. “Quello che è stato è un brano che parla della nostalgia che ci assale di notte, quando camminiamo attraverso luoghi che conosciamo e che ci ricordano qualcosa che appunta è stato e non sarà più”.

 Apice lirico: “Riavessi un bicchiere di quello che è statolo manderei giù tutto d’un fiatotieni qualcosa di noi, un dettaglioperché cancellarsi ora sarebbe uno sbaglio”.

Meazza

MEAZZA – MARI STREGATI

Jacopo Pagani in arte Meazza porta “Mari Stregati” “un brano in cui credo molto. Probabilmente la prossima uscita del mio progetto.  L’ho scritto di getto, intanto mi accorgevo di diventare più speranzoso”.

Apice lirico:  “E non c’è niente che possa fare voglio solo stare a aspettare/E sento il vuoto che passae poi diventa speranza/Voglio aprire le ali e volare via da questa stanza andare per i mari stregatie poi scalare tutti i tuoi sogni vietati/Voglio stare dentro di te”.

Mario Red

MARIO RED – CARBONARA

Autodefinitosi terrone fuorisede, autore e interprete eccentrico ed irriverente, unisce il cantautorato stravagante alla musica comico-parodica, spaziando tra vari generi musicali. I suoi tormentoni sono arrivati in diversi programmi radiofonici e televisivi. Tra questi, spicca la partecipazione a Strafactor nel 2018 con il singolo “Sei un Cesso”. Di ‘Carbonara’ dice: “Ho usato lo stile Trap per trasformare uno dei piatti più famosi ed apprezzati della nostra tradizione culinaria, in un motivetto travolgente. Il testo, molto ambizioso, vuole essere un’ode al gusto della pasta con un linguaggio fresco, moderno e accattivante. Nel brano non mancano i riferimenti al sistema di valori e simbologie che rappresentano il mio vissuto, quali: l’amore per i carboidrati; la mamma che mi vede sciupato e mi prepara da mangiare; la convivialità del pranzo in famiglia; Papa Francesco che augura buon appetito dopo la benedizione; il riposino sul divano dopo pranzo; l’accettazione della panzetta”.

Apice lirico:  “Caracalla c’ha le terme più belledi tutto l’Impero Romanotu fai le mosse per due Jacuzzi rosse,adesso c’hai pure la tosse?”.

Sergioelachitarra

SERGIOLACHITARRA – VIVO

“L’avventura di Sergio inizia all’asilo, nel momento in cui ho sentito chiamare con questo nome la persona giusta: un musicista, un gran personaggio. Lì ho pensato che anche io, da grande, avrei voluto fare il “Sergio”. Vivo parla della mia più grande fragilità: il costante terrore di poter ferire le persone. Nel testo racconto qualche mio aneddoto legato a questa paura, come la conquista di una ragazza, riflessioni personali sulla frustrazione ed il disagio che provoca “il terrore di fare male alle persone”, riflessioni su chi invece il suddetto “terrore” non sa nemmeno cosa sia“.

Apice lirico:  “Non mi ammalavo da almeno 10 anni/Vorrei che le fitte al cuore/fossero un sintomo accertato, perché con l’effetto che ha/il senso di colpa su di tesaresti mia”.

Sunico

SUNICO – VIENI CON ME

Susanna Romanzi, in arte Sunico (Milano,1979) nel 2017 ha lasciato il lavoro di insegnante e ha ricominciato a fare musica dopo l’esperienza in adolescenza. Ha iniziato a scrivere su un’isola greca con una chitarra e un Logic (computer). Con Riccardo Gragano alla batteria e Nicola Girardi, basso e chitarra elettrica, ha iniziato a pubblicare con l’aiuto del fratello Mauro Romanzi, fotografo e videomaker. Ora vive a Trieste e lavora con Omar Soffici.

Apice lirico:  “L’altro giorno era un altro giorno, oggi è adesso e non è ancora giorno, se mi bacie non ti guardi intorno, c’è la notte che ci sta aspettando. L’altro giorno era unaltro giorno, oggi è adesso e non è ancora giorno”.

SanNoLo 2020 è in diretta su:

The Way Magazine – www.facebook.com/thewaymagazine.it

Festivalsannolo – https://www.facebook.com/festivalsannolo/

Radio Nolo – https://www.facebook.com/radionolo/

Nolo Social District – https://www.facebook.com/groups/NoLoDistrict/

Ghe Pensi Mi – https://www.facebook.com/GhePensiMilano/

Beltrade – https://www.facebook.com/cinemabeltrade/

Zelig – https://www.facebook.com/ZeligOfficial/

Noloso – https://www.facebook.com/NoLoSo.Milano/

Milano Musica Week – https://www.facebook.com/MilanoMusicWeek1/

 

oltre alla diretta Instagram dell’account Sannolo – https://www.instagram.com/festivalsannolo/?hl=it – da cui sarà possibile anche accedere al televoto.



Leisure - 05/09/2019

Baccini, Salemi, Spagna e Bobby Solo illuminano Minturno Musica Estate 2019

La quindicesima edizione del Festival di Minturno Musica Estate è stata all’insegna, come sempre, [...]

Design of desire - 09/02/2017

Barovier&Toso da Murano al Salone del Mobile: la luce flessibile

La flessibilità e adattabilità delle lampade è l'ultima frontiera di Barovier&Toso, l'azienda [...]

Leisure - 08/04/2020

Restiamo a casa: le performance della pianista Elisa Marzorati

Pianista veneziana, figlia d'arte, Elisa Marzorati si esibisce principalmente a Venezia in formazion [...]

Top