Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 30/01/2020

Sanremo 70, quando l’estetica fa storia: le foto dei big di ieri e di oggi

Quest'anno c'è il rapper mascherato, la debuttante indie e il rocker ripulito e rassicurante. Una mostra al Forte Tecla racconta come i divi del passato hanno usato l'immagine al Festival.

Il primo Festival di Sanremo si svolse al Salone delle feste del Casinò di Sanremo dal 29 al 31 gennaio 1951. Le riprese tv arrivarono solo nel 1955. Date importanti per lo sviluppo del senso estetico della canzone popolare italiana. Un conto è cantare per la radio, un conto è diventare divi della tv. Con l’arrivo del colore (nel 1977) l’impatto visivo cambiò del tutto. E questi passi Marvi de Angelis, consulente di moda con il suo studio Marver li racconta tutti nella mostra «Sanremo 70» (a cura di Rai Teche, con la direzione creativa di Andrea Di Consoli e Dario Salvatori) in scena al Forte Santa Tecla di Sanremo dal 2 a 15 febbraio.

Settant’anni sono uno spaccato enorme nella vita culturale di un paese, come l’Italia, che proprio su moda e canzoni ha fondato il suo appeal all’estero. Quindi la carrellata da Nilla Pizzi a Iva Zanicchi, per passare da Marcella Bella alle presentatrici (o vallette) dei vari decenni è come sfogliare un annuario di stile. Apice del glamour festivaliero, probabilmente l’epoca anni Novanta di Pippo Baudo, quando per vedere “la mora” e “la bionda” (che cambiavano a ogni edizione) rimanevano incollati alla tv anche 17 milioni di telespettatori. Aiutato anche da questo meccanismo, SuperPippo nel 1995 fece lo share in finale del 75%.

Di seguito alcuni look scelti per presentarsi a Sanremo 2020 dalle stelle di oggi.

Enrico Nigiotti, fotografato da Fabrizio Cestari per Sanremo 2020. Il brano in gara al 70° Festival di Sanremo, “BACIAMI ADESSO”, è una dichiarazione d’amore attraverso un dialogo con se stessi: «“Baciami Adesso” è la voglia che si tiene in manette quando si lascia libero l’orgoglio invece di far correre il cuore. “L’amore è il marito della vita”». A dirigere l’orchestra sul palco dell’Ariston per Enrico Nigiotti sarà il Maestro Celso Valli. Nella speciale serata di Sanremo 70 di giovedì 6 febbraio, pensata per celebrare i 70 anni del Festival, il cantautore interpreterà il brano “TI REGALERÒ UNA ROSA”, canzone che conquistò il 1° posto nell’edizione del 2007, accompagnato sul palco proprio dal suo autore SIMONE CRISTICCHI.

Le Vibrazioni, versione Sanremo 2020. Partirà il 17 marzo dal Teatro Golden di Palermo “LE VIBRAZIONI IN ORCHESTRA DI E CON PEPPE VESSICCHIO”, il nuovo tour de Le Vibrazioni nei più importanti teatri d’Italia. Uno spettacolo unico, in cui presenteranno tutti i loro più grandi successi in una chiave inedita, accompagnati da un’orchestra di 20 elementi, con nuovi arrangiamenti ideati e realizzati per l’occasione dal Maestro PEPPE VESSICCHIO.

Michele Zarrillo fotografato da Gianni Bruccoleri parteciperà alla 70° edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo, in gara nella categoria Campioni, con il brano “Nell’estasi o nel fango”, scritto dallo stesso Zarrillo insieme a Valentina Parisse, con la produzione artistica di Alessandro Canini.

 

Per la prima volta al Festival di Sanremo, Levante, la cantautrice del nuovo pop italiano, presenta il brano “Tikibombom” scritto da lei e prodotto da Antonio Filippelli.
Sul palco dell’Ariston sarà diretta dal Maestro Daniel Bestonzo e sarà vestita da Marco De Vincenzo.

Giordana Angi, prima donna ad arrivare in vetta alla classifica album nel 2019, coautrice di 4 brani dell’ultimo album di Tiziano Ferro – sarà in gara al 70° Festival della Canzone italiana con il brano “Come mia Madre” (testo e musica di Giordana Angi e Manuel Finotti). Nella serata speciale di giovedì 6 febbraio, pensata per celebrare i 70 anni del Festival, Giordana Angi accompagnata sul palco dal SOLIS STRING QUARTET, interpreterà “La nevicata del 56”, intenso brano presentato al Festival di Sanremo nel 1990 da Mia Martini. A dirigere l’orchestra per Giordana Angi durante il Festival di Sanremo sarà Giovanni Sciabbarrasi.

Look coordinato in uno scatto di Laura Baiardini. Sono gli Eugenio in Via Di Gioia, tra i giovani in gara a Sanremo 2020, che arrivano sul palco dell’Ariston con all’attivo 7 anni di carriera e un bagaglio di canzoni distribuite in 3 album ed un EP.

PIERO PELÙ in una foto recente di Riccardo Bagnoli, festeggia 40 anni di carriera. Quest’anno per la prima volta come artista in gara sul palco del 70° Festival di Sanremo con il brano “GIGANTE” (P.Pelù/P.Pelù-L.Chiaravalli), che sarà contenuto nel nuovo album di inediti “PUGILI FRAGILI” (Sony Legacy), in uscita il 21 febbraio.

Benché giovanissimo il rapper Junor Scally ha già una storia (scomoda) fatta di testi fin troppo irriverenti. La sua decisione di apparire mascherato sul palco dell’Ariston ha già aggiunto scalpore. Cosa succederà ora che parte il festival?

Trent’anni di carriera e un look rinnovato che guarda al passato. Il nuovo disco “MASINI +1, 30TH ANNIVERSARY”, di Marco Masini porterà nuova attività live e la partecipazione al Festival di Sanremo 2020 in gara tra i Campioni con il brano ”IL CONFRONTO”.



Trends - 28/03/2018

Gettate di vapore come benessere in montagna

Se ineguite il benessere in posti esteticamente gradevoli non rinunciate alle gettate di vapore nell [...]

Leisure - 29/11/2019

Caroline Koch fa branding con la musica

Caroline Koch, italiana con origini tedesche, è un’artista che non ha – e non vede - confini. [...]

Society - 09/12/2019

Al Claridge’s di Londra arriva la cucina di Daniel Humm. “Qui ho iniziato tagliando patate”

Da taglia verdure negli anni 90 quando era ancora un teen-ager, a responsabile di una nuova, eccitan [...]

Top