3 Novembre 2021

Sasha Donatelli rientra in “Ex On The Beach”: “Faccio la storia del programma”

A 29 anni è considerato uno dei personaggi più ecclettici della scena musicale e della TV italiana. "So cosa voglio e d'ora in poi sentirete molto parlare di me".

3 Novembre 2021

Sasha Donatelli rientra in “Ex On The Beach”: “Faccio la storia del programma”

A 29 anni è considerato uno dei personaggi più ecclettici della scena musicale e della TV italiana. "So cosa voglio e d'ora in poi sentirete molto parlare di me".

3 Novembre 2021

Sasha Donatelli rientra in “Ex On The Beach”: “Faccio la storia del programma”

A 29 anni è considerato uno dei personaggi più ecclettici della scena musicale e della TV italiana. "So cosa voglio e d'ora in poi sentirete molto parlare di me".

Non sopporta gli snobbismi da reality e la supponenza dei critici. Per la prima volta nella vita, dice Sasha Donatelli, personaggio televisivo e cantante amato sui social, sa cosa vuole. Dopo aver recitato in due pellicole cinematografiche ed aver calcato le passerelle di noti brand nazionali ed internazionali, Donatelli nel 2020 ha partecipato alla seconda stagione di “Ex On The Beach Italia” (MTV Italia), facendosi conoscere ed apprezzare da pubblico e critica per i suoi modi garbati ed eleganti. Quel contesto è diventato col tempo la sua casa naturale.

E oggi che il programma torna in tv (in onda ogni mercoledì sera alle 22.00 su MTV, canale 131 di Sky e in streaming su NOW) Sasha ritorna a riprendersi la scena con tante sorprese sin dalla prima puntata. L’artista aveva partecipato in passato allo show, condotto da Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez, che fa incontrare (e scontrare) i concorrenti con i loro ex fidanzati. E segna un piccolo record nel programma: Sasha è l’unico concorrente nella storia di Ex On The Beach Italia a rientrare nel reality come concorrente per due edizioni. Per trovare un caso simile dobbiamo spostarci in Spagna, sebbene per un’altra italiana: la grintosissima Elettra Lamborghini, unica ad aver partecipato a due edizioni consecutive di un reality in onda sulla tv spagnola.

Televisione e musica nella carriera di Sasha Donatelli. «Con il brano “Sentirti Addosso” – dichiara l’artista circa la sua hit estiva –, voglio portare un messaggio di libertà e di ritorno alla normalità, quella normalità che la pandemia ci ha tolto, facendocene apprezzare ogni dettaglio, anche quelli che davamo per scontati. L’amore ha bisogno di anima, ma anche di contatto, di quella fisicità libera e sognante che l’ultimo anno e mezzo ci ha tolto. Credo che esista una certezza nelle emozioni più primordiali e che viverle appieno sia il modo migliore per soddisfare la voglia di rivalsa e l’esigenza di evadere dall’odierna, immobile routine».

Un passato da calciatore e un futuro nel mondo della televisione. La scorsa estate hai anche avuto successo in musica. Cosa vuoi diventare?

Ho fatto la storia del programma, perché sono l’unico protagonista a esserci rientrato. Questa terza edizione di Ex On The Beach, registrato a Isla de Barú, un’ex penisola a sud di Cartagena, in Colombia, mi ha dato la carica giusta per ricominciare dopo il Covid. E sarà anche il passo della mia carriera che farà cambiare la percezione che il pubblico ha di me.

Come è avvenuto questo richiamo a MTV Italia?

È Mtv aveva deciso di farmi rientrare e gli autori e i capi produzione di Fremantle mi hanno accennato all’idea ma all’inizio non volevo illudermi. Poi nei casting, che sono stati filmati con noi delle passate edizioni che provinavamo i nuovi protagonisti simulando la spiaggia in studio, mi hanno svelato le intenzioni. Credo sia stata una scelta mirata e ragionata, perché mi son trovato bene con alcuni degli stessi autori dell’edizione del 2020.

Come sei cambiato tu rispetto alla prima partecipazione?

Sono cambiato in questo periodo di stop perché mi sono sentito isolato dopo il grande successo di quell’edizione. Siamo tutti rimasti a casa e la vita mi ha dato una bella batosta. Ho perso ipotetici guadagni, la libertà di poter lavorare, sono stato lontano dalla mia famiglia. Quindi questa che inizia stasera è la luce che è tornata nella mia vita. Una nuova opportunità.

Contemporaneamente ti sei dato alla musica…

Mi avevano sentito cantare “Come un pittore” dei Modà nella prima partecipazione al programma e mi hanno chiesto di registrarne la cover. Ha avuto successo su YouTube e ho iniziato ad approfondire anche questo lato della mia personalità. Ho pubblicato un primo singolo inedito nel 2020 “È deserta la città”, e l’estate scorsa il secondo lavoro discografico, “Sentirti Addosso”, un mix di amore e passione, che ho scritto con Matteo “Margano” Gargano.

Pensi che questa libertà professionale sia apprezzata?

Sai che le persone ignoranti sono alla base dell’eccesso di bigottismo che c’è in Italia. E c’è chi critica e chi vuole incasellarti in un solo posto. Io ho n testa una missione: svecchiare la tv, sia nei contenuti che nella conduzione. Siamo tutti imprigionati in vecchie modalità, per questo i giovani non la guardano più tanto.

Cosa non sopporti delle critiche?

Quando sono fuori contesto. In questa nuova edizione io sono The Sultan. Ma si dovrebbe capire che quello che si vede nei reality sono le stesse cose che ci capitano nella vita. I bei modelli vanno a letto con le belle ragazze, ci sono storie di gelosia, di passione. Tutto uguale alle nostre vite, solo che se lo si vede in tv ci si scandalizza. Io ho partecipato a Ex On The Beach due volte e posso dire che non è trash, c’è solo, finalmente, molta libertà.

Repetita juvant: qualcosa che ti ha insegnato questa esperienza doppia?

Ho avuto consapevolezza diversa in questa edizione rispetto alla prima, mi sono reso conto che in un contesto estremo, lontani da casa sotto pressione, comunque possono nascere cose belle. Si può arrivare nella casa di tutti facendo sorridere anche chi soffre. Molti giovani mi scrivono, mi prendono a esempio ed è fondamentale che seguano chi dice la verità, secondo me. Anche nella musica succede così. Blanco urla cose vere, lui è al momento un Vasco moderno, la gente lo ama per questo.

Questo record di “ritorno nel reality” lo detieni con Elettra Lamborghini…

Ne sono orgoglioso, sono un pezzo di storia nel programma, e forse andrò in Spagna a farne un altro. Rispetto a Elettra io non ho un cognome importante, non ho mai avuto un euro da nessuno, e mi sono fatto da solo.

Cosa ti piace di te oggi?

Non sono mai sceso a compromessi, e nel nostro ambiente è difficile manenere questa integrità. Sono contento di farmi apprezzare per i modi garbati e l’ironia, ma anche la spontaneità. Sono anche molto più ambizioso, sono convinto di poter anche entrare in tv facendo conduzione, come mi è stato già consigliato. Finalmente oggi a 29 anni ho la consapevolezza di dove voglio andare, sono risolto da molti punti di vista. Ma a livello artistico sono ancora in evoluzione, voglio provare sia tv che radio.

E cosa apprezzi di più in chi ti sta intorno ora, lavorativamente parlando?

Una domanda che mi fanno sempre: ma è davvero così nei reality? L’unico tipo di programma dove non esistono imposizioni autorali l’ho fatto io. Non ho mai trovato un autore che mi ha imposto qualcosa, ovviamente devo essere esperto del mezzo e adattarmi ai contesti in cui mi esprimo. Mi lasciano essere poliedrico, apprezzo chi investe nella mia formazione, per fortuna ho un agente e 30 persone attorno che condividono con me le mie scelte: la tv sarà il mio pane.

Hai lavorato già all’estero, anche per la moda. Che bagaglio hai?

Una persona che ha un curriculum vasto seppur giovane e ha avuto occasioni di confronto con le culture è portato a essere curioso. Tutto ciò mi dà una marcia in più, anche quella scelta di andare via di casa a 21 anni, cercando di lasciare Chieti per lavorare nella moda e nello show business. Ricordo che facevo le pulizie, vendevo le cover dei cellulari nei negozi cinesi, per pagarmi l’accademia di recitazione. Sono stato a Chicago a scattare per Abercrombie & Fitch. Mi sono formato e ho fame, nei confronti della vita, fame di farcela da solo. Ho fatto un percorso incredibile, senza l’aiuto di nessuno.

Cosa faresti per la musica?

Mi aiuta nella vita, mi salva di continuo. Non ero molto serio e poi la canzone è andata bene, nonostante fosse registrata in un piccolo studio della Brianza. Tutti vogliono cantare, a me piace il cantautorato, scrivo ma non suono. E scrivo qualcosa di legato alla mia vita, posso dire che la musica mi ha sempre salvato la vita. Appena nato non mangiavo e non dormivo e solo con Claudio Baglioni in macchina ritornavo a fare le cose. La musica è un’evasione e ogni giorno mi sento vivo, non scrivo mai a caso ma solo per me stesso quando ho l’ispirazione e a volte mi sembra che sono impossessato. Solo quando vuoi comunicare qualcosa. Ho preparate varie canzoni con un featuring con un big per poi lanciarmi.

Visto che sei così sicuro di te, non avrai problemi a dirci quali doti fisiche apprezza il tuo numeroso pubblico sui social…

A livello estetico il mio sguardo magnetico piace da sempre. Ho il taglio arabeggiante degli occhi che attira molto, mi dicono ci sia la profondità e al tempo stesso la decisione, passione, ma vi si scorge anche il vissuto e la sofferenza e questo mi piace molto. La mia poliedricità e la voglia di sorridere al mondo credo siano le altre caratteristiche che mi identificano. Voglio essere per il mio pubblico l’evasione nei momenti bui della vita, voglio ispirare ironia, lotta e resistenza.

Read in:

English English Italian Italian
Christian D'Antonio

Christian D'Antonio

Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Vuoi saperne di più?