Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 03/01/2020

The black Blues Brothers, tributo musicale acrobatico

Al Tuscany Hall di Firenze The Black Blues Brothers Venerdì 3 e sabato 4 gennaio 2020 ore 21.

Il tributo comico musicale acrobatico al celebre film “The Blues Brothers” si chiama “The black Blues Brothers” è uscito dall’acclamato Fringe Festival di Edimburgo quest’anno. Appalaudito da oltre 12.000 spettatori, ha superato 500 date in Europa con oltre 250.000 spettatori.
Tra circo contemporaneo e commedia musicale, questo show di teatro acrobatico nasce dalla fantasia di Alexander Sunny (produttore e curatore di speciali Tv sul Cirque du Soleil).
In un locale stile Cotton Club, sulle note rhythm’n’blues di una radio d’epoca, i cinque Black Blues Brothers si trasformano in equilibristi, sbandieratori saltatori e giocolieri col fuoco. Ogni oggetto di scena (sedie, tavoli, appendiabiti, vasi e persino specchi) diventa uno strumento per acrobazie mozzafiato inserite in gag esilaranti, spassose sfide di ballo e coinvolgimento costante del pubblico.

 

Con la travolgente colonna sonora del leggendario film di John Landis, i Black Blues Brothers fanno rivivere uno dei più grandi miti pop dei nostri tempi a colpi di piramidi umane, limbo col fuoco, salti acrobatici con la corda e in due cerchi. Una performance dinamica e piena di energia che ha incantato anche il pubblico della celebre trasmissione francese Le plus grand cabaret du Monde e di Tú Sí Que Vales Italia.

Per la prima volta a Firenze lo spettacolo del momento! Un vero blockbuster del teatro che miete successo e sold out ovunque.


I Black Blues Brothers provengono da Sarakasi, un trust di circo sociale con sede a Nairobi in Kenya, fondato dall’alto funzionario ONU Rudy van Dijck per aiutare i giovani delle bidonville a superare le situazioni di disagio in cui vivono. Per questo loro impegno, i Black Blues Brothers sono stati invitati ad esibirsi per Papa Francesco durante il Giubileo dello Spettacolo Popolare, un emozionante riconoscimento alla loro bravura oltre che all’attività di solidarietà che svolgono da anni nell’Africa centrale.

I Black Blues Brothers portano nel cuore il ritmo e l’energia della loro terra, il Kenya. Provengono da Nairobi dove erano coinvolti nel progetto di teatro sociale in situazioni difficili Sarakasi ed è forse per questo che ancora oggi quando sono in scena scatenano tutta la loro gioia di vivere. Hanno scoperto che il circo è un potente mezzo di emancipazione e aggregazione ed ora lo trasmettono al pubblico sia con gli spettacoli che in occasione di workshop pratici di acrobatica organizzati da Open Circus, progetto di ricambio generazionale e formazione del pubblico sostenuto dal MiBACT. Un’esperienza multietnica, un modo per conoscere se stessi e i propri limiti, provando a superarli, per aprirsi agli altri collaborando con loro.



Leisure - 09/10/2019

La “Luna nuova” di Luna Berlusconi artista

È un titolo fortemente evocativo quello scelto da Luna Berlusconi per il suo personale debutto come [...]

Society - 25/02/2019

Gli amici di Kessisoglu per Genova: “C’è da fare”

Paolo Kessisoglu del duo Luca e Paolo, smessi i panni del comico, si è dato da fare per creare una [...]

Leisure - 13/11/2018

Arrampicarsi e fare l’amore: il disco di Salmo è una “Playlist” per tutti i gusti

Ha chiamato dei veri atleti dell'arrampicata sui Navigli di Milano e li ha appesi alle pareti di un [...]

Top