Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 19/03/2018

The Voice of Italy con la giuria transgenerazionale

I coach Al Bano, J-Ax, Francesco Renga e Cristina Scabbia, ognuno con una identità artistica sono il vero rilancio del programma.

“The Voice of Italy 2018”, alla scoperta della nuova voce italiana. Siamo alla quinta edizione del talent show che ha conquistato mezzo miliardo di spettatori in tutto il mondo e che torna su Rai Due.

“Siamo molto orgogliosi di riportare su Rai2 uno degli show musicali più importanti e di maggior successo in tutto il mondo in una versione rinnovata, nel meccanismo e nel cast: una conduzione ironica ed eclettica come quella di Costantino della Gherardesca e quattro coach di grande personalità, Al Bano, J-Ax, Francesco Renga e Cristina Scabbia, ognuno con una identità artistica molto differente. – Dichiara il Direttore di Rai2 Andrea FabrianoIl format, distribuito in 62 Paesi e che ha conquistato un totale di mezzo miliardo di spettatori nel mondo, in Italia sarà ancora più avvincente grazie a una struttura più snella e agile”.

Costantino della Gherardesca,  condurrà il programma che andrà in onda a partire da giovedi 22 marzo alle 21:10 su Rai 2 e on air su Radio 2 e online su Raiplayradio.it. Chi saranno i giudici? Ecco le sorprese, dato che i coach sono musicalmente molto distanti tra loro.

J-Ax . rap-hip hop già giudice in passato, ancora più carico. Il 2017 è  l’anno che ha consacrato la coppia J-Ax&Fedez e li ha visti protagonisti delle classifiche di vendita. “Comunisti col Rolex”, l’album della coppia, certificato triplo disco di platino, è stato il disco italiano più venduto negli ultimi 12 mesi in Italia.

Al Bano, inarrestabile, uno dei cantautori italiani più celebri  in tutto il mondo con una carriera partita negli anni 60.

Francesco Renga  cantante melodico pop rock con un percorso ventennale alle spalle che lo ha visto debuttare come frontman di uno dei più influenti gruppi rock italiani degli anni ’90, i Timoria, per poi proseguire da solo alla ricerca di una propria strada, pubblicando cinque album che hanno segnato altrettante fasi della sua carriera in perenne crescita artistica.

E Cristina Scabbia, leader dei Lacuna Coil, che fa un genere metal rock. Con la sua band ha venduto oltre 2 milioni di copie, fatto più di 1000 concerti in tutto il mondo (arrivando addirittura a fare il tutto esaurito in Vietnam e in classifica su Billboard) e quasi 9 milioni di visualizzazioni YouTube per la loro cover dei Depeche Mode ‘Enjoy The Silence’, proclamato dal New York Post una delle 100 cover più belle di sempre.

Le fasi del programma

 

BLIND AUDITION

La prima fase, la cosiddetta “BlindAudition”, impegnerà i coach e i concorrenti per le prime 4 puntate. Ogni giudice dovrà comporre la propria squadra scegliendo 12 talenti “al buio”, cioè senza la possibilità di vedere l’esibizione e valutando solo la voce. Ogni coach avrà a sua disposizione il tradizionale pulsante “I WantYou” con il quale potrà provare a portare nella propria squadra il talento; avrà anche a disposizione tre pulsanti, ognuno con il nome del coach che desidera bloccare, cioè escluderlo nella scelta di un talento (possibilità esercitabile una sola volta in tutte le Blind).

Se il pulsante “I Want You” viene premuto da più coach, il concorrente potrà scegliere con quale squadra gareggiare, mentre dovrà abbandonare la competizione qualora nessun giudice premesse il pulsante. Al termine di questa prima fase i concorrenti in gara saranno 48.

 

KNOCK OUT

Nel Knock Out ogni coach assegnerà a ciascun concorrente il brano da eseguire e suddividerà la propria squadra in 3 gruppi, ognuno dei quali composto da 4 talenti. La sfida si svolgerà all’interno di ciascun gruppo e il coach sceglierà l’unico concorrente che passerà direttamente alla fase successiva.

Gli altri 3 talenti saranno soggetti alla nuova opzioneSteal” che prevede per i coach la possibilità di premere l’apposito pulsante per salvare un concorrente eliminato e inserirlo nella propria squadra. Il talento scelto con l’opzione “Steal” prenderà posto sull’apposita poltrona accanto alla squadra del coach che lo ha ripescato. Ogni coach avrà la possibilità di rivedere la propria scelta a favore di un talento più meritevole e, in questo caso, il talento precedentemente ripescato sarà eliminato e sostituito.

 

BATTLE

Nel corso della Battle ogni coach dividerà la propria squadra in 2 coppie che si esibiranno entrambe con lo stesso brano. Da ogni coppia verrà eliminato un concorrente, mentre i due rimasti accederanno al nuovo “Sing Off”, uno spareggiosul brano presentato alle BlindAudition. Solo 4 talenti, uno per ciascuna squadra, accederanno alla finale.

 

LIVE SHOW

La quarta fase del programma sarà un live show in cui i talenti si sfideranno l’uno contro l’altro in performance singole o duettando con i coach e gli ospiti. Il voto del pubblico determinerà il vincitore di che si aggiudicherà un contratto discografico esclusivo.

Buona visione a tutti!



Design of desire - 02/07/2020

Studio Ritter, a Bruxelles la creatività europea

Studio Ritter a Bruxelles ha riaperto da qualche settimana ed è un segnale di quanto la vitalità [...]

Design of desire - 13/04/2018

Milano Makers a Cernusco, la settimana della creatività va fuori città

Per la Design Week 2018 l’associazione Milano Makers espande i suoi orizzonti fino a Cernusco sul [...]

Travel - 03/06/2020

Le ville, il Mandarin Oriental e i giardini: il Lago di Como torna a vivere

Villa Carlotta (Tremezzina, sul Lago di Como) riapre al pubblico. E con essa tante altre attrazioni [...]

Top