Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 26/12/2020

Troviamo la luce nell’arte di Emre Namyeter

"Vorrei che le persone si creassero la loro percezione del mio lavoro guardandolo". L'artista turco è ora a Montreal dove studia l'Electronic art.

Nato a Istanbul, in Turchia nel 1984, Emre Namyeter è uno degli scultori di light art più interessanti degli ultimi anni.

Ha completato i suoi studi sulla pubblicità e la fotografia presso l’Università Bilgi di Istanbul e ha studiato Belle Arti all’Accademia Internazionale di Belle Arti di Salisburgo a Salisburgo in Austria, per poi perfezionarsi all’Academy of Arts University di San Francisco.
A Montreal, in Canada, Emre si è concentrato sull’Electronic Art e qui ha iniziato a presentare i suoi primi lavori. Namyeter crea composizioni astratte su pannelli di legno con la sua pittura autoprodotta. Utilizzando varie tecniche di colata guidate dalla sua curiosità e dal suo approccio sperimentale, genera dipinti a più strati.

La stessa mescolanza di colori concentrici è adottata per questo sculture luminose waterproof in entambi i lati che sono il nuovo marchio di fabbrica di Namyeter.

L’aspetto dei dipinti di Namyeter non è stabile, proprio come la percezione dello spettatore, e ogni opera appare diversa in diverse condizioni di luce.

Emre Namyeter dice, come Aristotele: “Nel momenti bui dobbiamo cercare la luce”. E la sua luce la mette nella sua arte. Emre crea sculture luminose che sono anche idrorepellenti. La foto è di Cemre Mert.

L’artista dice: “La mia arte ha sempre avuto un’idea fondamentale: la percezione. La percezione può essere definita come un processo attraverso il quale gli individui organizzano e interpretano le loro impressioni sensoriali per dare un significato al loro ambiente”.

Secondo Namyeter, quando le informazioni passano attraverso i nostri sensi, riconosciamo un ordine e lo colleghiamo alle nostre esperienze personali per aiutarci a definire ciò che sappiamo essere vero. Tuttavia, attraverso questo processo, tendiamo a vedere e comprendere le cose non come sono, ma come siamo.

Per questo l’artista suggerisce di creare semplicemente la propria percezione della sua opera d’arte mentre la si guarda.

www.instagram.com/emrenamyeter_art/?hl=it



Leisure - 22/11/2018

La Festa del Panettone in galleria, Milano entra nel Guinness

Confcommercio Milano promuove dal 13 al 16 dicembre in collaborazione con il Comune di Milano, all'i [...]

Leisure - 09/07/2020

Musei d’estate: cosa si può vedere nel 2020 in Italia

Musei d'estate, le città d'arte italiane non chiudono, anzi. Complice la sventura che ci ha impost [...]

Leisure - 31/10/2018

Stasera apre “La Repubblica delle Donne” di Chiambretti

Da questa sera, per otto puntate, la voce raffinata della cantante jazz internazionale SIMONA MOLIN [...]

Top