Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 25/02/2020

Un film su Battisti con Sonia Bergamasco punta a svelarne i segreti

il 5 marzo in prima serata il docufilm per raccontare la vita del più innovativo tra i cantautori italiani, tra immagini inedite e testimonianze esclusive.

Appuntamento giovedì 5 marzo in prima serata su Rai3 con Insolito Battisti, il docufilm di Indigostories prodotto da Alessandro Lostia con la regia di Giorgio Verdelli. Sarà Sonia Bergamasco a guidare lo spettatore attraverso un racconto a più voci e testimonianze inattese, per visitare l’intero percorso musicale del più innovativo tra i cantautori e musicisti italiani.

Con Mina il sodalizio è talmente forte nell’immaginario collettivo italiano, che ancora vengono incisi dischi che ripercorrono questo “abbinamento”. Non più tardi del 2018 “PARADISO (Lucio Battisti Songbook)”, un disco di Mina con tutte le canzoni più belle di Battisti, ha raggiunto il secondo posto della classifica italiana.

«Anche per te», «La canzone del sole», «Fiori rosa, fiori di pesco», «29 settembre», «Emozioni», «Io vivrò», «Mi ritorni in mente», «Con il nastro rosa», «Sì, viaggiare», «Insieme a te sto bene», «La collina dei ciliegi» e «Pensieri e parole».

Mogol: ha collaborato ai dischi degli anni 70 di Lucio Battisti.

Dall’immaturità degli esordi con il primo partner Roby Matano, ai trionfi discografici con Mogol, all’ancora sorprendente svolta dei successivi album, quello con i testi della moglie Grazia, in arte Velezia, e quelli con le parole del poeta Pasquale Panella.

Tanti musicisti, amici e collaboratori interverranno per raccontare l’artista che tutti conosciamo, l’uomo di rottura che ha abbattuto tutti gli schemi della nostra musica con versi e melodie immortali, ancora capaci di conquistare le giovani generazioni, rivelandoci tutti i segreti di come Lucio incideva i suoi capolavori.

Attraverso narrazioni, immagini e registrazioni esclusive scopriremo poi un altro Lucio: l’artista vittima di singolari pregiudizi, come quello della sua superficialità, per il mancato sfoggio di quell’Impegno tanto in voga all’epoca tra i cantautori; oppure le motivazioni che indussero i servizi di sicurezza italiani e statunitensi a occuparsi di lui. E ancora il Battisti dei provini inediti, trafugati e commercializzati dalla criminalità organizzata, fino a svelare l’ultima delle curiosità: quella dell’album che la casa discografica era pronta a pubblicare.

Insomma, tutto quanto il grande pubblico non sa di lui. Un altro artista, un insolito Lucio Battisti.

 

Insolito Battisti è un docufilm Indigostories prodotto da Alessandro Lostia, con Sonia Bergamasco, scritto da Giorgio Verdelli in collaborazione con Michaela Berlini e Ines Paolucci. Organizzatore generale Ramona Di Marco, produttore esecutivo Silvia Fiorani. La regia è di Giorgio Verdelli, autore di programmi televisivi e ideatore di “Unici”, che torna a Rai3 dopo il successo del suo lungometraggio “Pino Daniele – Il tempo resterà”, premiato con il Nastro d’Argento.

 



Leisure - 16/04/2020

La mascherina gigante che brucia: arte con ironia a Valencia

Una grande scultura di forma antropomorfa il mese scorso adornava la piazza principale di Valencia. [...]

Leisure - 21/10/2019

“The Aereonauts” e “La Belle Epoque” tra i migliori della Festa del Cinema di Roma

Al quarto giorno ci siamo concentrati maggiormente sulle pellicole. Tre in modo particolare. Tre lun [...]

Leisure - 08/07/2020

Hospitale, Parma torna capitale della cultura

Nell’ambito delle iniziative di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21, inaugura sabato 5 [...]

Top