Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 09/02/2018

Una Tipografia alimentare su un Naviglio a Milano

Un posto di design e food ricercato quanto basta. Ma anche un luogo d'incontro che ha già incontrato molti favori.

Navigli a Milano non sono solo la parte sud della città. Da qualche tempo ai confini del quartiere NoLo, il Naviglio Martesana sta mostrando vivacità anche notturna. In via Dolomiti 1/3, sulle rive del Naviglio Martesana ha aperto un nuovo bar bistrot e food hub , la Tipografia Alimentare.

Colazione, Pranzo, Merenda,  Aperitivo : il tutto con prodotti di altissima qualità. Il punto forte e originale del progetto sono i produttori: oltre 150, tra aziende agricole, artigiani e cantine selezionati in tutta Italia con un meticoloso lavoro fatto da Martina e Mattia i titolari del locale, laureati in scienze enogastronimiche a Pollenzo.

tipografia alimentare

Cosi qui puoi trovare una delle migliori creme gianduja d’Italia, quella della Cascina Masueria, che serve per riempire le brioche; il pane e le torte sono di Jean Marc Vezzoli del panificio Longoni di Carate Brianza; frutta e verdura arrivano da una cascina sul Naviglio Martesana, Corbari.Bio; lo storione – che in passato entrava nella Martesana – è della Storione Ticino; il latte e lo yogurt di LeccoLatte, azienda agricola bio. Mille le storie che arrivano dal mondo del vino: dall’americana Joy Kull, che si è trasferita nel Lazio per amore e adesso produce vino da ceppi autoctoni, al mitico Gianfranco Manca di “Panevino”, produttore sardo di vitigni autoctoni recuperati.tipog

L’arredamento è semplice e moderno, con mobili anche da tipografia,  l’atmosfera molto accogliente. In Tipografia, puoi fermarti anche tutto il pomeriggio, collegarti al wifi, lavorare, usare la macchina da scrivere a disposizione dei clienti oppure sfogliare i quotidiani o i libri di cucina adagiati sugli scaffali.

Lo Chef è Mattia, e grazie ad un importate esperienza internazionale, è riuscito a creare menù alternativi, sfiziosi con prodotti italiani e presentare impiattamenti e ricette creativi, serviti come tapas. I prezzi sono abbastanza “popolari”, pur offrendo un trattamento gourmet.
Un motivo in più per venire in una zona recentemente scoperta , a tratti pedonale, in cui continuano ad aprire anche spazi artistici e birrerie artigianali.



Alessandra Fenyves
Laureata in Lingue e Letterature Straniere a Milano, Alessandra ha formazione cosmopolita. Milanese di origini ungheresi, ha vissuto due anni a Londra, per poi passare a Monaco di Baviera e a New York. Oggi vive e lavora in Italia come head hunter nei settori fashion, wellness & retail per i brand internazionali più prestigiosi. Da sempre interessata all’alta ristorazione, nel 2012 inizia a supportare eventi food e associazioni di cuochi stellati e a scrivere articoli sul mondo degli chef ma anche di moda e lifestyle, come potete vedere sul suo blog www.tastefollies.com. Mondana, viaggiatrice e attenta a tutti i trend dei suoi ambiti preferiti è l'inviata sul campo perfetta per The Way Magazine.
Design of desire - 14/07/2018

Il video-mapping al teatro greco di Siracusa

Al 54° Festival del Teatro Siracusa ancora in corso nella località archeologica siciliana, arriva [...]

Leisure - 23/01/2018

Matthew Lee: “Il mio vintage è la vera novità”

Nuon vuole cambiare in base alle mode, lui il suo universo di riferimento l'ha trovato tra gli anni [...]

Leisure - 01/07/2018

“Ora o mai più”, vince Lisa e arriva il cd nelle edicole

Emozioni, piccole polemiche, ricordi e ringraziamenti sentiti. Sono questi i quattro elementi c [...]

Top