1 Marzo 2024

(un)fair torna a Milano col meglio dell’arte alternativa

Le nostre scelte ammirate alla preview della fiera milanese dell'arte non convenzionale.

1 Marzo 2024

(un)fair torna a Milano col meglio dell’arte alternativa

Le nostre scelte ammirate alla preview della fiera milanese dell'arte non convenzionale.

1 Marzo 2024

(un)fair torna a Milano col meglio dell’arte alternativa

Le nostre scelte ammirate alla preview della fiera milanese dell'arte non convenzionale.

La nuova fiera d’arte per una nuova generazione di collezionisti (un)fair a Milano ha colpito ancora una volte nel segno. Alla terza edizione, almeno a giudicare dalla preview, si sono visti molti giovani, molte proposte internazionali dirompenti ,e un clima generale di euforia e positività.

La fiera (Superstudio Maxi, Via Moncucco fermata metro Famagosta, Milano) è in scenda fino al 3 marzo con 60 gallerie internazionali negli spazi di Superstudio Maxi. Obiettivo? Avvicinare l’arte alla vita quotidiana.

Queste gallerie internazionali si presentano con opere di artisti emergenti e mid-career, introducendo opere di nomi noti insieme ad altri assolutamente fuori dal mainstream che meritano di essere scoperti. 

Il ricco programma include anche performance artistiche, esperienze musicali e conversazioni stimolanti.  Il desiderio per l’arte, quella scintilla che muove il collezionismo, è il fil rouge di questa edizione, prendendo vita negli spazi di (un)fair come nell’immagine della campagna catturata dall’occhio creativo dell’artista Rooy Charlie Lana, nei bagni del Superstudio Maxi. 

Immagine pubblicitaria per (un)fair 2024.

La Candy Snake Gallery di Milano è presente con le opere di Pietro Di Corrado, Ilaria Fasoli, Naomi Gilon e Mattia Sarti. La partecipazione alla fiera milanese precede di poco una nuova collettiva organizzata nella galleria di zona Isola. La prossima mostra sarà Playground, con opere di Carlos Hache, Giulio Noccesi, Marco Sandreschi e Fabiano Vicentini (inaugurazione giovedì 7 marzo dalle 19.00 alle 21.30, Via Luigi Porro Lambertenghi 6).

A sinistra, Mattia Sarti, Tiger, 2024, acrilico su tela, 70 x 60 cm presso lo stand della Candy Snake Gallery.
Le ceramic bag di Naomi Gillon per Candy Snake Gallery.
Allo stnd D3 della fiera d’arte (Un)fair a Milano le opere di Corrado Di Pietro alla Candy Snake Gallery.
Allo stand della Candy Snake Gallery Ilaria Fasoli: a sinistra nella foto Cuore morbido, 2023, olio su tela, nastro di raso, 50 x 50 cm.
Icona pop per eccellenza, ad (un)fair la Marilyn reca dei loghi nella sua rievocazione contemporanea. Il dettaglio dell’opera di Pitmarels allo stand C3 di Alisia Viola e Tommaso Venco in collaborazione con Quadruslight.
La scultrice Irena Dragova allo stand C4 della (un)fair 2024.
Elia FIUMICELLI per silviarossi | artgallery UnFair – stand C6. L’artista è nato e cresciuto in Toscana, il giovane artista realizza opere sagomate componibili.
godot, al secolo Maurizio Villani, dalla sua galleria toscana arriva ad (un)fair con alcuni suoi pezzi famosi e una provocazione: due fotografie scattate in tempi diversi intitolate alla città di Milano (ma una è Puntasecca in Sicilia). Una riflessione su come potrebbe essere la società in futuro in città.
Fotografie di Godot allo stand D12 di (un)fair Milano 2024.
Micro Museo Monza e le opere di Giuse Moggi.
MONAT Gallery è uno spazio che punta all’innovazione e al rinnovamento costante del Mercato dell’Arte. L’obiettivo è quello di raggiungere ogni angolo del mondo nel modo più moderno possibile. La galleria, con sede nel cuore della città vecchia di Madrid, lavora per costruire una connessione tra il moderno e il contemporaneo, tra gli artisti emergenti e quelli professionisti.
Aldo Salucci davanti a una delle sue opere iconiche per lo stand di A.More Gallery. L’artista è a Milano anche per l’apertura della sua personale “Corpi in attesa” (a cura di Domenico de Chirico) presso la sede della galleria (via Massena 19) dal 6 marzo 2024.
Per una fiera non convenzionale ci voleva anche lo spazio non convenzionale. Omar Hassan (di cui vi abbiamo parlato qui) ha un grande spazio ad (un)fair 2024.
Sara Khalid Al-Hail dal Qatar espone ad (un)fair la sua proposta chiamata ‘act contemporary’,
Van Gogh Gallery Madrid.

Foto di apertura: stand C3 di Alisia Viola e Tommaso Venco in collaborazione con Quadruslight.

Read in:

Picture of Christian D'Antonio

Christian D'Antonio

Christian D’Antonio (Salerno,1974) è direttore responsabile della testata online di lifestyle thewaymagazine.it. Iscritto all’albo dei giornalisti professionisti dal 2004, ha scritto due libri sulla musica pop, partecipato come speaker a eventi e convegni su argomenti di tendenza e luxury. Ha creato con The Way Magazine e il supporto del team di FD Media Group format di incontri pubblici su innovazione e design per la Milano Digital Week e la Milano Design Week. Ha curato per diversi anni eventi pubblici durante la Milano Music Week. È attualmente ospite tv nei talk show di Damiano Gallo di Discovery Italia. Ha curato per il quartiere NoLo a Milano rassegne di moda, arte e spettacolo dal 2017. In qualità di giudice, ha presenziato alle manifestazioni Sannolo Milano, Positive Business Awards, Accademia pizza doc, Cooking is real, Positano fashion day, Milan Legal Week.
Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”