Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 05/07/2019

Universiadi 2019, a Napoli il mito trasformato in show tv

Il tuffatore e la sirena, il concept riuscito di Balich e uno spettacolo kolossal seguito da milioni di persone.

Un milione e mezzo di italiani davanti alla tv e 25mila spettatori allo Stadio San Paolo hanno assistito alla cerimonia di apertura delle Universiadi a Napoli. Uno show kolossal con migliaia di figuranti ed atleti che ha celebrato non solo il mito della città capitale del sud ma le sue bellezze e i suoi messaggi millenari.

Vista dal dentro, l’apertura dei giochi internazionali che sono ospitati a Napoli per 10 giorni, ha dell’incredibile. Balich Worldwide Shows di Marco Balich, nonostante qualche problema di audio, ha messo in scena uno spettacolo delicato e simbolico, culminato con le esibizioni di Malika Ayane e Andrea Bocelli.

La bella atleta dell’Eswatini e il calore tributato all’Argentina hanno infiammato il pubblico presente allo stadio. Napoli non dimentica Maradona e allo stesso tempo, poco sportivamente, fischia Germania e Francia all’ingresso in campo. Ma saranno goliardate. Più sentiti i fischi nei confronti del sindaco De Magistris e presidente di Regione De Luca. La querelle tra i due nei giorni passati non ha fatto bene all’opinione pubblica, evidentemente.

Antony Kevin Montanari di Balich Worldwide Shows con Simona Lombardi di Sugar Music nel backstage dello stadio San Paolo.

Antony Kevin Montanari, concept artist di Balich Worldwide Shows, ci ha detto: Salire gli scalini dal vom dello stadio al field of play e vedere per la prima volta il vulcano nella sua forma finale, è quel tipo di emozione che ti ripaga di tutta la fatica spesa dall’inizio di un viaggio creativo come questo: dalla prima idea della nascita del golfo, i primi concept design della sirena, i numeri del countdown ispirati alla smorfia o il concept folle del calderone acceso da un pallone da calcio infuocato.  Vedere come un brainstorming si traduca in concept artworks per dare forma, colore e nutrimento ad una direzione creativa in evoluzione e dunque prenda poi vita in fase di produzione, penso sia tra gli ingredienti “magici” alla base di quel processo che chiamiamo disegno” .

Tra i protagonisti del fotoservizio di Maurizio De Costanzo che vi anticipiamo, il tuffatore e la sirena. Tutto ricoperto d’oro lui, a riprendere il mitico disegno degli scavi di Paestum. Blu sognante lei, a riecheggiare il mito delle incantatrici del golfo di Napoli.



Travel - 24/01/2017

Sir Peter Blake fa un mosaico sulla facciata del Mandarin a Londra

L’opera ‘Our Fans’ di Sir Peter Blake è stata installata sulla facciata di Mandarin Oriental [...]

Fashion - 12/12/2018

Orgoglio Italia, Prada a Londra è premiata ai British Fashion Awards

Come si fa a proclamare la Brexit quando è la cultura stessa dell'Europa a essere intimamente inter [...]

Society - 04/02/2016

Ferragamo porta fortuna a Sanremo

Facciamo un rapido conto: Gianni Morandi ha condotto brillantemente il Festival di Sanremo nel 2011 [...]

Top