Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 03/03/2020

Walead Beshty ha reso curatori e collezionisti d’arte immortali

Il fotografo ha rappresentato i professionisti del circuito artistico mondiale nel loro ambiente di lavoro. La mostra al MAST di Bologna.

A Bologna c’è fino al 3 maggio un’esposizione monografica di Walead Beshty, che raccoglie ritratti centinaia di addetti ai lavori del mondo dell’arte incontrati dal fotografo.

Sono tutti creativi e imprenditori per i quali l’abbigliamento professionale è segno distintivo, una sorta di tacito codice dell’anti-uniforme. Si vestono come vogliono ma fanno parte di un grande mondo che ruota attorno agli allestimenti artistici.

La mostra del fotografo americano  allestita nella Gallery/Foyer, raccoglie 364 ritratti, suddivisi in sette gruppi di 52 fotografie ciascuno: artisti, collezionisti, curatori, galleristi, tecnici, altri professionisti, direttori e operatori di istituzioni museali.

Mentre realizzava la sua arte o preparava le mostre, nel corso degli ultimi dodici anni, Walead Beshty ha fotografato circa 1400 persone con una macchina di piccolo formato e pellicola analogica di 36 mm, per lo più in bianco e nero. L’obiettivo di Behsty è quello di rappresentare le persone nel loro ambiente di lavoro, la loro funzione e il ruolo professionale che svolgono nel mondo dell’arte.

Kunsthalle Director (Direttore di spazio espositivo), Beijing, China, April 27, 20112011 courtesy of the artist and Regen Projects, Los Angeles © Walead Beshty.

Portraits. Artist (Artista), Santa Monica, California, April 11, 20092009 courtesy of the artist and Regen Projects, Los Angeles © Walead Beshty

Walead Beshty, nato nel 1976 a Londra (oggi vive a Los Angeles) inizialmente è diventato famoso per i suoi fotogrammi su larga scala, immagini apparentemente astratte che in realtà raccontano la storia della loro stessa creazione. Prodotte piegando ed elaborando la carta sensibile alla luce, le opere hanno colori generati dalle sostanze chimiche del processo di sviluppo. Poi nel 2006, per la sua serie “Travel Pictures” ha esplorato i danni che gli scanner a raggi X della sicurezza aeroportuale possono fare alle immagini.

Al MAST di Bologna UNIFORM INTO THE WORK/OUT OF THE WORK comprende una mostra collettiva sulle divise da lavoro nelle immagini di 44 fotografi e un’esposizione monografica di Walead Beshty.

Fondazione MAST
via Speranza 42
I-40133 Bologna



Leisure - 22/11/2019

Danila Mancuso a Malta: “La mia arte per imparare a tutelare la bellezza della natura”

Occasione unica a Malta da questa sera presso il Cavalieri Art Hotel, di ammirare le opere di Danila [...]

Leisure - 18/09/2018

Dopo Pechino Express avrete tutti il mal d’Africa

"Ho già il mal d'Africa e non vedo di tornare in Marocco" ci ha detto un entusiasta Costantino Dell [...]

Design of desire - 14/01/2017

Roberto Mosolo: “Così ho portato la pittura nell’illustrazione dei dischi”

C'era un tempo in cui la grafica pubblicitaria si faceva con foto, pennelli e forbici. E non è un t [...]

Top