Magazine - Fine Living People
Leisure

Leisure - 19/08/2018

Wki Loves Monuments al BASE Milano

Cosa sarebbe Wikipedia senza i suoi utenti? Lo stesso vale per il più grande concorso fotografico del mondo in esposizione a Milano fino al 24 agosto.

L’era della condivisione ha fatto la fortuna di entità oggi imprenscindibili come Wikipedia. Wiki Loves Monuments è il grande concorso internazionale che premia le fotografie di monumenti e le rende accessibili a tutti sui siti dei progetti Wikimedia, tra cui Wikipedia.
Fino al 24 agosto, gli scatti premiati per l’edizione 2017 del concorso sono in mostra presso BASE Milano, sede degli uffici di Wikimedia Italia e partner della competizione a partire dal 2016.

Anche quest’anno, come dal 2012, Wikimedia Italia promuove Wiki Loves Monuments, invitando tutti i cittadini a immortalare il patrimonio culturale italiano.
Tutte le fotografie verranno rilasciate con licenza libera e saranno pubblicate su Wikimedia Commons, il grande database multimediale di Wikipedia. Le istituzioni, pubbliche e private, possono aderire, autorizzando la pubblicazione delle immagini dei monumenti di loro proprietà su Wikipedia. È possibile partecipare al concorso solo con immagini di monumenti “liberati” dagli enti, presenti in una apposita lista creata da Wikimedia Italia.

La mostra sarà accessibile gratuitamente al piano terra dell’edificio dal lunedì al sabato dalle 9 alle 19 e la domenica dalle 12 alle 19 fino al 24 agosto 2018
Ingresso gratuito
BASE Milano, via Bergognone 34



Travel - 12/12/2019

Arabia Saudita, come si apre al mondo lo scrigno del deserto

Grazie al recente Campionato del Mondo di «Formula E», gli E-Prix, con prima tappa a Ryad, il mond [...]

Society - 09/12/2019

Al Claridge’s di Londra arriva la cucina di Daniel Humm. “Qui ho iniziato tagliando patate”

Da taglia verdure negli anni 90 quando era ancora un teen-ager, a responsabile di una nuova, eccitan [...]

Trends - 20/12/2016

Ivan Nossa: “La gratitudine ci rende migliori”

Stanchi dei soliti libri motivazionali, quelli che tutti etichettiamo come "americanate"? Abbiamo co [...]

Top