21 Maggio 2022

Y-40 The Deep Joy, la piscina termale più profonda al mondo è in Veneto

Si trova a Montegrotto Terme, in provincia di Padova. 42 metri di profondità e un tunnel sospeso nell’acqua che sfida le leggi della fisica.

21 Maggio 2022

Y-40 The Deep Joy, la piscina termale più profonda al mondo è in Veneto

Si trova a Montegrotto Terme, in provincia di Padova. 42 metri di profondità e un tunnel sospeso nell’acqua che sfida le leggi della fisica.

21 Maggio 2022

Y-40 The Deep Joy, la piscina termale più profonda al mondo è in Veneto

Si trova a Montegrotto Terme, in provincia di Padova. 42 metri di profondità e un tunnel sospeso nell’acqua che sfida le leggi della fisica.

Esiste dal 2014 e serve non solo a scopi ludici. Fa addestrare sommozzatori e funge da beneficio a chi vuole fare esercizi ginnici. Si tratta della piscina termale più profonda del mondo e si trova a Montegrotto Terme (Padova). La Y-40The Deep Joy, è una struttura che unisce non solo apnea o immersioni, ma che ogni giorno diventa un vero e proprio teatro subacqueo dove si incontrano arte, scienza, cultura, spettacolo, danza e divertimento. Battuta sul record della piscina più profonda in assoluto (se ne trova una a Dubai di 60 metri e una di recente apertura in Polonia), è tuttora quella con acqua termale più grande: 4300 metri cubi che vengono controllati costantemente per non interferire con la struttura che li contiene.

Il limite per le attività in piscina di addestramento di principianti è meno 50 metri. Ulteriori profondità sono appannaggio dei veri sommozzatori. La particolarità di questo luogo è che ci si può camminare dentro con un tunnel sospeso che è incredibilmente stabile e solido nonostante riceva costantemente pressioni da ogni parte. Una struttura del genere è anche difficile da manutenere: una sezione di depuratori costruiti ad hoc per queste dimensioni da ditte ingegneristiche ne assicura la purificazione, la temperatura costante che non deve eccedere un limite che interferisca con le attività e la pulizia. Curiosamente, da quando è stata aperta, la piscina non è stata mai svuotata completamente perché la struttura che la contiene potrebbe avere dei danni statici. Tutto, insomma, è retto da un solido e controllato equilibrio che fanno della meraviglia di Montegrotto, di cui attinge le preziose acque termali: un unicum a livello mondiale.

La piscina è il sogno in realtà di Emanuele Boaretto, grande appassionato di subacquea nonché architetto che, insieme alla famiglia, e con il contributo di professionisti esperti nelle varie discipline subacquee, in soli quattro anni riesce a concretizzare un progetto del tutto italiano. Una struttura aperta tutti i giorni per 11 mesi l’anno che, grazie alla temperatura dell’acqua termale (32-34°) e ai 60 metri di percorsi in grotte subacquee, è riuscita in breve tempo a destagionalizzare la subacquea, la speleosubacquea e l’apnea in tutta Europa.

Il fiore all’occhiello della struttura, oltre alla sua profondità di ben 42,15m (che le è valsa il titolo di piscina termale più profonda al mondo ai Guinness® World Record nel 2014), è il tunnel sotterraneo lungo ben 13 metri, l’unico al mondo sospeso e completamente immerso all’interno di una piscina di acqua termale.
È proprio grazie a queste sue particolarità che, sin dalla sua apertura, numerosi artisti, personaggi famosi, brand e sportivi si sono rivolti a vario titolo a Y-40 The Deep Joy, tra cui: Gianna Nannini e Ornella Muti, Diego Dalla Palma e Giuseppe Vessicchio, Porsche e Heineken, Umberto Pelizzari e Filippo Magnini.

La piscina termale è stata teatro di video musicali e di spettacoli ripresi dalle tv di tutto il mondo. Qui, Gianna Nannini con Coez.

Per esempio, il videoclip di “Motivo”, canzone di Gianna Nannini e Coez, è stato girato proprio a Y-40 The Deep Joy. Il brano, che cita “un’astronave, a un milione di anni luce da me” ha, infatti, trovato naturale collocazione in Y-40, dove è stata immersa la riproduzione in scala 1:1 del modulo lunare atterrato sulla Luna nel 1969 nell’ambito della spedizione Apollo 11, ricostruito in collaborazione con la NASA per il progetto Y-40 Dive me to the Moon.
Oppure la Deep House Desperados, festa ideata dal noto marchio di birra che, con l’ausilio e il prezioso know how del team Y-40, ha costruito la più profonda discoteca subacquea al mondo, dove giovani da tutta Europa hanno ballato sulle note della famosa DJ Peggy Gue. I fortunati partecipanti grazie alla tecnologia subacquea all’avanguardia SeaTREK hanno potuto ballare sott’acqua e ascoltare la musica in alta definizione. L’evento ha raggiunto 546 milioni di spettatori e ha permesso al marchio di avere un aumento del suo coinvolgimento del 981%.

L’unicità della struttura risulta evidente anche dallo slancio che la sua inaugurazione ha prodotto sul turismo termale della zona, tanto che, solo in questi primi anni di attività, si sono registrati visitatori provenienti da circa 100 paesi diversi nel mondo, tra cui Australia, Alaska, Cile, Filippine, Emirati Arabi, Malesia, Indonesia, Thailandia, Canada, Sudafrica, Giappone, Cina, Taiwan, Corea del Sud, Turchia, Messico, Stati Uniti.

IL TEATRO SUBACQUEO

Y-40 The Deep Joy dispone di molti spazi sommersi e non, in grado di renderla l’unica struttura al mondo capace di diventare un vero e proprio teatro subacqueo. La vasca, dal volume di un set cinematografico, è dotata di impianto stereo e numerosi agganci sott’acqua, grazie ai quali è possibile realizzare scene o allestimenti attraverso il posizionamento di luci o effetti speciali.
L’aspetto più importante però è quello del saper modellare la “forma dell’acqua”: creare bolle, maneggiare i tessuti sott’acqua e muoversi in modo sinuoso nonostante la profondità. Questo tipo di know how ha portato Y-40 alla realizzazione di progetti unici nel loro genere, come il famoso video “Tang’o”, una danza morbida e sensuale, un tango travolgente, eseguito sott’acqua in apnea alla ballerina spagnola Ariadna Hafez Navarro con la coreografia di Bastien Soleil.
L’incredibile performance subacquea che ha fatto il giro del mondo è stata eseguita a 10 metri di profondità e per realizzarla ci sono volute circa 600 immersioni in notturna della durata di circa un minuto e mezzo.

Nell’arco di questi anni di attività, molte società, nazionali e internazionali, hanno scelto Y-40 per organizzare i propri eventi o per sfruttare il loro esclusivo teatro sott’acqua, tra cui: Adidas, Ariete, BlackRock, Casio, Culligan, Cressi, Dyson, GoPro, Heineken – Desperados, Lemargo, Luisaviaroma, Miele, Officine Panerai, Porsche, Scubapro, Sector, Sundek, Yamaha – Blacksheep Team.

Oltre a essere iscritta al Guinness World Record come piscina termale più profonda al mondo, Y-40 The Deep Joy è stata anche teatro di record personali, tra cui quelli di: Alberto Calesella, che a gennaio 2016 ha sceso e risalito i 42 metri di profondità su una bicicletta; Ettore Pozzo, che a gennaio 2018 ha realizzato il maggior numero di anelli d’aria soffiati sott’acqua (43 cerchi); Marina Kazankova e Dmitrij Malasenko, che a dicembre 2018 hanno realizzato la più lunga performance di danza di coppia in apnea a -4 m (3 minuti e 28 secondi).
Sin dalla sua inaugurazione, molti tra i maggiori centri di medicina subacquea e iperbarica al mondo si sono rivolti proprio Y-40 per condurre i loro esperimenti. Queste continue richieste e attività hanno convinto la struttura a sviluppare Open Lab, un polo nativo di eccellenza aperto per la ricerca scientifica e tecnologica a cui fanno riferimento centri di ricerca e università provenienti da tutto il mondo.
Al momento, la ricerca sta spaziando tra le problematiche tipiche della subacquea, patologie specifiche come il diabete, la sperimentazione di nuovi materiali e apparecchiature utili al migliore svolgimento delle attività in mare e, soprattutto, i contesti applicabili al parallelismo con le attività nello spazio (come nel progetto spaziale Sky Scuba Space condotto in collaborazione con DAN Europe).
Ad oggi, i più importanti centri di ricerca e università che si sono rivolti a Y-40 sono: Università degli Studi di Padova (che condotto un’analisi particolare in cui sono stati fatti dei prelievi di sangue arterioso ad apneisti alla profondità di -40metri); Università degli Studi di Roma; Politecnico di Milano; Università la Sapienza di Roma; Marina Militare Italiana; London University; UC San Diego School of Medicine.
Y-40 rappresenta la condizione ideale per la ricerca scientifica subacquea non solo per la sua profondità reale e la temperatura che consente di rimanere in immersione a lungo, ma anche per l’assenza di correnti, e perturbazioni meteorologiche. Questo laboratorio subacqueo indoor, nel 2021 ha permesso all’INFN dell’Università degli Studi di Padova uno studio sui componenti elettronici dell’esperimento Juno (Jiangmeng Underground Neutrino Observatory), in costruzione in Cina, che diverrà il più grande osservatorio al mondo sui neutrini. La USA Navy ha scelto Y-40 per studiare la fisiopatologia degli atleti in apnea nel progetto di collaborazione tra Office of Naval Research, US Federal Agency, ed il dipartimento di scienze biomediche dell’Università di Padova diretto dal prof. Gerardo Bosco.
All’occorrenza, Y-40 si trasforma anche in un abisso acquatico sicuro per le esercitazioni professionali e l’addestramento subacqueo.
Diversi gruppi di forze armate e associazioni di volontariato si sono rivolte alla struttura per sfruttare la conoscenza dei suoi operatori in educazione acquatica e speleosubacquea, tra cui: l’Arma dei Carabinieri, l’Aeronautica Militare, l’Esercito Italiano, la Guardia di Finanza, la Marina Militare, la Polizia di Stato, il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, la Croce Rossa Italiana, la Protezione Civile e, oltre ai gruppi nazionali, anche l’Esercito degli Stati Uniti d’America.

La piscina termale Y-40 si trova nel parco dell’Hotel Terme Millepini, albergo a quattro stelle di proprietà della famiglia Boaretto, che dispone di piscine termali, SPA e un centro wellness.
Queste acque sono sfruttate per la balneoterapia, fangoterapia e terapia inalatoria, convenzionate con il Sistema Sanitario Nazionale, e sono preziose in quanto producono l’unico fango termale tutelato dal Brevetto Europeo che ha un’efficacia pari a quella del cortisone.
Grazie a questi suoi elementi distintivi e unici al mondo, Y-40 si è rivelata essenziale per lo sviluppo del turismo termale della zona, tanto da rendere il Comprensorio Euganeo il punto di riferimento per la subacquea mondiale e da diventare il diving center più grande in Europa per numero di ospiti e brevetti emessi.

Se Y-40 è considerata la piscina “regina” per le attività in apnea, numerosi sono anche i nomi degli sportivi da record che vi si sono immersi sin dall’apertura: Enzo Maiorca (primo uomo a superare i 50 e poi i 100 metri in apnea); Umberto Pelizzari (unico uomo ad aver effettuato almeno un record in ogni disciplina dell’apnea); Andrea Zuccari (record italiano di apnea No-Limits con 185 metri di profondità); Alexey Molchanov (apneista uomo numero uno al mondo); Alessia Zecchini (apneista donna numero uno al mondo); Ilaria Molinari (primatista nazionale di apnea divenuta poi la simbolica sirena di Y-40); Antonio Mogavero (istruttore presso la struttura e membro della Nazionale Italiana di Apnea Profonda FIPSAS).

Fotoservizio di Christian D’Antonio – The Way Magazine

Read in:

English English Italian Italian
Ti potrebbe interessare:

Cardi B, nuova stella urban

Il successo di Cardi B è inarrestabile. La nuova regina della scena urban mondiale ha ricevuto il premio come Best New

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Vuoi saperne di più?