12 Settembre 2023

Zanele Muholi, facce d’Africa al Kunstmuseum di Lucerna

La comunità omosessuale e queer del continente nero rappresentata in immagini di rara bellezza e intensità. Fino al 22 ottobre in Svizzera.

12 Settembre 2023

Zanele Muholi, facce d’Africa al Kunstmuseum di Lucerna

La comunità omosessuale e queer del continente nero rappresentata in immagini di rara bellezza e intensità. Fino al 22 ottobre in Svizzera.

12 Settembre 2023

Zanele Muholi, facce d’Africa al Kunstmuseum di Lucerna

La comunità omosessuale e queer del continente nero rappresentata in immagini di rara bellezza e intensità. Fino al 22 ottobre in Svizzera.

Impegnata nella sua terra natia, il Sud Africa, da artista, fotografa e attivista, Zanele Muholi è al centro di un grande interesse museale in quest’anno. Nella scorsa primavera un passaggio al Mudec di Milano ne ha rivelato il suo occhio critico e intimista, specie per i ritratti. Al Kunstmuseum di Lucerna, la personale è molto più ampia e rappresentativa della sua carriera fotografica. Sono esposte opere in numero assai superiore rispetto a Milano, e di notevole portata estetica.

La mostra al Kunstmuseum di Lucerna presenta per la prima volta il lavoro di Zanele Muholi in Svizzera. Fino al 22 ottobre 2023 al Kunstmuseum di Lucerna è visibile la mostra curata da Fanni Fetzer, Yasufumi Nakamori, con Senior Curator, Tate Modern.

Le fotografie in bianco e nero di Zanele Muholi (1972) sono ricche di contrasti. Muholi però non vuole mostrarci una realtà in bianco e nero, ma piuttosto il variegato spettro intermedio: le persone ritratte sono nere, lesbiche, gay, queer, trans, intersessuali e provengono dal Sud Africa, la patria di Muholi.
Lì molti di loro sono odiati, minacciati e perseguitati per queste qualità. Muholi si descrive come un “attivista visivo” e sfida il pensiero in categorie binarie – maschio/femmina, bianco/nero – con ritratti di persone che non si conformano alle aspettative e alle convenzioni comuni.
Non vediamo il dandy della pubblicità, ma una persona in abito dai lineamenti morbidi e dallo sguardo desideroso.
La scollatura di un’altra persona non è elastica, ma pelosa. Sebbene il mondo in bianco e nero sia altamente estetico, è tuttavia complesso.
Forse le immagini di Muholi sono così efficaci perché sconvolgono il nostro ordine e indicano che non possiamo usare il linguaggio per esprimere adeguatamente ciò che vediamo.
La mostra è la prima presentazione completa del lavoro di Zanele Muholi in Svizzera. vernissage Venerdì 7 luglio, dalle 18:00 a cura di Fanni Fetzer, Yasufumi Nakamori, curatore senior, Tate Modern sostenuto dalla Fondazione Landis & Gyr organizzato da Tate Modern, in collaborazione con Maison Européenne de la Photographie, Parigi, Gropius Bau, Berlino, Institut Valencià d’Art Modern, Valencia.

Contributo testo e foto di Gianni Foraboschi per The Way Magazine, 2023

Per info www.divers2023.ch

Read in:

admin

admin

Siamo una testata giornalistica di lifestyle maschile e femminile. Ci rivolgiamo a persone interessate alle novità anche di lusso, non solo di prodotto ma anche di tendenza e lifestyle. La nostra mission: celebrare l’ambizione puntando all’eleganza dei potenziali lettori “Millennial” (età 18-34).
Ti potrebbe interessare:

Ulturale, evento fashion a Varese

“Ulturale, realtà che dal 1980 esprime la più alta tradizione sartoriale italiana, promuove domani dalle ore 18.30 alle ore 21.30

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”