Magazine - Fine Living People
Luxury

Luxury - 12/04/2017

Evo WA, uno yacht italiano al Festival di Cannes

Le linee pulite ed essenziali del nuovo modello disegnato negli esterni dallo Studio Tecnico Rivellini, e negli interni da Valerio Rivellini

Il cantiere napoletano Evo Yacht si prepara a far esordire durante il Festival di Cannes 2017 il nuovo modello Evo WA.

“Evo WA è la nostra nuova sfida – commentano i fratelli Giuseppe, Alfredo e Rosario Mercuri, proprietari del brand Evo Yachts – Il nostro obiettivo è ampliare la flotta Evo, offrendo agli armatori la possibilità di scegliere lo yacht che meglio si adatta alle loro esigenze di vivere il mare. La customizzazione e la qualità restano i punti di forza del cantiere e caratterizzano anche Evo WA. Siamo convinti che le nostre scelte saranno premianti così come è accaduto con Evo 43”.

Le linee pulite ed essenziali e le soluzioni tecniche che permettono un ottimizzazione dello spazio di bordo accomunano questo nuovo modello disegnato negli esterni dallo Studio Tecnico Rivellini, e negli interni da Valerio Rivellini, con il fratello Evo 43’.

Evo WA

Sul nuovo 13 metri di Evo Yacht sarà possibile muoversi agevolmente tra la beach area di poppa e la prua della barca passeggiando intorno alla cabina di guida, Walk Araund è appunto il nome. Soluzione derivata dalle barche da pesca. Con l’Evo 43’ condividerà anche le sponde laterali “XTension” che aprendosi trasformeranno lo spazio di poppa a oltre 25 mq creando une vera terrazza sul mare. La terrazza, come buona tradizione, è arredabile secondo i gusti dell’armatore, chaise longue, cuscini prendi sole, scala da bagno, piattaforma tuffi o tender lift possono essere accompagnate da una cucina a scomparsa con piastre a induzione  o una griglia BBQ. La domotica facilita la vita di tutti i giorni nelle case moderne, così anche in barca conquista l’intero controllo della navigazione e delle funzioni base; WA è pensata anche per essere pilotata da armatori con poca esperienza grazie alla sua facilità di manovra anche in fase di ormeggio.

Il nuovo Evo WA è mosso da 2 motori Volvo Penta IPS 660 da 435 Cv, la carena è sviluppata con V profonda e un angolo deadrise di 18°; la velocità massima è stabilita a 40 nodi mentre quella di crociera si fissa a 32 nodi.



Luxury - 31/10/2018

Gli anni 70 in arte da Glenda Cinquegrana a Flashback Torino

Una porta veneziana rimaneggiata e dipinta a olio da Tancredi Parmeggiani nel 1955 è il pezzo forte [...]

Leisure - 07/05/2018

Taste of Milano, chef debuttanti e l’arena dei tifosi

I tifosi che sostengono gli amici in cucina sono una delle novità di questa nona edizione di Taste [...]

Society - 11/07/2018

Alireza Shojaian: “Così ritraggo il mondo arabo in trasformazione”

Ha 30 anni e un carico di mostre della sua arte davvero provocatorie. Si chiama Alireza Shojaian ed [...]

Top