Magazine - Fine Living People
Luxury

Luxury - 12/01/2021

I gioielli street-rock di Pietro Ferrante

La bellezza viene dalla strada. Lo dice il maestro di questo marchio che sostiene di trasformare il sentimento romantico in "Rock" con queste creazioni.

A Selva di Altino, in porvincia di Chieti, in Abruzzo, c’è un cuore che pulsa di creatività. Si tratta del cuore dei gioielli di Pietro Ferrante, brand che deriva dalla esuberante e dinamica filosofia di vita del suo creatore. La passione per la creazione di esclusive linee di gioielli e l’agilità con cui Ferrante spedisce in tutto il mondo (anche tramite whatsapp) è davvero impressionante.

Un’esperienza trentennale che ha fatto fare il giro del mondo alla manifattura abruzzese, mantenendo alti il prestigio del design italiano e l’eccellenza dell’handmade in Italy.

Il gioielliere, originario di Castel Frentano, ha una personalità estrosa e solare. Definisce le sue creazioni street-rock: “Anche i simboli propriamente romantici, nelle mie mani diventano rock. E’ il mondo che vivo ad essere rock. Rock è uno status, ognuno lo chiami come preferisce. Per qualcuno è punk per altri è dark, per i più giovani è rap, per me è Rock e viene dalla strada”.

Da sempre stato appassionato “di cose belle” e della moda, ha seguito corsi specifici in gemmologia, anche se ammette che “le cose le devi saper sentire anche senza attrezzi”. Si rifornisce dalla Borsa di diamanti di Anversa, in Belgio, Tel Aviv, Russia e India. Ha un passato da rappresentante che gli ha permesso di avere un’infarinatura commerciale, di conoscere il mercato, i prezzi e le tendenze. Nel suo dna la collaborazione con alcuni brand riconosciuti, e ora che li leggerete troverete le assonanze: John Richmond, Dsquared, Karl Lagerfeld, John Galliano e Cavalli che commissionano lavori in metallo come fibbie, accessori per borse e accessori per scarpe.

Pietro ha seguito il suo fiuto per il business, distogliendosi così dalle pietre preziose che tanto lo avevano affascinato e sul finire degli anni Novanta ha lanciato sul mercato la sua linea, chiamata My Philosophy. Lo scopo era quello di permettere ad ognuno di costruirsi un gioiello personalizzato e il successo è stato mondiale. L’oggetto era dotato di basi di silicone colorate e intercambiabili dal cliente, con una chiusura brevettata, in cui si potevano inserire delle fibbie d’argento o d’oro con diamanti per combinare simboli, per scrivere il proprio nome o parole.

L‘handmade accurato ed esperto infatti, rende i gioielli Pietro Ferrante portatori di una cultura e di un sapere antichi, in cui arte e tecnica, estro e rigore, cuore e mente si fondono in maniera unica e perfetta. E l’estensione a oggetti di arredo e design ha solo rafforzato questa filosofia.

Le creazioni Pietro Ferrante sono “nickel free” e ipoallergeniche in conformità alla norma Europea Reach 1907/2006 e sono garantite 24 mesi : è possibile sostituirle a seguito di qualsiasi problema.

Il creativo scrive: “Racconto il coraggio, la fede, la passione, l’anticonformismo, la creatività e l’orgoglio del made in Italy. Lo racconto al mondo e lo faccio con Velieri, Ancore, Teschi, Croci, Rondini, e Mitra. C’è spazio anche per i cuori e per le Regine perchè in fondo sono un romantico”.



Travel - 16/02/2018

A Siracusa si gioca a golf in una antica villa romana

La sicilia è una di quelle regioni italiane in cui s scopre sempre qualcosa di nuovo. Templi parchi [...]

Fashion - 30/09/2016

Atsushi Nakashima, a Milano Moda Donna Japan loves Italy

A Milano Moda Donna con la sfilata primavera/estate di Atsushi Nakashima, il Giappone ha dichiarato [...]

Leisure - 17/12/2020

Carlo Mey Famularo, da “Un posto al sole” a “Donna Nera”

Carlo Mey Famularo Carlo Famularo, in arte Carlo Mey, ha iniziato la sua carriera musicale nel 1991 [...]

Top