Magazine - Fine Living People
Luxury

Luxury - 31/10/2019

La bellezza degli orologi Patek Philippe gira il mondo

La tappa in Asia del colosso svizzero ha rivelato quanto i consumi di lusso siano spostati in quella parte del mondo. Dove c'è domanda di precisione.

Dopo Dubai nel 2012, Monaco nel 2013, Londra nel 2015 e New York nel 2017, Patek Philippe ha scelto Singapore come sede per la sua nuova mostra su larga scala, un evento con il quale può mostrare la sua esperienza e le sue creazioni. In dieci sale tematiche di 1800 m2, gli appassionati di arte orologiera superiore e il pubblico in generale possono immergersi nel mondo di Patek Philippe come se visitassero personalmente i saloni storici di Rue du Rhône a Ginevra, la manifattura di Plan-les- Ouates, o il Museo Patek Philippe. È un’opportunità unica per dare un’occhiata nel backstage dell’ultima manifattura orologiera indipendente a conduzione familiare. La mostra coincide con il lancio di numerosi orologi in edizione limitata e presenta anche una ricca collezione di orologi Rare Handcrafts ispirati alle tradizioni culturali e artistiche dei paesi di questa regione.
Un omaggio a Singapore e ai paesi vicini nel sud-est asiatico. Singapore e il Sud-est asiatico sono mercati estremamente importanti per Patek Philippe. In questa parte del mondo, l’arte e le abilità artigianali coltivate dalla manifattura di Ginevra sono molto apprezzate. Per deliziare gli intenditori di tali mestieri, Patek Philippe organizza la sua quinta mostra di orologi dal 28 settembre al 13 ottobre 2019, la più grande del suo genere in assoluto. Inutile dire che la “Mostra d’arte Grand Watch Singapore 2019” presenta anche una sala dedicata esplicitamente alla città-stato e ai paesi limitrofi insieme a una vasta selezione di orologi storici del Museo Patek Philippe di Ginevra.
In occasione del 200 ° anniversario di Singapore, Patek Philippe saluta la città-stato e i paesi limitrofi nel sud-est asiatico con un complesso espositivo appositamente nominato. Per questo scorcio nella storia, cultura, arte e dintorni naturali di una regione in cui è profondamente impegnata, la manifattura sta introducendo una selezione di orologi che in questa larghezza saranno uniti in un posto probabilmente per il primo e altrettanto probabile per l’ultima volta perché include mostre straordinarie in prestito da musei e collezionisti privati. Il ruolo di Singapore come snodo commerciale tra l’Estremo Oriente e l’Occidente è esemplificato in modo impressionante con un orologio da tasca di Ginevra che raffigura il porto di Canton in una pittura in miniatura su smalto; fu commissionato per il mercato cinese intorno al 1830 (S-112). L’orologio da tavolo a cupola Patek Philippe (riferimento 20074M) decorato con il motivo degli “ornamenti thailandesi” in smalto cloisonné infuso con lustrini d’argento rende omaggio all’eccezionale sensibilità estetica di questi paesi espressa da decorazioni architettoniche e tessuti tradizionali. Un paio di orologi pendenti a forma di pesca (S-303A-B) realizzati a Ginevra per il mercato cinese intorno al 1810 evidenzia l’unicità della flora e della fauna regionali. Le meraviglie del cosmo sottomarino possono essere ammirate in smalto cloisonné sul orologio da tavolo a cupola Patek Philippe a tema “Isola tropicale” (riferimento 20087M). Due degli orologi da tasca Patek Philippe (P-1457) in mostra una volta appartenevano al re Rama V del Siam (ora Thailandia); sottolineano l’unicità culturale della regione. La leggendaria dinamica del Sud-est asiatico con il suo futuro promettente è raffigurata su un orologio da tavolo a cupola Patek Philippe (riferimento 1677M) che è stato realizzato nel 2015 per commemorare il 50 ° anniversario dell’indipendenza di Singapore; mostra il famoso Esplanade.

IL MUSEO A GINEVRA – Inaugurato nel 2001, il Museo Patek Philippe di Ginevra è ora considerato uno dei principali musei di orologeria del mondo. Nelle dieci stanze tematiche, tutte con free admission, ci sono anche dei riferimenti all’anniversario della fondazione di Singapore e all’importanza del Sud Est asiatico per la maison. Alla mostra di Singapore, i visitatori hanno l’opportunità di ammirare alcuni dei suoi tesori, molti dei quali vere rarità. È la prima volta che un numero così elevato di orologi lascia la propria casa sul Lago di Ginevra per essere esposto all’estero. Come il museo di Ginevra, la Sala dei musei ha due dipartimenti. La “Collezione antica” mostra un panorama della storia dell’orologeria con alcuni dei primi orologi portatili, tra cui un orologio per batteria prodotto a Norimberga (S-892 / Germania) nel 1548, orologi da tasca smaltati, automi musicali e orologi degli atelier dell’Europa orologiai più illustri. La “Collezione Patek Philippe” mostra una sezione trasversale delle più belle creazioni della manifattura dal 1839 ad oggi, incluso l’orologio da tasca che Antoine Norbert de Patek ha ottenuto nel 1842 per il suo trentesimo compleanno (P-1), il primo orologio da polso fabbricato in Svizzera ( P-49/1868), il primo orologio da polso documentato con un calendario perpetuo (P-72/1925) e alcune delle supercomplicazioni più famose come il Calibre 89 (l’orologio meccanico portatile più complicato del mondo da oltre 25 anni), e lo Star Caliber 2000 (21 complicazioni).



Leisure - 15/02/2017

Yoshie Nishikawa, la via delle foto da Oriente a Occidente alla Bocconi

Ha girato il mondo ma non ha mai perso lo spirito giapponese che ha dentro di sè, nei suoi modi di [...]

Leisure - 27/08/2019

L’arte al V&A di Londra, grandi arrivi per il 2020: Giappone, Iran e Rinascimento

Il V&A Victoria & Albert Museum di Lodnra, è il più grande museo di arte e design del mond [...]

Society - 05/12/2018

Carlo Vanoni: vi spiego come l’arte è una caramella

Tutto è partito da un cumulo di caramelle viste al MoMa, uno dei più importanti musei d'arte moder [...]

Top