17 Settembre 2023

Lady Anne di Rolex vince la Monaco Classic Week 2023

Con 130 barche da tutto il mondo, i premi agli chef e al concorso d'eleganza con Principe Alberto II e Allegra Gucci.

17 Settembre 2023

Lady Anne di Rolex vince la Monaco Classic Week 2023

Con 130 barche da tutto il mondo, i premi agli chef e al concorso d'eleganza con Principe Alberto II e Allegra Gucci.

17 Settembre 2023

Lady Anne di Rolex vince la Monaco Classic Week 2023

Con 130 barche da tutto il mondo, i premi agli chef e al concorso d'eleganza con Principe Alberto II e Allegra Gucci.

La Lady Anne è la grande vincitrice della Monaco Classic Week 2023 appena conclusasi nel Principato di Monaco.

Un totale di 130 barche sono state invitate alla 16a Monaco Classic Week-La Belle Classe, una biennale lanciata nel 1994 che comprendeva circa 40 yacht a vela classici, una dozzina di yacht a motore, oltre 60 barche a motore d’epoca e 20 dei 12 ‘Lezione di gommone. Tutti hanno fatto di tutto per sedurre la giuria presieduta da Sir Robin Knox-Johnston e il pubblico che è stato libero di passeggiare per il villaggio e ammirare le barche durante l’incontro. “Questo evento è parte integrante delle nostre tradizioni e dei nostri valori. Le barche invitate hanno tutte un loro fascino e sono già dotate di un certo livello di tecnologia dell’epoca in cui furono costruite. È quindi nostro dovere fare tutto il possibile per loro affinché continuino a resistere alla prova del tempo come si addice al loro design originale”, afferma il segretario generale dello Yacht Club de Monaco, Bernard d’Alessandri.

La tradizione sotto i riflettori
Quattro giorni all’insegna di una certa “Art de Vivre la Mer” che hanno alternato sfide nautiche, verifiche tecniche per il miglior restauro e concorsi culinari, artistici ed di eleganza in mare e a terra. La folla venuta ad ammirare le barche d’epoca nella Marina YCM si è meravigliata anche della BMW 327 coupee del 1937 sulla banchina accanto a una BMW R71 del 1938, partner ufficiale di YCM, e un affascinante Riva del 1947 di Carlo Riva. Tutto rappresenta un certo stile di vita e glamour che ha catturato la curiosità sia dei visitatori che degli equipaggi. Tra i momenti salienti di questa 16a edizione c’è stata la presenza della magnifica Elena of London (41,60 m), Creole, la goletta a tre alberi del 1927 considerata un capolavoro di Charles Nicholson, e Black Swan (33,41 m), un ketch aurico del 1899 varato nel 1899. , costruito da Camper & Nicholsons e ristrutturato nel 2019. La splendida Atlantic (56,43 m) è arrivata in tempo per completare questa leggendaria flotta, poiché questa replica della famosa goletta a tre alberi celebra il suo 120° anniversario.

Il Principe Alberto II di Monaco con Allegra Gucci per il concorso d’eleganza delle barche.

Il Lady Anne’s ha ottenuto il maggior numero di voti dalla giuria
La grande vincitrice di questa edizione è The Lady Anne (1912), una delle ultime tre barche 15M IR ancora in navigazione insieme alle ammiraglie della YCM Tuiga (1909) e Mariska (1908) che hanno accolto a bordo una delegazione del Manhattan Yacht Club guidata dal suo Il commodoro Michael Fortenbaugh.
Commissionata da George Coats e costruita nel famoso cantiere della famiglia Fife nel minuscolo villaggio scozzese di Fairlie da William Fife III, la Lady Anne navigò con un armo bermudiano fino agli anni Venti, per poi diventare un ketch utilizzato durante la Seconda Guerra Mondiale per trasportare munizioni. Dopo diversi anni in Spagna, la Lady Anne è stata scoperta nel fiume Hamble in Inghilterra e completamente restaurata da Fairlie Restoration vicino a Southampton. Il Monaco Classic Week Trophy non tiene conto solo dei risultati delle regate, ma della qualità del restauro valutata da una giuria di esperti che ne verifica la fedeltà ai progetti originali, ai materiali utilizzati per costruire la barca e alla conoscenza di chi che li hanno restaurati. “Questo evento è unico nel suo genere in quanto riunisce gli yacht più belli di Monaco in modo che il pubblico possa vedere com’era lo yachting cento anni fa. Se non preserviamo la nostra storia, cosa ci resta? La storia può dirci come sarà il futuro”, afferma Sir Robin Knox-Johnston, presidente della giuria e primo uomo a fare il giro del mondo in solitaria senza scalo.

Mostra del Principe Ranieri III: rassegna di yacht eccezionali
Per celebrare il centenario della nascita del Principe Ranieri III, fondatore dello Yacht Club de Monaco nel 1953, durante la Monaco Classic Week è stata allestita un’esclusiva mostra di foto inedite. Intitolata “Il Principe e il Mare”, la retrospettiva era aperta al pubblico e metteva in risalto alcune delle 15 imbarcazioni che componevano la collezione del Principe Ranieri che negli anni del dopoguerra diedero un nuovo impulso alla nautica da diporto. Il Presidente dell’YCM, SAS il Principe Alberto II, ha visitato il villaggio sabato 16 settembre, prendendosi il tempo per ammirare tutte le barche ormeggiate nella Marina dell’YCM e immergendosi nella storia della sua famiglia visitando la mostra nella Sala Riunioni dell’YCM.

Avanti tutta
La numerosa flotta di circa 60 barche a motore, con le loro vernici scintillanti, è partita per una memorabile uscita in mare, facendosi strada tra la flotta di barche a vela classiche, guidata da una trentina di Riva con Lia Riva in testa sull’Aquarama Lipicar. “C’è un legame antico e forte tra Riva e Monaco”, ha commentato la figlia di Carlo Riva, Ingegnere di Sarnico, “da quando mio padre arrivò qui e con il Principe Ranieri decise di scavare un tunnel nel Rocher e costruire dei pontili galleggianti per Porto La magnifica baia di Ercole”. I motoscafi hanno inoltre partecipato ad un’insolita caccia al tesoro tra Roquebrune-Cap-Martin e Cap d’Ail. Armati di una carta nautica, hanno dovuto posizionarsi in punti particolari sui promontori trasmessi dall’organizzazione e scattare una foto per dimostrare di aver trovato i punti giusti. A questa nuova iniziativa sono stati invitati a prendere parte anche una dozzina di motoryacht d’epoca.

L’eleganza è al centro dell’attenzione
L’eleganza è stata protagonista dell’ultimo giorno della Monaco Classic Week per il Concorso d’Eleganza con una giuria presieduta da Allegra Gucci. Barche a vela classiche, barche a motore e yacht a motore sono stati rinnovati per essere esaminati dalla giuria. “Queste magnifiche barche sono il risultato della passione del loro proprietario ed è come se stessimo perpetuando un patrimonio”, ha affermato Allegra Gucci, proprietaria di Creole. La Giuria li ha valutati per l’etichetta, lo stile e un certo rispetto per il buon vivere e la condotta in mare. In collaborazione con BMW, i premi dell’eleganza sono stati assegnati a: Yacht a vela – Oriole (1905); Yacht a motore – Italica (1964); Barche a motore: Albatros (1955).

Concorso tra chef: Sally incanta le papille gustative
Molti equipaggi e armatori hanno partecipato al Concorso degli Chef. A tutti è stato dato lo stesso paniere di ingredienti misteriosi e hanno avuto diverse ore per preparare un antipasto a base di aragosta e un piatto principale di rombo e verdure della Riviera, il tutto ravvivato dallo champagne Moët Impérial Brut. Il vincitore è stato il motoryacht Sally, seguito dallo yacht d’epoca Barbara del 1923 e poi Stalca, un motoryacht appartenuto al Principe Ranieri III e nominato in base alle prime due lettere dei nomi dei suoi tre figli.

Sotto la supervisione di Simon Ganache (Events Chef dell’YCM), la giuria di quest’anno era presieduta da Philippe Joannes, Meilleur Ouvrier de France e tre stelle Michelin insieme a Joël Garault, presidente dell’associazione Monaco Goûts et Saveurs, Christian Garcia, chef del Palace e Frédéric Ramos, Executive Chef del Novotel Monte-Carlo. Poiché viene giudicata anche l’arte della presentazione e del servizio, il concorso fa eco ai corsi gestiti dal centro di formazione La Belle Classe di YCM. L’anno prossimo, il 4 aprile 2024, sarà il turno degli chef di superyacht di dare spettacolo all’annuale Superyacht Chef Competition.

Dopo una settimana immersa nel patrimonio marittimo, lo Yacht Club de Monaco si rivolge al futuro della nautica da diporto il 24 e 25 settembre in occasione del 3° Monaco Smart & Sustainable Marina Rendezvous organizzato da Monaco Marina Management con l’obiettivo di incoraggiare la progettazione e lo sviluppo di porti turistici virtuosi in relazione all’intero ecosistema e alla sostenibilità.

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Moda sostenibile, l’esperienza italiana

Importante è accrescere la sensibilizzazione della matrice sostenibile anche all’interno stesso del fashion business. Lo approfondisce nel libro “Moda sostenibile”

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”