Magazine - Fine Living People
Luxury

Luxury - 02/11/2016

T Fondaco apre a Venezia, il polo del lusso nel palazzo storico

Oltre 65 boutique, un ristorante stellato, mostra d'arte e vista impareggiabile. Succede nel centro della Laguna, in un palazzo del 500.

T Fondaco è il nome dei 7mila mq di boutique di lusso aperti a Venezia nell’ex palazzo storico delle Poste Venete. Al magnificente mall si arriva attraversando il ponte di Rialto, con la facciata prinicpale che va su Canal Grande. Il Fondaco Tedeschi era il palazzo dove i commercianti d’oltralpe avevano le loro riserve. La T aggiunta oggi dovrebbe indicare “Traveller”.

Fondaco Tedeschi: perché era un magazzino degli stranieri in città. (foto: Giuseppe Sirni per The Way Magazine).

Fondaco Tedeschi: perché era un magazzino dei commercianti germanici in città. (foto: Giuseppe Sirni per The Way Magazine).

Entrando, il pozzo al centro della corte fa da spartiacque per i piani di lusso e shopping che vi attendono. C’è subito un dettaglio di raffinata eleganza: il bar ristorante Amo dei fratelli Alajmo appena entrati. I negozi chiamati a riempire questo patrimonio storico dell’italianità nel mondo, sono perlopiù colmi dell’attrattiva creativa che cercano da noi gli stranieri. Tanto stile, moda, lusso. Sono divisi per categorie, senza insegne monomarca: beauty, watch, jewelery. Tutto di target atlissimo come voluto dal Dfs Group, che è la maggior destinazione turistica del mondo del lusso, visto che si occupa di riempire di boutique sfavillanti le lounge degli aeroporti.

E c’è anche un occhio all’arte: all’ultimo piano, al momento sono esposte le videoinstallazioni di Fabrizio Plessi, artista emiliano celebratissimo ovunque, che ha donato il suo ciclo Under Water. Dal piano della sua mostra si accede alla terrazza che offre una splendida vista sulla città della Laguna e quando il tempo permette, fino alle Dolomiti.

Il nuovo centro firmato Dfs attende 2 milioni di visitatori l’anno e vuole proporsi come un polo aggregativo di gusto (premium food e artigianato locale di classe sono tutti rappresentati) e di cultura per i veneziani, non solo per i turisti.

COME RINASCE – Dal 2008, data dell’acquisizione dal Demanio, il palazzo cinquecentesco Fondaco dei Tedeschi è stato oggetto di ristrutturazione per diventare il nuovo polmone commerciale della città con 65 boutiques di griffe.

Il restauro è firmato dallo studio Oma dell’archistar Rem Koolhass, il nome di punta della riqualificazione urbana di Rotterdam. Soprintendenza di Venezia e designer hanno lavorato a stretto contatto per una corretta realizzazione del tutto. Il palazzo era stato devastato da un incendio nel 1200 e poi rifatto nel 1500, restauro di cui conserva i tratti peculiari. Certo, ci sono le scale mobili rosse a dare l’idea che si tratta pur sempre di un intervento contemporaneo, ma la vivibilità della terrazza e il rispetto dei pregevoli merli del palazzo fa perdonare tutto.

Fotoservizio da Venezia: Giuseppe Sirni

Per saperne di più, qui



Society - 19/06/2018

MSC Crociere, il varo con i vip e i piani di espansione

MSC Seaview, la nuova ammiraglia di MSC Crociere, è stata battezzata a Genova nel corso di un event [...]

Society - 04/11/2017

Il perché di Riccanza2

Diciamoci la verità: criticarli e polemizzare con la loro ostentazione è il nuovo sport degli uten [...]

Travel - 21/07/2019

“Percorsi” una app per i vini d’Abruzzo e i territori da scoprire

L’Abruzzo può essere suddiviso in due zone: quella interna montuosa, che si distingue per un clim [...]

Top
Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e sezioni extra che stiamo sviluppando. Obbiettivo: sorprendere i nostri lettori nel corso del 2021!