Magazine - Fine Living People
Luxury

Luxury - 07/09/2016

Vicenza Oro, anche i gioielli seguono il trend naturale (ma prezioso)

I dettami per essere belli e alla moda? Passato, futuribile, poesia, sostenibilità. Tutto nelle creazioni viste alla recente fiera.

A Vicenza Oro, la fiera internazionale del gioiello che si conclude oggi, il trend della gioielleria per il 2018 è stata l’imperante semplicità.

Dal Trendvision Jewellery+Forecasting, l’Osservatorio indipendente di Fiera di Vicenza emerge il tratto comune che tutti i produttori annunciano per le proposte del futuro: naturalezza, poche elaborazioni, molti materiali naturali, colori che richiamano ancora all’Art Deco. Poi ci sono quei riferimenti, più che altro suggestioni, che i produttori indicano: gli scenari previsionali per le stagioni 2018 sono “Sustainable Harmony”, “Preserving our Heritage”, “Searching for Poetry”, “Futurama”.

SUSTAINABLE HARMONY fa rima con Less is More: è il megatrend che identifica il consumatore The Digital Modernist. Amante della tecnologia e di uno stile di vita sano, si batte per un ambiente migliore per ottenere un futuro sostenibile. La gioielleria sarà quasi Arte da indossare. Dominano le catene sottili con diamanti sospesi in puro gusto anni ‘70.

PRESERVING OUR HERITAGE. Le creazioni di questo megatrend risentono dell’eco gotica e rinascimentale e sono caratterizzate da elementi favolistici ed esoterici come croci, amuleti, talismani e numeri fortunati. Qui ricadono i romantici appassionati di storia dal gusto maturo, sofisticato e giocoso.

SEARCHING FOR POETRY è il megatrend che rappresenta il profilo del consumatore The New Globalist, un mix tra un moderno hippie e un digital boho, un viaggiatore fisico e digitale che sostiene gli artigiani e i prodotti hand-made che possono essere sviluppati con il supporto della tecnologia come le stampanti 3d, i laser cutting, la stampa digitale, incisioni e fotografia.

vicenza oro

Imprenditore, scienziato, artista ed esploratore: The Retro -Futurist è il profilo del consumatore dell’ultimo megatrend, FUTURAMA, dove si fondono tecnologia, fantasia e introspezione che si sintetizza in un gusto cyber glamour, fatto di palette cromatiche elettriche e materiali come la nano-ceramica.

DETTAGLI – A Vicenza Oro Yvone Christa dagli Usa ha presentato sottilissimi fili di filigrana lavorata ad arte, richiamandosi all’antica arte veneziana. Le creazioni sbocciano in fiori preziosi. La maison ha portato floral design da gioielleria che ha stupito con effetti retrò e tratti leggeri in bracciali, pendenti, collane, orecchini, da tonalità cromatiche a luce soffusa per un lussuosissimo affresco floreale prêt-à-porter.

La griffe nata a Los Angeles dall’unione di due stiliste svedesi (Yvonne Clamf e Christina Söderström, da cui il nome del brand) è celebre per aver abbellito con le sue creazioni le star di due serie televisive di enorme successo come “Beverly Hills” e “Melrose Place”. Le stiliste sono entrate nel cuore anche di Jennifer Aniston. Successo meritato e anche un po’ italiano, visto che il loro gusto risente dell’italianità orafa perché le due creatrici hanno frequentato a Roma la Scuola di design.

Per info sulla fiera Vicenza Oro, qui.



Fashion - 21/06/2019

“Bob Krieger imagine”, quando la moda veniva fotografata in analogico

Tra le vie del Quadrilatero della Moda, nella cornice dello storico Palazzo Morando | Costume Moda I [...]

Design of desire - 04/10/2017

Utagawa Kuniyoshi, la mostra per capire da dove arrivano i manga

Nell'800 sfidava anche la censura del governo giapponese sulle sue stampe. Utagawa Kuniyoshi è davv [...]

Design of desire - 05/04/2019

I 200 anni di Thonet alla Milano Design Week 2019 a Brera

Thonet celebrerà 200 anni di attività dalla sua fondazione con una retrospettiva curata dallo st [...]

Top