2 Gennaio 2023

Alberto Quadrio e Cesare Murzilli, nuove bontà a Milano

Un nuovo punto di riferimento dalla colazione al dopo cena per la clientela internazionale del Quadrilatero della moda. E non solo.

2 Gennaio 2023

Alberto Quadrio e Cesare Murzilli, nuove bontà a Milano

Un nuovo punto di riferimento dalla colazione al dopo cena per la clientela internazionale del Quadrilatero della moda. E non solo.

2 Gennaio 2023

Alberto Quadrio e Cesare Murzilli, nuove bontà a Milano

Un nuovo punto di riferimento dalla colazione al dopo cena per la clientela internazionale del Quadrilatero della moda. E non solo.

Due nomi stanno per portare nuove bontà culinarie nel cuore della capitale morale d’Italia. A Milano il place to be del momento, all’interno del Quadrilatero della moda, affacciato sulla sua piazza più grande che si trova all’interno della destinazione Portrait Milano, nasce 10_11 (“Ten Eleven”), un luogo che mette a disposizione dei milanesi e degli ospiti della città, i suoi ambienti eclettici.

Si tratta di un bar, ristorante, giardino e porticato, che in questo luogo si combinano fin quasi a fondersi, valorizzando l’architettura imponente dell’ex Seminario Arcivescovile, attraverso la scelta di preziosi e ricercati dettagli.

10_11 si propone di essere manifesto della grande ospitalità italiana: una cucina ispirata alla tradizione lombarda (ma non solo), dai sapori decisi e riconoscibili, che «evocano un ricordo», ed una mixology che fa dell’evoluzione del rito italiano – e milanese – dell’aperitivo, il suo DNA.

I mondeghili, il riso al salto con ragù di ossobuco in gremolada, il vitello tonnato, il filetto di manzo in crosta e la zucca al forno sono solo alcuni dei piatti che allietano gli ospiti del 10_11. E poi i dolci, anch’essi semplici e immediati, nella loro versione più classica, come la torta di mele e salsa di vaniglia o l’amor polenta

Il tutto naturalmente da condividere, per un’esperienza gastronomica dal calore autentico, di vera convivialità, che richiama alla mente ricordi indelebili di pranzi domenicali e di giornate di festa in famiglia, con piatti da portata e zuppiere posti al centro della tavola, per gustare sapori autentici. A fare la differenza non sono solo le formule che invitano allo sharing, ma è il fattore umano, valore che da sempre ha contraddistinto il Brand Portrait e che in 10_11 trova una nuova forma di espressione. 

Il giovane chef Alberto Quadrio è stato scelto per capitanare questo nuovo ambizioso progetto, supportato dalla squadra e dall’esperienza di Identità Golose e dal Coach Andrea Ribaldone.

Da sinistra, piatto di riso al salto con ragù di ossobuco in gremolada, e “la mia idea di pasta in bianco” a opera di Alberto Quadrio.

ALBERTO QUADRIO EXECUTIVE CHEF

Alberto Quadrio, classe 1990, piemontese, originario di Gattinara in provincia di Vercelli.

La sua carriera è puntellata di grandi nomi del panorama internazionale, come Gualtiero Marchesi ai tempi de Il Marchesino, Yoshihiro Narisawa a Tokyo, Oriol Castro a Barcellona, Rasmus Kofoed al suo Geranium a Copenaghen e ancora Pietro Leemann, Andrea Migliaccio, Andrea Torretta, Norbert Niederkofler e Alain Ducasse.

Esperienze estremamente diverse dalle quali trae ispirazione per coltivare una sua idea di cucina spontanea, ma che può contare su una grande tecnica, proprio come apprende in Oriente. Alberto costruisce il suo stile che rimane in ogni caso fedele alla cucina tradizionale italiana, veritiera, sana, emozionale e soprattutto buona e profonda.


Nel 2020 rientra in Italia presso Cucine Nervi all’interno delle omonime Cantine. Non è nient’altro che il trampolino di lancio per il nuovo, ambizioso progetto gastronomico di Portrait Milano

Oggi Alberto Quadrio è Executive Chef del ristorante casual dining 10_11 e del ristorante gastronomico che inaugurerà nel febbraio 2023.

La sua attività presso Portrait Milano e l’ideazione del concept di cucina che qui viene proposto hanno potuto contare sul supporto e collaborazione di Identità Golose e del Coach Andrea Ribaldone.

Un concept italiano che rientra pienamente nella visione di Quadrio che in 10_11 intende celebrare il valore della sostenibilità, non solo nell’attenzione a minimizzare gli sprechi (si pensi al suo piatto iconico La mia idea di pasta in bianco che fa un utilizzo completo del parmigiano), ma anche e soprattutto quello della sostenibilità sociale, nel suo essere aperto a tutti, con una proposta semplice ed immediata. 

La maestria di Cesare Murzilli: torta alla nocciala e Amor Polenta, dolce rivisitazione del classico lombardo.

CESARE MURZILLI PASTRY CHEF

Cesare Murzilli, romano, dopo gli studi universitari in medicina, decide di cambiare carriera e dedicarsi completamente alla sua grande passione: la pasticceria. 

Inizia la sua esperienza nelle cucine di alcuni importanti ristoranti italiani: Osteria Arbustico a Paestum, Ristorante Metamorfosi a Roma, Joia ristorante vegetariano a Milano. 

Il suo forte desiderio di migliorare lo porterà a collaborare con numerosi maestri pasticceri tra cui Denis Dianin, dove affinerà l’arte pasticcera.

Nel 2018 l’incontro con il campione del mondo di pasticceria Emmanuele Forcone segna la sua svolta professionale. Nasce con lui una collaborazione che lo porterà a girare il mondo affiancando Emmanuele nelle docenze e consulenze sia nazionali che internazionali e allo sviluppo di numerosi progetti insieme, tra cui Pastry Video Book, piattaforma di formazione online completamente dedicata alla pasticceria. 

A settembre 2021 cura l’apertura dell’hotel W Roma come responsabile di pasticceria occupandosi della parte dolce, dalla colazione alla cena, in collaborazione con Fabrizio Fiorani. 

Oggi Cesare Murzilli lavora al fianco dell’Executive Chef Alberto Quadrio in qualità di Pastry Chef del ristorante casual dining 10_11 e del ristorante gastronomico di prossima apertura (febbraio 2023), entrambi all’interno del progetto Portrait Milano.

Il nome stesso di questo ristorante è indicazione -del resto- del punto di raccordo e incontro tra due anime della città, rappresentate dai due civici di Via Sant’Andrea 10 (intima e raccolta, esclusiva ed elegante, massima espressione di quella italianità con allure internazionale) e Corso Venezia 11 (aperta, inclusiva e proiettata direttamente al cuore di Milano). 

Questo luogo così centrale e strategico non poteva che designare il ruolo di connettore e di matchmaker del 10_11, la cui ambizione è quella di far sentire ogni ospite a casa: un luogo vocato a diventare punto di riferimento e incontro dei milanesi dalla prima colazione al dopo cena, quanto luogo di continua scoperta per una clientela nazionale ed internazionale che nel viaggio ricerca meraviglia ed arricchimento.

I suoi arredi -firmati dall’architetto Michele Bonan e frutto del lavoro di abili artigiani italiani- raccontano della sua ambizione di fungere da polo di connessione sinergica tra Milano ed il mondo, portando fuori ciò che è dentro e dentro ciò che è fuori.

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Paolo Pecora punta ai gentlemen

Da secoli gli uomini si riuniscono in gentlemen clubs, ci vanno per giocare, bere, fumare, leggere i giornali, per parlare

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”