29 Settembre 2023

Loreen Monee, sogni e certezze di una modella in ascesa

La modella tedesco-albanese oggi lavora per la Identity a Milano. E del suo carattere dice: "Gioia di vivere e disponibilità all'ascolto mi guidano".

29 Settembre 2023

Loreen Monee, sogni e certezze di una modella in ascesa

La modella tedesco-albanese oggi lavora per la Identity a Milano. E del suo carattere dice: "Gioia di vivere e disponibilità all'ascolto mi guidano".

29 Settembre 2023

Loreen Monee, sogni e certezze di una modella in ascesa

La modella tedesco-albanese oggi lavora per la Identity a Milano. E del suo carattere dice: "Gioia di vivere e disponibilità all'ascolto mi guidano".

Loreen Monee ha iniziato la sua carriera da modella ad Amburgo, Germania, ma oggi fa il giro delle fashion week nel mondo indubbiamente grazie alla sua bellezza. E anche per merito di una personalità intrisa di bellezza, determinazione e una peculiare attitudine alla vita. Loreen Monee è una modella dai lineamenti sottili ed uno sguardo intenso, messo in risalto da folte sopracciglia scure che incorniciano due occhi profondi. Lei, nonostante si scusi in anticipo per il suo italiano, sorprende per la proprietà di linguaggio e la pacatezza con cui si racconta. Bastano pochi minuti per capire che Loreen è molto più che una bella ragazza e quello che ha dentro è, forse, ancora più sorprendente del suo aspetto fisico. Una giovane donna determinata, che disegnava farfalle.

Ciao Loreen, che origini hai e dove hai vissuto?

Mio padre è italo tedesco e mia mamma albanese, sono nata inGermania la Vigilia di Natale. Già da piccola ero affascinata dalle gigantografie che vedevo per strada, con donne bellissime. La moda era la mia passione e crescendo ne comprendevo sempre di più l’importanza. La sua storia e il fatto che, in fondo, esiste da sempre come l’esigenza dell’uomo di coprirsi mi affascinano. A sedici anni, mia mamma ha cominciato ad accompagnarmi nelle prime agenzie e a diciotto, mi sono trasferita a Milano.

La famiglia che ruolo ha avuto nella tua carriera?

È stata fondamentale. Quando mi sono trasferita a Milano per lavoro, tutta la mia famiglia è venuta con me, non solo i miei genitori ma anche i miei zii. Questa è stata la mia più grande fortuna, la cosa che apprezzo davvero con tutto il cuore. Se mi si chiede se sono ricca, rispondo sì: la mia famiglia è la mia ricchezza. Ho perso mio papà da poco che era molto fiero del mio lavoro, si commuoveva nel vedermi sui cartelloni pubblicitari. Ogni volta che faccio un nuovo lavoro o affronto un provino, sono certa che sia accanto a me e che sia lui a darmi la forza e la concentrazione giusta per riuscire. Senza la mia famiglia, non sarei quella che sono.

Loreen Monee evento The Closet, foto Identity Booking & Management per Maison Hobbas.

Da bambina hai cominciato a sognare di fare questo mestiere. Se potessi, con una magia, ritrovare quella bambina, che cosa le diresti?

Loreen, rimani forte…va tutto bene. Passo dopo passo, stiamo raggiungendo il nostro obiettivo come la mamma ha sempre detto, ci vuole tempo e determinazione. Da bambina volevo tutto e subito, oggi le direi che deve pazientare e che le cose più belle arrivano con il tempo. Stai tranquilla e felice, non preoccuparti del futuro, tutto andrà bene. Vivi il momento, non ti preoccupare per il futuro. Pensa alla rosa, deve essere curata, innaffiata, riparata dal vento e non si può far crescere in fretta. Ero molto timida da bambina, ma vorrei dirmi, rimani come sei, non ti preoccupare. Prima avevo paura di dire la mia, ora non più. Sono stata vicina a mio papà fino all’ultimo respiro, gli ho tenuto la mano fino alla fine. Oggi non ho più paura di niente, alla me bambina, direi di non avere paura.

La prima volta che hai sfilato, realizzando il tuo sogno, cosa hai provato?

Mi sono sentita come una farfalla, quelle che amavo disegnare da bambina. Ho provato una felicità incredibile nel vedermi dappertutto su quelli stessi cartelloni che mi facevano sognare da bambina.

Loreen Monee evento The Closet, foto Identity Booking & Management per Maison Hobbas.

Ti sei paragonata ad una farfalla. È perché la carriera della modella è breve?

Sì, è una carriera piena di colori, ma anche breve come la vita della farfalla. Ma credo che tutto dipenda da quello che durante quella carriera riesci a tirare fuori da te, io cerco sempre di tirare fuori il meglio. La mia passione è anche disegnare, ho cominciato a studiare anche se in questo momento, mi voglio dedicare del tutto al presente, arriverà il tempo per studiare e fare il mio brand. Non ci sono limiti di età per fare moda e questo è bellissimo.

Come immagini il tuo futuro?

Amo la moda e vorrei rimanere in questo campo, magari con un mio brand. Mi piace pensare che le mie idee, il mio stile possano diventare qualcosa di più; immagino di diventare una business woman e trasformare i miei sogni di bambina, in progetti concreti e reali con cui realizzarmi.

Qual è il complimento più bello per te?

Il complimento più bello è sentirmi dire che sono bella dentro. I miei genitori mi hanno cresciuta con tanti valori, educandomi al rispetto dell’altro, senza lasciarmi condizionare dall’aspetto esteriore. Mi piace sentirmi dire che anche nel modo in cui mi pongo, o mi muovo, si capisce quello che ho dentro. Questo è davvero importante per me. In questo ambiente, dove spesso ti senti dire che si deve essere un po’ sfacciati, sono felice di non esserlo. Credo di sapermi comportare anche in situazioni diverse, con professionalità; sono in gamba e ne sono consapevole, ma non per questo devo forzarmi con atteggiamenti che non mi appartengono.

Quanto può essere determinante in questo lavoro essere seguita dal team giusto?

Essere seguita dal team giusto, è fondamentale. Ho da poco cambiato agenzia ed oggi con Identity (che ha sede a Roma e Milano), per la prima volta, sento davvero di essere circondata da persone che credono in me e attente alla mia persona; purtroppo,in questo ambiente spietato, spesso si viene trattati solo come “un immagine” che deve essere più vicino possibile alla perfezione,senza che si tenga conto della personalità, dell’unicità della persona. Ho avuto esperienze pesanti ed oggi sono felice di aver trovato un’agenzia che lavori su di me e con me in un ambiente disteso, professionale.

Lontano dalle passerelle, dai set, che ragazza sei?

Faccio tanto sport, suono il pianoforte e leggo molto. Mi piace uscire indossando un paio di jeans, le sneakers, un trucco leggero senza, però, rinunciare ad un pizzico di stile, il mio.

Ho iniziato a fare il mosaico, come faceva mio papà. Sto facendo un lavoro con un grande significato. Un disegno mio, una promessa fatta a mio papà. 

Che rapporti hai con le tue colleghe?

Sono molto solidale, attenta. Sono sincera, non ho mai provato gelosia nei confronti delle altre. Credo che ogni donna sia unica, non esiste la più bella in assoluto. La gelosia non mi appartiene e quando un’altra prende il lavoro al posto mio, penso che lo meriti più di me.

Hai paura di invecchiare?

Non ho paura di invecchiare, ogni età è preziosa ed ogni stagione della vita è meravigliosa. Dobbiamo accettare anche le brutte giornate, perché non può esserci sempre il sole, ma con la consapevolezza che arriverà, prima o poi, un giorno migliore.

Come ti descriveresti a chi non ti conosce?

Sono una giovane donna appassionata, determinata e con una gran gioia di vivere. Sono disponibile e mi piace regalare un po’ del mio tempo all’ascolto. Credo che ogni giorno sia una nuova opportunità per realizzare i miei sogni e pertanto vada vissuto senza sciuparne neanche un attimo.

Foto di apertura servizio: Loreen Monee shooting Stelio Malori – Identity Booking & Management per Stelio Malori

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Gioielli “senza scudo” per FuturoRemoto

#NoShield (#SenzaScudo) è la nuova linea di gioielli futuroRemoto che Gianni De Benedittis ha disegnato e creato per la Couture Collection No Season 2018 della Maison Gattinoni e

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”