2 Marzo 2024

Markus Kreul: una casa dove tutto suona

Il biondo pianista tedesco ci accoglie nella sua dimora che lo ha visto protagonista anche di esecuzioni a distanza.

2 Marzo 2024

Markus Kreul: una casa dove tutto suona

Il biondo pianista tedesco ci accoglie nella sua dimora che lo ha visto protagonista anche di esecuzioni a distanza.

2 Marzo 2024

Markus Kreul: una casa dove tutto suona

Il biondo pianista tedesco ci accoglie nella sua dimora che lo ha visto protagonista anche di esecuzioni a distanza.

A casa del pianista tedesco Markus kreul, tutto suona: i due pianoforti (di cui uno dipinto di blu come la stanza in cui ha trovato posto), l’aria e le note che ravvivano la foresta intorno al pittoresco villaggio di Altomünster, vicino Monaco di Baviera. È immersa in un paesaggio magico leggermente collinare, con una luce molto speciale che nell’Ottocento era stata fonte di ispirazione di molti artisti. La sua dimora fu costruita nel 1920; inizialmente era una canonica, circondata da un grande giardino con alberi secolari, nel centro storico. Markus afferma: “Per noi era importante preservare la struttura nella sua semplicità. Mi piace la pace e la tranquillità e il legame diretto con la natura. Qui trovo un equilibrio nel lavoro di pianista, podcaster, presentatore e docente universitario Lo faccio particolarmente bene quando sono in giro con i miei due cani, Lotti, un bassotto misto, e Tuly, un cane da montagna bavarese”.

Quando hai scoperto la tua passione per la musica? “Amo la musica da quando ne ho memoria. I miei genitori mi dicevano spesso che da bambino ero ipnotizzato dalla musica. A proposito di ipnosi: mia zia Claire era l’unica della mia famiglia a possedere un pianoforte. L’aveva ereditato dal suo defunto marito, lo custodiva come un autentico tesoro nel suo ex studio. Ogni tanto permetteva una rapida sbirciatina nella stanza. È stato per me qualcosa di molto speciale: il pianoforte mi ha totalmente affascinato. I miei genitori hanno sostenuto il desiderio di suonare il pianoforte, incoraggiandomi più che potevano. Oggi sono molto grato che si siano concentrati sul mio piacere di fare musica, non sulla capacità di fare musica, non sull’ambizione. Penso che questo mi abbia dato l’amore per la musica che ancora mi fa andare avanti ogni giorno”.

Il pianoforte ha aiutato Markus Kreul nei momenti più difficili e spesso lo ha fatto disperare. Anche dopo 40 anni di intenso coinvolgimento con la musica, per lui questa non ha perso nulla del suo fascino. Sebbene i suoi genitori non avessero nulla a che fare con la musica classica, da bambino non desiderava altro che imparare a suonare il pianoforte. Oggi, tiene concerti in tutta Europa; è membro onorario dell’Istituto Italo-Tedesco, docente in workshop e masterclass internazionali, direttore artistico di numerosi festival, giurato in concorsi nazionali e internazionali e tutor di pianoforte nelle Masterclass di Progetto Musicians in Iraq – insegna al Centro Leopold Mozart di Augusta. È membro del Forum Robert Schumann e, non ultimo, un podcaster di successo.

Con entusiasmo ci racconta: “Durante la pandemia di Corona virus, in un periodo in cui non potevo tenere concerti o masterclass e non c’era insegnamento all’università, ho ricordato il mio amore per la musica fin dall’infanzia. Mi sono riconnesso con questo potere della musica. E da questo è nato un progetto ampio: The Power of Music. Durante la pandemia, i podcast erano il mezzo ideale a questo scopo. Dal 2022, ho trasformato questa idea in un formato live“.

Quattro volte per stagione di concerti incontro musicisti di spicco nella più bella sala da concerto di Monaco: la “Münchner Künstlerhaus” che si trova nel cuore della città bavarese. La sala da ballo viene trasformata in un salone da opulenti dipinti del grande pittore Klaus Soppe. (Una versione in miniatura di questi dipinti è l’unico quadro appeso nel mio studio). “Parlo ai miei ospiti dell’importanza della musica e insieme suoniamo musica dal vivo”.

Alla domanda, quale tipo di musica è la tua preferita? “Non c’è un brano musicale in particolare che amo di più. Sono affascinato dalle composizioni che hanno un legame speciale con la loro creazione o con la vita del compositore. Sono sempre alla ricerca dell’elemento umano insito nella musica. La musica può aiutarci a comprendere meglio le contraddizioni della nostra vita. Il mio obiettivo è raggiungere le persone attraverso la musica. Voglio portare la musica nel cuore della vita e delle persone senza paura del contatto, delle convenzioni e dei confini stilistici”.

Markus Kreul con la leggendaria mezzo soprano Waltraud Meier

Il concerto finora più importante? “Le esibizioni negli Stati Uniti e in Canada sono state molto importanti per la mia carriera. Per me, è qualcosa di molto speciale fare musica per persone che non possono più andare ad un concerto da sole. Penso alle persone molto anziane, a quelle con disabilità o ai bambini. Lo scorso ottobre ho tenuto un concerto nella palestra di una scuola elementare davanti a più di 300 bambini alle 8 del mattino. La situazione era impegnativa, ma i bambini erano così entusiasti che nulla riusciva a trattenerli nei banchi. La serie di concerti “The Power of Music” al Künstlerhaus di Monaco, avvicina la musica alle persone in un modo così speciale: è un sogno diventato realtà”.

Testo a cura di Teobaldo Fortunato, foto di Martina Bogdahn, Sigi Müller

Read in:

Picture of admin

admin

Siamo una testata giornalistica di lifestyle maschile e femminile. Ci rivolgiamo a persone interessate alle novità anche di lusso, non solo di prodotto ma anche di tendenza e lifestyle. La nostra mission: celebrare l’ambizione puntando all’eleganza dei potenziali lettori “Millennial” (età 18-34).
Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”