30 Aprile 2022

Per tornare “Veronica” Bianca Atzei coinvolge amici speciali

l’album include le speciali collaborazioni con Arisa, Boss Doms, Briga, Ciao Sono Vale, Cristiano Malgioglio, Danti, J-Ax, Kekko Silvestre, Legno, Seryo, Virginio.

30 Aprile 2022

Per tornare “Veronica” Bianca Atzei coinvolge amici speciali

l’album include le speciali collaborazioni con Arisa, Boss Doms, Briga, Ciao Sono Vale, Cristiano Malgioglio, Danti, J-Ax, Kekko Silvestre, Legno, Seryo, Virginio.

30 Aprile 2022

Per tornare “Veronica” Bianca Atzei coinvolge amici speciali

l’album include le speciali collaborazioni con Arisa, Boss Doms, Briga, Ciao Sono Vale, Cristiano Malgioglio, Danti, J-Ax, Kekko Silvestre, Legno, Seryo, Virginio.

Elegante, raffinata, con un timbro riconoscibile e da oggi anche coinvolta in prima persona nella direzione musicale della sua proposta, Bianca Atzei torna a cantare in pubblico e a incidere con il disco “Veronica”.

L’album appena uscito, di cui abbiamo assaggiato qualche proposta live in un secret show al Cera Milano, è un lavoro collettivo: anzitutto c’è la produzione del famoso Diego Calvetti che è stato dietro dischi di successo che hanno segnato la musica italiana (Patty Pravo, Facchinetti, Noemi, Mietta). E poi, la cantautrice milanese mai come questa volta, ha chiamato a raccolta tanti amici per sorprendenti featuring e duetti. Un disco molto personale, come l’utilizzo del nome di battesimo e la foto da bambina in copertina suggerisce.

“VERONICA” (Apollo Records), il nuovo progetto discografico di Bianca Atzei è appena uscito. L’album si compone di undici tracce ed è impreziosito dalle collaborazioni con Arisa, Boss Doms, Briga, Ciao Sono Vale, Cristiano Malgioglio, Danti, J-Ax, Kekko Silvestre, Legno, Seryo, Virginio. Il suo secondo progetto in studio, un nuovo punto di partenza per BIANCA ATZEI che in questo nuovo disco percorre una direzione inedita, rappresentata in modo emblematico dal titolo stesso, “VERONICA”, il suo nome di battesimo. L’album racconta, infatti, la vera anima ed essenza della cantante milanese di origini sarde, la parte più forte e autentica di sé, con ritrovata consapevolezza e libertà. Non a caso, la copertina raffigura l’artista da bambina, sottolineando come questo nuovo viaggio non sia solo artistico, ma anche fortemente personale. 
 

“VERONICA” è un disco ricco di duetti, perché Bianca Atzei ha sempre amato condividere, specialmente nella musica che le permette di respirare nuova energia, ritrovandosi fianco a fianco con gli amici di sempre e conoscendone di nuovi. Tra le vette del diso, “Chanel”, un pezzo caldo e avvolgente, che racconta una di quelle storie d’amore tormentate, che fanno star male perché si vorrebbe disperatamente di più, senza ottenerlo. E ci si ritrova la notte davanti a un bicchiere di vino oppure al mattino, annebbiate d’amore e piene di domande, a riflettere sul vuoto che rimane dentro. Alla presentazione stampa del lavoro, così si è espressa sul primo singolo dell’album, brano blues che ha scritto di suo pugno: “I Legno hanno scritto Chanel che poi ho scelto in prima persona come apripista del disco perché da subito mi ha colpito. Le scelte che sto facendo sono frutto di un cambiamento, Veronica è un cambiamento, una rinascita verso una nuova strada. È stata Veronica a incoraggiare Bianca durante il loockdown. Il ritorno alle radici e all’essenza di quello che voglio comunicare, l’ho messo a fuoco coinvolgendo amici che frequento nella vita. Stavo parlando in un hotel casualmente qui a Milano con Arisa ed è nata la collaborazione. Jax è invece un amico di sempre e l’ho voluto io”.

Il rinnovamente passa anche da ascolti di musica nuova. “Eccomi più forte di sempre. Questa sono io… libera. Il mio album Veronica è finalmente vostro. Mi ha colpito Ariete tra i giovani, una ragazza di 20 anni, cosa nuova per me che ho sempre ascoltato musica anni Sessanta”.

John Travolta” feat. Legno è il brano in cui la cantautrice incontra il duo indie dall’identità nascosta, disegnando una nuova dimensione musicale per se stessa e abbattendo i confini tra i generi musicali. Il testo è ricco di riferimenti al mondo del cinema e dello spettacolo e narra di un rapporto ormai al capolinea.

In “Collisioni” feat. Virginio, invece,le atmosfere sono intime e intense e le voci dei due cantanti si “abbracciano” e si intrecciano per raccontare quelle storie d’amore che quando iniziano hanno già il sapore della fine. Quelle in cui non ci sono mezze misure, a volte arrivi a toccare il cielo e l’attimo dopo sei fuori. È come sfiorarsi continuamente senza mai collisione e i ricordi sono quello che ci rimane, la nostra parte più segreta e nascosta, anche se a volte non siamo riusciti a viverli.

La quarta traccia è “Le Stelle” feat. Arisa in cui il timbro graffiante di BIANCA incontra la voce cristallina di Arisa, creando un suggestivo contrasto. Un’ escalation capace di esprimere la grandezza di un sentimento a pieni polmoni, spingendo fuori tutto ciò che il cuore desidera dire.

Fotogrammi”, il pezzo in duetto con Jax, è forse l’episodio più orecchiabile e radiofonico del disco. Ascoltata dal vivo, si capisce che il brano scritto con il produttore Diego Calvetti, “Le Stelle” è quello che porta maggiori emozioni. Ma ovviamente c’è molto di più nel disco, anche un episodio frivolo e piacevole, come “Siamo tutte uguali” feat. Cristiano Malgioglio, disarmante e irriverente, nato per gioco, che prende simpaticamente in giro le donne e il debole per lo stereotipo dell’uomo “bello e impossibile”.

L’album “Veronica” si chiude con “Ora esisti solo tu” feat. Kekko Silvestre, presentato da BIANCA in occasione della 67ª edizione del Festival di Sanremo e che nel disco vede la speciale partecipazione del frontman dei Modà. La canzone racconta due storie d’amore, una che finisce e una che inizia. Una è più sofferta, l’altra più leggera e felice, che potrà dare alla protagonista la stabilità e l’equilibrio che cerca. Un cerchio che si apre e si chiude sulla carriera di Bianca. Non poteva mancare, infatti, la collaborazione con Kekko, da sempre amico e collega di BIANCA, che fa da trait d’union tra passato e presente. Kekko Silvestre è autore per Bianca della sua hit dell’estate 2013 “La paura che ho di perderti” che ottiene 16 milioni di visualizzazioni su YouTube.
 

L’artista incontrerà i fan durante le tappe del suo instore che toccheranno le principali città italiane:

Giovedì 5 maggio 2022 ore 18.00 – Firenze – Libreria RED laFeltrinelli, Piazza della Repubblica

Martedì 10 maggio 2022 ore 18.00 – Bologna – Libreria laFeltrinelli, Piazza Ravegnana

Lunedì 16 maggio 2022 ore 18.30 – Milano – Libreria RED laFeltrinelli, Piazza Gae Aulenti

Venerdì 3 giugno 2022 ore 18.00 – Bari – Libreria laFeltrinelli, Via Melo

Mercoledì 8 giugno ore 18:00 – Genova – Libreria laFeltrinelli, Via Ceccardi

Foto di apertura e report dal Cera Milano a cura di Davide Rock

Read in:

English English Italian Italian
Ti potrebbe interessare:

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”

Utilizzando questo sito, accetti l’uso di cookie tecnici (anche di terze parti) per migliorare la tua navigazione. Vuoi saperne di più?