Magazine - Fine Living People
Society

Society - 12/01/2021

Cristina Donadio, Sal Da Vinci ed Enzo Avitabile tra “La gente di Napoli – Humans of Naples”

Il format già usato per New York per la prima volta applicato a una città italiana: cogliere in una città dalle mille sfaccettature sociali la realtà “effettuale” tramite i volti della gente

Gli ingredienti per descrivere un universo variegato e immaginifico ci sono tutti: storia, cibo, persone, varia umanità. Il documentario “La gente di Napoli – Humans of Naples” è un condensato di tutto quello che la città di Napoli offre, non in maniera omnicomprensiva, si intende, perché molteplici enciclopedie non riuscirebbero a essere esaustive.

Una delle città più antiche del mondo è raccontata in questo progetto che potete visionare qui sotto dalle seguenti personalità: Patrizio Rispo (Un Posto al Sole), Cristina Donadio (Gomorra), Sal Da Vinci (cantante), Enzo Avitabile (cantante, Premio David di Donatello 2017), Luigi de Magistris (Sindaco di Napoli), Christian Giroso (Gomorra, L’amica geniale), Gianni Parisi (Gomorra, Diavoli), Teresanna Pugliese (influencer), Veronica Simioli (cantante), Luciano Filangieri (produttore), Marco Ferrigno (scultore), Carlo Alvino (giornalista), Pasquale Ruocco (Ristorante Da Maria), Laura Bouchè, I Nati con la Camicia, Luigi Reale, Emanuela Marchese, Mario Scippa, Sara Gentile, Sara Caiazzo, Ciro Vitiello (Trattoria Nennella)

Il filmato nasce dal progetto fotografico e di indagine psicosociale di Vincenzo De Simone, La gente di Napoli: un viaggio esclusivo tra cibo, arte, musica, teatro e calcio con l’obiettivo di rafforzare e rilanciare l’immagine della città di Napoli sullo scenario internazionale attraverso gli occhi e le parole di chi la vive, soprattutto attraverso i volti di chi decide di restare o di chi è stato costretto a lasciarla.

Nello svolgersi di una giornata a Napoli, i suoi personaggi raccontano le storie e le contraddizioni della loro città. ​
La carica innovativa di questo documentario rappresenta un occhio permanente sulle diverse sfaccettature della città, un sistema di connessioni tra le persone e il territorio con l’ambizione di metterli in correlazione, studiare in particolare, un luogo ricco di risorse, al fine di migliorarle e di non disperderle. Si vogliono rafforzare così i rapporti d’interazione e di scambio con chi continua a impegnarsi e ad investire nella crescita di Napoli, una straordinaria possibilità per “la gente di Napoli” di essere finalmente altro rispetto agli stereotipi che la affliggono. L’amore del napoletano per la sua città è unico al mondo.​

La gente di Napoli Humans of Naples è un progetto fotografico e di indagine psicosociale, patrocinato dal Comune di Napoli, dal Consiglio Regionale della Campania e dal Comune di San Giorgio a Cremano, fondato da Vincenzo De Simone, fotografo e psicologo partenopeo.​
Nato sulla scia di un format di successo già ideato per la città di New York “Humans of New York” da Brandon Stanton e seguito fino ad oggi da oltre 18 milioni di utenti, punta attraverso la raccolta di volti e testimonianze, a cogliere e raccontare le mille sfaccettature della realtà sociale e culturale del territorio partenopeo. Il progetto ha mosso i primi passi con il patrocino e la collaborazione del Comune di Napoli: in occasione della rassegnaNatale a Napoli 2014, infatti, fu promossa l’iniziativa Came as strangers, left as family, nell’ambito della quale furono immortalati i volti dei turisti e dei visitatori con una fotografia e furono raccolte le impressioni sulla città, il motivo della scelta nel visitarla, aspettative e giudizi. Non solo i turisti sono stati protagonisti: anche i cittadini napoletani e gli artisti ed esponenti sono stati fotografati ed invitati poi a condividere una propria riflessione su Napoli. Il risultato è stato una nutrita raccolta di opere, foto e video, esposte al PAN – Palazzo delle Arti Napoli (aprile – maggio 2015; aprile 2016), in occasione sia della prima che della seconda edizione, con oltre 2000 visitatori, con vernissage inaugurale alla presenza del Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, del Sindaco di San Giorgio a Cremano Giorgio Zinno, dell’Assessore alla Cultura Nino Daniele e a quella dell’Assessore ai Giovani, Alessandra Clemente. Il progetto è stato esposta a Castel dell’Ovo (giugno 2015) e alla Casa della Cultura e dei Giovani di Pianura ed ha fatto parte dell’offerta culturale della XXI edizione della rassegna Maggio dei Monumenti 2015 ‘O core ‘e Napule Cori, cuori e colori di Napoli. Il progetto si è trasformato in un libro fotografico e in una ricerca scientifica psicosociale in collaborazione con l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. ​

Maurizio Iengo (accreditato anche come Maurizio di Nassau) è il regista del documentario.
Dottore in Psicologia e diplomato presso la Scuola di Cinema di Napoli, lavora come regista, fotografo e filmmaker. Ha diretto e codiretto diversi cortometraggi, webseries e lungometraggi indipendenti. In qualità di fotografo, ha insegnato ed esposto in diverse mostre collettive, tra cui al PAN Palazzo delle Arti Napoli e alla Blankwall Gallery di Atene. Precedentemete ha firmato The Illusionist’s Sketch, Terra Promessa.

Luciano Ruocco, altra regia, è laureato in Media Studies presso la University of West London (BA Hons). Autore di documentari e film-maker presso la Rocco Media Productions. Altri lavori: A Generation Game, Napoli: Passion.

Direttore della fotografia: Stefano Virgilio Cipressi – L’invention de la cinematographie, In the 7h nation

Post-produzione audio: Giuliano Matteo Carmosino

Musiche: Enzo Avitabile (Don Salvato’), Andrea Sannino(Bonanotte, Necia, Senza ce penzà), LePuc feat. Roberto Ormanni & Il Quarter (Un bastone), Roberto Ormanni & Il Quartet (Notte dei desideri, Generazione fantasma)

Service sociale audio-video: Fujakkà 

Video Drone Virto 360

Premi e riconoscimenti

Festival Internazionale del Cinema di Salerno 74ma edizione, 7-12 dicembre 2020
Targa sezione Documentari sociali
Uno dei festival del cinema più antichi in Italia, nato nel 1946, esecondo in Italia solo alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Con oltre 1000 film inviati, sono stati selezionati 250 film di cui 120 stranieri provenienti da ogni parte del mondo.

Accordi e Disaccordi – Festival Internazionale del Cortometraggio 17ma edizione, 10-21 novembre 2020
Finalista
3721 film pervenuti, sono stati selezionati 127 film in rappresentanza di 27 nazioni.

Vesuvius International Monthly Film Fest, 30 novembre 2020
Best directors

La genesi de “La gente di Napoli”


Web https://www.lagentedinapoli.it/          Facebook  La gente di Napoli         Instagram @lagentedinapoli



Leisure - 27/11/2020

Come illuminare una casa moderna? Ecco 3 semplici regole

L’illuminazione è uno degli aspetti più importanti da studiare durante la creazione o la ristru [...]

Society - 19/01/2019

Matera Open The Future: la serata inaugurale

Sta andando ora in onda su Rai1 in Eurovisione, in diretta da Matera (anche in HD sul Canale 501), l [...]

Leisure - 05/11/2019

Swiss Winter Lounge, la Terrazza Palestro a Milano si veste di Svizzera

Ci sono finanche 3 chalet e un’ovovia al SWISS WINTER LOUNGE presso la rinomataTerrazza Palestro, [...]

Top