18 Ottobre 2017

Da oggi il patrimonio culturale è di tutti

Il Consiglio d'Europa a Fontecchio (Abruzzo) ha svolto un workshop sull'erefità culturale innovativa. Vediamo di cosa si tratta.

18 Ottobre 2017

Da oggi il patrimonio culturale è di tutti

Il Consiglio d'Europa a Fontecchio (Abruzzo) ha svolto un workshop sull'erefità culturale innovativa. Vediamo di cosa si tratta.

18 Ottobre 2017

Da oggi il patrimonio culturale è di tutti

Il Consiglio d'Europa a Fontecchio (Abruzzo) ha svolto un workshop sull'erefità culturale innovativa. Vediamo di cosa si tratta.

Noi italiani sappiamo bene cos’è il patrimonio culturale, avendone tanto e mettendolo a disposizione la mondo intero. Sappiamo ancora poco però dell’innovativa idea di eredità culturale che deriva da una convenzione internazionale stipulata a Faro, in Portogallo nel 2011.

La convenzione dice: “L’eredità culturale è un insieme di risorse ereditate dal passato che le popolazioni identificano, indipendentemente da chi ne detenga la proprietà, come riflesso ed espressione dei propri valori, credenze, conoscenze e tradizioni, in continua evoluzione. Esso comprende tutti gli aspetti dell’ambiente che sono il risultato dell’interazione tra l’uomo e i luoghi nel corso del tempo”.

Il Consiglio d’Europa ha scelto l’Italia, e precisamente Fontecchio in Abruzzo per il primo workshop di ricerca-azione sulla Convenzione di Faro a cui hanno partecipato associazioni e molti universitari di Francia, Germania, Spagna, Belgio e Austria, tra gli altri.

fontecchio patrimonio culturale the way magazine

La Convenzione sancisce dunque un ribaltamento nella concezione di patrimonio culturale e del suo valore per la società, mettendo in primo piano una visione “dal basso” che si innesta nello spirito dell’articolo 9 della Costituzione Italiana. Abbiamo letto gli abstract degli interventi all’evento e tutti, da tutto il mondo, hanno posto l’accento sulle best practice della inclusione sociale attraverso la cultura. Non basta tener aperti i musei anche nei piccoli villagi, bisogna creare senso di appartenenza dove non c’è, enfatizzarlo quando c’è e mettere in connessione le buone volontà e le esperienze di tutti i cittadini interessati.

L’esperimento funziona: facendo “rete” cittadini di piccoli paesi in Spagna e altrove hanno creato una nuova forma di turismo, si sono visti cambiare i destini delle loro case e dei loro antichi borghi. Insomma, è arrivato il turismo e la voglia di mettersi in mostra nel modo migliore.

La scelta del Consiglio d’Europa di tenere a Fontecchio il workshop assume un significato particolare. Nel 2013 questo comune ha aderito, primo in Italia, ai principi della Convenzione. Ma già quattro anni prima – all’indomani del terremoto dell’Aquila del 2009 – il paese aveva avviato, nell’ambito del processo di ricostruzione, Borghi Attivi, un progetto di democrazia deliberativa che ha portato alla definizione e all’adozione delle Linee guida per lo sviluppo locale e per l’estetica del paese.

Da queste ultime è derivato Casa&Bottega, un progetto di social housing e rigenerazione urbana teso a contrastare lo spopolamento, creare occupazione e manutenere il paesaggio. Sappiamo quanto i borghi storici siano belli in Italia e di quanta necessità di popolazione e vita ci sia. Una cooperativa di comunità gestirà i servizi legati alla mobilità, all’abitare, alla produzione artigianale e agricola e all’e-commerce.

Il borgo di Fontecchio da piccolo puntino sulla cartina d’Abruzzo è diventato il centro per una settimana delle pratiche culturali virtuose dal mondo. C’è chi ha portato l’esperienza degli “heritage museums” che rispettano le provenienze etniche della popolazione, e altri che hanno parlato di come ereditare la cultura locale dalle popolazioni stesse, dalla loro tradizione orale che si sta perdendo.

Nelle foto: il Comune di Fontecchio dalla borchure di Borghi Attivi

Read in:

Christian D'Antonio

Christian D'Antonio

Christian D’Antonio (Salerno,1974) è direttore responsabile della testata online di lifestyle thewaymagazine.it. Iscritto all’albo dei giornalisti professionisti dal 2004, ha scritto due libri sulla musica pop, partecipato come speaker a eventi e convegni su argomenti di tendenza e luxury. Ha creato con The Way Magazine e il supporto del team di FD Media Group format di incontri pubblici su innovazione e design per la Milano Digital Week e la Milano Design Week. Ha curato per diversi anni eventi pubblici durante la Milano Music Week. È attualmente ospite tv nei talk show di Damiano Gallo di Discovery Italia. Ha curato per il quartiere NoLo a Milano rassegne di moda, arte e spettacolo dal 2017. In qualità di giudice, ha presenziato alle manifestazioni Sannolo Milano, Positive Business Awards, Accademia pizza doc, Cooking is real, Positano fashion day, Milan Legal Week.
Ti potrebbe interessare:

Gianni Otr Baggi, il mondo fuori in arte

In occasione della Quindicesima Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, MADE4ART presenta presso

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”