Magazine - Fine Living People
Society

Society - 26/12/2020

Emanuele Minutello: “Il mio 2020 tra lo sviluppo del vaccino ed il kitesurf”

Incontro con il biologo laziale che è finito nelle cronache mondiali per la sua duplice attività di kitesurfer professionista e di ricercatore all’IRBM di Pomezia per il vaccino anti Covid-19 a tempo record.

Emanuele Minutello, 32 anni, laureato in Genetica e Biologia Molecolare nella Ricerca di Base e Biomedica, alle spalle ha già una battaglia contro l’Ebola ed oggi è finito nelle cronache mondiali per la sfida contro il Covid-19. Emanuele è uno dei giovani ricercatori dell’ l’IRBM Science Park S.p.A. / ADVENT Srl, l’azienda di Pomezia che in partnership con il Jenner Institute dell’ Oxford University (Gran Bretagna) e con l’azienda biofarmaceutica AstraZeneca, ha contribuito allo sviluppo del vaccino efficace contro il nuovo Coronavirus, realizzato a tempo record. Un simbolo delle eccellenze dei giovani italiani conosciuto nell’ambiente del kitesurf per le sue prodezze nella disciplina del freestyle-artistico.

Emanuele Minutello ha 32 anni ed è appassionato di kitesurf. In questo 2020 ha contribuito al controllo qualità dello sviluppo del sospirato vaccino contro il Covid-19.

Emanuele, ora oltre al tuo sport preferito, tutti ti conoscono anche per l’attività lavorativa che è di indispensabile beneficio per l’intera collettività. Che effetto ti fa?

Nell’IRBM Science Park S.p.A. / ADVENT Srl stiamo lavorando per lo sviluppo delle prime dosi del vaccino contro il 2019-nCoV e per il Controllo Qualità in larga scala delle dosi commerciali. L’impegno preso è molto significativo e ha dei tempi molto stretti, si lavora senza sosta spinti coscienziosamente per il raggiungimento di un bene comune.

Quest’anno è stato particolarmente impegnativo, una sfida tra l’equilibrio di una vita privata ormai ristretta a  modelli preventivi ed i progetti professionali da portare avanti con grinta e diligenza.  

Il premio in palio è che si torni ad una vita normale!  

Dove hai studiato e di cosa ti occupi nello specifico?

Nel 2014 ho conseguito la Laurea Magistrale in “Genetica e Biologia Molecolare nella Ricerca di Base e Biomedica” presso l’Università di Roma “La Sapienza”.

Già in ambito accademico ho condotto tre anni di ricerca presso il Dipartimento di Biologia e Biotecnologie “Charles Darwin”, pubblicando i risultati sperimentali  in diversi articoli scientifici.

Subito dopo i progetti universitari, sono stato assunto come “R&D – Production Specialist” presso l’IRBM Science Park S.p.A. / ADVENT Srl dove tuttora sono impiegato a tempo indeterminato.

In questa company abbiamo raggiunto traguardi importantissimi sviluppando vaccini genetici sperimentali per rilevanti agenti infettivi come 2019-nCoV, Ebola, Malaria, Leishmaniasis, RVF, RSV, HBV, HCV, HIV.

Cosa ti auguri ora che il vaccino a cui hai lavorato sta per essere distribuito?

L’augurio maggiore è la conferma degli esiti positivi su tutta la popolazione relativamente alla sicurezza, efficacia e immunogenicità del vaccino.

E’ bene che la profilassi sia efficace e duratura nel tempo in modo da consentire un sicuro ritorno alla normalità senza nuove sorprese.

Ci parli della tua passione sportiva?

Pratico il Kitesurf da 15 anni e nel 2014 ho raggiunto il Podio Nazionale nella disciplina di Artistic-Freestyle (CONI-FIV-Classe Kiteboarding Italia, ndr).

L’ home-spot vicino Roma è Marina di San nicola, molto frequentato per la qualità e frequenza di vento termico oltre che dall’incidenza dei grandi venti e mareggiate da perturbazione.

Un altro spot che frequento assiduamente si trova in Sicilia, vicino Trapani, la riserva naturale dello Stagnone le cui acque sono battute da diversi atleti del circuito mondiale.

Cosa fai nel tempo libero?

Oltre al Kitesurf, vado pazzo per il Surf da onda e lo Skateboarding, tutti sport da tavola che nutrono di felicità e benessere la mia anima donandomi l’entusiasmo giusto per affrontare qualsiasi impegno quotidiano.



Design of desire - 18/02/2019

Mauro Bonaventura, sculture di vetro di Murano

In occasione di The Venice Glass Week del settembre 2018, i capolavori in vetro del glass artist con [...]

Leisure - 14/05/2020

Eurovision Song Contest 2020: l’anno di Diodato ma la gara non c’è

“La mia musica sta facendo il giro del mondo ma io non posso seguirla”. Diodato, vincitore di Sa [...]

Design of desire - 19/05/2020

Le lampade Oluce, storia italiana di gusto e impresa

I prodotti di Oluce scelti inseriti nell'allestimento celebrativo del Quirinale nel 2019, quello che [...]

Top