23 Dicembre 2023

Fondazione Cannavaro Ferrara: una serata “That’s Napoli”

FCF Christmas Gala Charity con 600 ospiti e la raccolta fondi che verrà destinata ad un nuovo importante progetto benefico.

23 Dicembre 2023

Fondazione Cannavaro Ferrara: una serata “That’s Napoli”

FCF Christmas Gala Charity con 600 ospiti e la raccolta fondi che verrà destinata ad un nuovo importante progetto benefico.

23 Dicembre 2023

Fondazione Cannavaro Ferrara: una serata “That’s Napoli”

FCF Christmas Gala Charity con 600 ospiti e la raccolta fondi che verrà destinata ad un nuovo importante progetto benefico.

FCF Christmas Gala Charity ha raccolto di recente a Napoli 600 generosi ospiti che hanno finanziato la raccolta fondi che verrà destinata ad un nuovo importante progetto benefico. È stata una serata magica dedicata allo show, al divertimento, ma soprattutto alla solidarietà. L’appuntamento natalizio tanto atteso: “That’s Napoli” il Christmas Gala Charity 23, è stato organizzato dalla Fondazione Cannavaro Ferrara con l’intento di tramettere la gioia del Natale e raccogliere fondi per finanziare il progetto “Lloco: un luogo per tutti” promosso da Proodos, società cooperativa sociale impegnata sul territorio della città di Napoli e provincia in processi di costruzione di reti tra organizzazioni non profit, istituzioni e aziende nel voler dare soluzioni efficaci per persone bisognose.

I fondatori della Fondazione, Cannavaro e Ferrara con altri membri dei Ferrara e la madrina Maria Mazza. La serata di gala è stata organizzata dal Direttore della Fondazione, Vincenzo Ferrara con il supporto strategico di Stefania Avallone al marketing, Mila Gambardella de Le Mille Me Communication al coordinamento, la produzione di Raffaele Iavazzi, la direzione artistica di Maddalena Liardo. Per gli allestimenti e le scenografie: Maria Aterrano e Terry Esposito di Meteora Eventi, oltre a Ketti Mastrocinque, di Kem Events e Castello de Vita con i suoi chef al catering.

Lo show è stato condotto da Maria Mazza, madrina della Fondazione, e da Veronica Maya. Presenti, naturalmente i 4 founders: Ciro Ferrara, Fabio Cannavaro, Paolo Cannavaro, Vincenzo Ferrara che hanno accolto personaggi dello sport, dello spettacolo e della musica oltre ai 600 ospiti, felici di assistere allo spettacolo e soprattutto di contribuire con la loro generosità, anche quest’anno, ad una giusta causa.  

Per il 2023 i fondi raccolti – tramite le donazioni per la cena, l’asta benefica e la lotteria, contribuiranno alla realizzazione di un nuovo grande obiettivo che ha al centro la formazione dei giovanissimi. All’asta anche due magliette SSC Napoli con lo scudetto: quella del capitano, Giovanni Di Lorenzo, battuta per 1000 euro e quella del bomber azzurro Victor Osimhen, assegnata per 2700 euro.

Proodos da sempre è molto vicina ai ragazzi ed è attiva con servizi socioassistenziali, sociosanitari, progetti di innovazione imprenditoriale con finalità sociale in diversi settori.  “Lloco: un luogo per tutti” ha l’obiettivo di contrastare la povertà educativa e l’abbandono scolastico che colpiscono il territorio. Attraverso un percorso di esplorazione delle motivazioni, il progetto offrirà un’immagine rinnovata della scuola come luogo di promozione dei talenti, officina creativa e luogo di accoglienza e di ascolto per i ragazzi e le loro famiglie. E lo farà con percorsi personalizzati di formazione e inserimento lavorativo, con laboratori sportivi, street art, fotografia, giornalismo e altre esperienze educative e utili per il loro futuro.

Denny Mendez e Luca Altomare.

Tra gli ospiti: Tony Figo, Alessandra Tumolillo, Emiliana Cantone, Mr Hyde, Ciccio Merolla, il maestro Carlo Morelli con la That’s Napoli Band, Valeria Marini, Maggie, Federica Raimo con i ballerini burlesque, Gaia Girace, Claudia Ruffo, Denny Mendez, Mara Santangelo, Maria Sole Di Maio, Rossella D’Antuono.  E ancora: Diego Armando Maradona Junior, Gianni Simioli, Rosanna Iannaccone, Tiziana Beato e Luca Altomare. 

Queste le dichiarazioni dei Founders:

Fabio Cannavaro: “Diamo questa volta la possibilità a 100 ragazzi di fare formazione e prepararsi per un futuro migliore. La Fondazione ogni anno propone e porta a termine dei progetti validi”.

Ciro Ferrara: “Proodos è una cooperativa che opera sul territorio da tanti anni. In questo caso verranno organizzati ad Acerra laboratori formativi, sportivi e non solo, per far comprendere ai ragazzi anche il concetto dello stare insieme, che noi ex calciatori, abbiamo sempre apprezzato. All’interno dello spogliatoio era un aspetto molto utile per superare momenti difficili”.

Paolo Cannavaro: “Quest’anno lanciamo un progetto nuovo, che vuole contrastare la povertà educativa. Può essere un valore aggiunto dare una formazione ai ragazzi per favorire il loro ingresso nel mondo del lavoro”.

Vincenzo Ferrara: “La Fondazione è cresciuta tanto in questi 18 anni, ci dedichiamo a progetti concreti, ed è una soddisfazione ogni volta vederli realizzati. Grazie a tutte le persone che sposano le nostre iniziative e ci aiutano da anni a fare qualcosa di utile per la nostra città”.

Maria Mazza, Tony Figo e Veronica Maya.

Preziosa, come sempre, la partecipazione di numerose aziende partenopee: Kiton, Lama Optical, Gruppo Center, Otofarma, LIU JO, Naturissime, Givova, Marican, Gold Tower, Vesuvio, Union Gas, GEV, GSA, Elite, Riflessi.

Media partner dell’evento: “We Can Dance” con Dino Piacenti

Veronica Maya, Valeria Marini e Tony Figo.
L’asta benefica delle magliette di Giovanni Di Lorenzo e Victor Osimhen.

Read in:

Ti potrebbe interessare:

Ginarte illustrata da Lou Thissen

In occasione della terza edizione di Brera Design Days, dal 12 al 18 ottobre, Modulnova, in collaborazione con Ginarte, ha dedicato un

Dalla e Morandi rievocati in tv

Sono stati il duo più emozionante della musica leggera italiana, riformatosi anche per acclamazione popolare in più occasioni. Ma Lucio

Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Vuoi farne parte? Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e tanti contenuti esclusivi. Registrati subito e accedi ai contenuti “Privè”