Magazine - Fine Living People
Society

Society - 30/03/2018

Il riciclo come arte per Lady Be

Dai Beatles a Warhol la creativa di Tho sta conquistando il mondo con la sua personale rivisitazione degli idoli pop. Che viene realizzata con plastica riciclata.

Quando abbiamo intercettato un suo lavoro sui Beatles alla scorsa edizione di Affordable Art Fair a Milano, Lady Be si è fatta suito notare. Per il gradimento che ha riscosso la foto sui nostri social e soprattutto per la maestria e inventiva della sua tecnica espressiva.

La creativa è nata a Rho (MI) nel 1990 quando il padre della pop art Andy Warhol era già morta da 3 anni. Così come non c’erano molti dei personaggi che lei interpreta in immagini composte da mosaici di pezzi di plastica riciclati.

Le composizioni sono davvero mirevoli e con le sue opere Lady Be ha fatto già il giro del mondo. Molte sono le conosciute e stra-famose icone pop che prendono vita in base solamente ai colori che l’artista seleziona nei suoi giri per il mondo.

A Milano era presente ad Affordable presso lo stand Citriniti Arte, ma ora è in corso una sua personale a Pavia di cui vi mostriamo il volantino. La sua arte attira perché è interessante da guardare da lontano e da vicino, per poter ammirare sia il soggetto nel suo insieme, sia i particolari degli oggetti di cui è costituito. Questo è un metodo di grande fascinazione, che ha portato l’artista ad accumuli seriali di oggetti e manufatti spezzati o dimenticati. La sua è anche una presa di coscienza contro lo spreco e il valore del riutilizzo, che ritornano ad essere componenti pop con una valenza estetica artistica nel momento in cui sono impiegati per fare arte.

La produzione di Lady Be include da ritratti dei Beatles a personaggi di più stretta attualità. Parte dal 2009, anno in cui ha partorito il suo primo “mosaico contemporaneo” già esposto in questi ultimi tempi a Parigi, Amsterdam, Bruxelles, Malta.
Nel giugno del 2013, Lady Be realizza una curiosa Performance d’Arte Contemporanea, a Brescia, all’Interno del Beatles Day, in cui tutti gli spettatori sono chiamati a staccare un pezzettino dell’opera (4 sagome dei Beatles a dimensioni naturali) lasciando i soggetti completamente “nudi”.
Lady Be è stata protagonista di varie mostre personali a Torino, Padova (Gran Teatro Geox), Milano (Brera) ed è anche data da molti come investimento sicuro per gli anni avanti.

Andy Warhol avrebbe gradito: il ritratto con pezzi di plastica riciclata fatto da Lady Be al padre della Pop art.

PROSSIMI APPUNTAMENTI  2018.- Dal 5 all’8 aprile, a Rome Comics, con uno special guest e live performance.
Il 26 maggio ad Acqui Terme alla Globart Gallery Acqui Terme (AL).
Dal 29 maggio al primo giugno mostra alla Fiera di Rho per Plast2018 , la più grande fiera europea di plastica e gomma.


Design of desire - 23/02/2017

Never Stop Designing Spaces, anche quando la location è un paradiso

Never Stop Designing Spaces: più che un titolo di un libro sembra un avvertimento, o meglio, una di [...]

Leisure - 13/11/2019

Il piano di Matthew Lee incanta il Blue Note, Fiorello e gli aeroporti

Qualche anno fa fece epoca agli albroi della diffusione dei social media, la sua esibizione in un ae [...]

Travel - 03/02/2020

Lisbona romantica, ecco due rifugi nel cuore del quartiere moresco

Nel quartiere moresco di Lisbona, l'Hotel As Janelas Verdes, la "casa dalle finestre verdi" e nel qu [...]

Top
Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e sezioni extra che stiamo sviluppando. Obbiettivo: sorprendere i nostri lettori nel corso del 2021!