Magazine - Fine Living People
Society

Society - 15/12/2017

Il Talking Tree di Gabriele Muselli: una canzone di valore

Il cantante della generazione Millennial è stato scoperto a inizio anno torna con il secondo brano da lui scritto e cantato.

Gabriele Muselli, 20 anni, milanese, uscito con acclamazione dal talent milanese di San NoLo, il festival dei creativi del quartiere emergente della città, lancia oggi il suo secondo singolo.

Si chiama Talking Tree, scritto e cantato in inglese, come il debutto di Muselli Fade ed esce in formato digitale e in streaming in tutte le piattaforme più diffuse.

“Con la seconda canzone da me scritta volevo far conoscere un nuovo lato di quello che riesco a comporre – ci ha detto l’artista, che in precedenza vi abbiamo presentato qui e credo che la genesi di Talking Tree sia stata rispettata nel risultato finale. Un pezzo molto intimo, nato con la chitarra acustica che ho poi voluto registrare con una vera band di professionisti”.

Il cantautore ha lavorato da marzo alla costruzione di un repertorio di inediti che possa garantirgli una presenza live nel circuito dei club indipendenti. Da quando è salito alla ribalta per essere arrivato secondo al festival di talenti di NoLo, Nord di Loreto, si è esibito dal vivo in alcune radio locali che hanno messo in rotazione il singolo di debutto, Fade, di cui qualche settimana fa è stato pubblicato un remix EP (qui il SoundCloud).

Il video, girato e autoprodotto dal film maker Jari Brontesi, è da oggi disponibile su YouTube mentre la copertina del singolo è un’opera inedita del giovane artista Matteo Castelli e tutto il progetto è frutto della creatività di un giovane team di ragazzi di Milano e dintorni che non vede l’ora di farsi ascoltare e guardare. “Non è solo una canzone ha scritto sui suoi social di recente in relazione alla giornata di shooting del suo primo video professionalenon è solo un video. É la dimostrazione di che cosa è possibile fare nonostante i se, i ma e i forse. È stato uno dei giorni più belli della mia vita e non smetterò mai di ringraziare chi ha partecipato a questo progetto”

talking tree inside

Con Talking Tree Gabriele continua a distinguersi per la sua particolare scrittura, con piglio cantautoriale e moderno, che riserva sempre attenzione alle tendenze dell’elettronica contemporanea. Per la prima volta il cantante ha affrontato un tema personale che riguarda la sua famiglia. “Ho scritto questo testo riadattando in musica una storia vissuta da mio padre – dice – l’intera canzone è la trasposizione del dialogo tra lui e l’albero”.

gabriele muselli video

Nei momenti di solitudine ci si aggrappa sempre a fonti di conforto che possono arrivare dalle direzioni più disparate: la confidenza con una persona cara, l’immaginazione, la natura. “La canzone è nata in acustico – dice Muselli – il mio metodo di composizione per i quattro brani che ho realizzato è sempre uguale. Da un lato c’è il testo con rime senza metrica precisa, dall’altra i giri di accordi alla chitarra o al piano. Quando mi accorgo che il mood di una e dell’altra convergono nella stessa direzione, provo a unirle e lì scatta la magia”.

gabriele muselli talking tree

BRANO – Il brano è stato registrato nella camera di Gabriele con la sua strumentazione, stessa metodologia che l’artista vuole mantenere per il suo primo EP in programma per il 2018. Poi la versione definitiva è stata registrata a Novara con session men di assoluta grandezza. Talking Tree ha il privilegio di avere una all star band: al basso Carmelo Isgrò (Adriano Celentano, Fiorello, Antonella Ruggero), alla batteria Pietro Pizzi (Dirotta Su Cuba, Sagi Rei), mix e master a cura di Daniele Zanotti. Il tutto prodotto Walter  Calafiore produttore di estrazione jazz che ha lavorato a livello internazionale (Andrea Bocelli, Jason Thompson).

VIDEO – Il video di Talking Tree visibile al link() è stata una produzione indipendente realizzata interamente da giovani talenti con un risultato molto suggestivo. È stato girato a Bergamo alla 341 Factory per la regia di Jari Brontesi, giovane film maker che ha frequentato lo stesso liceo artistico di Milano del cantautore. Pietro Vaglieri, studente al creative college SAE, è stato direttore della fotografia. Altri credit: Matteo Maraglino (assistente alla fotografia), Leonardo Scodeggio (macchinista), Matteo Castelli (art supervisor), Lavinia Santoro (make up artist), Sarah Tagliente (backstage).

Band: Gabriele Muselli (chitarra e voce), Nicholas Teluzzi (batteria), Edoardo Marchionni (basso).

Per info: www.facebook.com/gamuselli/



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Leisure - 19/08/2018

Wki Loves Monuments al BASE Milano

L'era della condivisione ha fatto la fortuna di entità oggi imprenscindibili come Wikipedia. Wiki L [...]

Society - 14/12/2017

Mr Savethewall e Deodato Salafia: “L’arte arricchisce in tanti modi”.

È stato un incontro di divulgazione sull’arte e sul mercato dell’arte in evoluzione quello orga [...]

Fashion - 06/03/2018

Queendici, borse per essere ammirati

Queendici è un brand di pelletteria toscano che è nato dalla creatività del suo fondatore, Enrico [...]

Top