Magazine - Fine Living People
Society

Society - 28/12/2018

In Norvegia aprirà Under, ristorante sotto il mare

Tre livelli, la punta più inabissata a 5 metri sotto l'oceano atlantico. E un'atmosfera raffinata di design con alta cucina scandinava. Pronto a marzo 2019.

Alle Maldive, a Dubai e in Tanzania ci sono stati esempi di hotel lusso costruiti sotto il mare. Ma un’esperienza gastronomica nella sempre più rinomata destinazione foodie scandinava mancava. In Norvegia, a Lindesnes, a marzo 2019 aprirà “Under”, il ristorante semisommerso sotto le gelide acque del Nord Atlantico.

A Lindesnes, gli ospiti sono invitati a cenare cinque metri e mezzo sotto la superficie con una vista panoramica sul fondo dell’oceano: mentre si mangia si ammira l’ecosistema marino altrimenti visto raramente.
Il menù del ristorante sottolinea i tesori nascosti della bellezza grezza dei dintorni locali e le deliziose varietà del mare. Il capo cuoco Ellitsgaard e il suo team stanno preparando piatti stagionali innovativi che catturano l’essenza della linea costiera norvegese incontaminata sulla punta meridionale della Norvegia  famosa per le sue ricche e abbondanti risorse naturali.

L’escursione gastronomica si preannuncia memorabile. Lo chef Nicolai Ellitsgaard spiega: “La nostra specialità norvegese mette in evidenza le meraviglie sotto il mare e la miscela unica di autentica fauna e bacche norvegesi in armonia con le stagioni mutevoli della punta meridionale della Norvegia. La mia squadra e io lavoriamo in stretta collaborazione con agricoltori locali, pescatori, cacciatori e mietitori per fornire gli ingredienti più freschi. In questo modo, creiamo piatti saporiti e innovativi che riflettono il nostro paesaggio”.
Snøhetta, il rinomato studio norvegese di architettura e design, ha impiegato per questo progetto il suo straordinario design all’avanguardia per la sua prima avventura sottomarina. La struttura viene costruita su una chiatta e, una volta terminata, verrà abbassata in mare e attaccata alla fondazione sul fondo dell’oceano. In questa fase di completamento, può iniziare il lavoro di decoro interiore.
“Sotto sarà il più grande ristorante subacqueo del mondo”, spiega Arne Marthinsen, project manager del SubMar Group, un gruppo interdisciplinare di aziende, responsabile dei calcoli delle onde e delle operazioni marittime del progetto. A un progetto simile si pensa fin dagli anni ’70 in Norvegia.

Lo chef Nicolai Ellitsgaard a caccia di elementi naturali norvegesi per la cucina di Under.

Il ristorante sarà su tre livelli, ha forma di periscopio rettangolare, in cemento grezzo, e sarà unico e difficile da realizzare.Ciò che lo rende così complicato e unico, è il fatto che non sarà un semplice serbatoio di cemento, ma piuttosto un’esperienza straordinaria e unica per le persone a causa della posizione, dell’architettura, degli interni, della vista subacquea e ovviamente la deliziosa cucina “.

Un’estremità poggia su una passerella che la collega alla riva, mentre la parte restante del periscopio scende sotto la superficie, atterrando sul fondale marino a circa cinque metri e mezzo sotto il livello del mare. E a quelle latitudini, forza del mare e del vento stanno mettendo a dura prova i progettisti. Per questo la forma è stata ideata pensando alla coesistenza con il rotolare delle onde con pareti della struttura esterna  di 0,5 metri in cemento armato.

La finestra panoramica lunga undici metri e alta tre metri e mezzo, che regalerà agli ospiti una fantastica vista della vita sottomarina, è ovviamente anche prodotta per resistere alle feroci condizioni sottomarine e all’enorme pressione dell’acqua.

 

 



Leisure - 10/06/2019

Art Basel, si apre un’edizione di contaminazione

La grande mostra di Basilea riunisce il mondo dell'arte internazionale, con le principali gallerie d [...]

Design of desire - 24/10/2017

Mangasia a Roma svela l’arte del fumetto asiatico

Conosciamo bene i manga ma la storia dei fumetti storici asiatici complessiva sfugge ai più. A [...]

Travel - 24/08/2018

Amiata, la Toscana d’autunno è ancora più bella

Amiata, montagna che è madre e che nutre e che racconta una Toscana ancora tutta da scoprire: nasce [...]

Top