Magazine - Fine Living People
Society

Society - 18/04/2016

Jain è la nuova icona di stile del pop francese: “Ecco le facce della mia musica”

Zanaka è un disco che mescola stili dal mondo. L'estetica bon-ton della cantante lancia un trend riconoscibile.

Jain è la nuova stella del pop francese. A 24 anni imperversa in radio dall’Italia alla Polonia con Come, che tutto sembra fuorché pop d’oltralpe. È francese nella raffinatezza, ma ha le sonorità ben salde nel soul. Jain infatti ci ha colpito per essere un ponte perfetto tra Africa e Occidente. “Ho vissuto per anni in Congo – ci ha detto alla presentazione del disco Zanaka (in malgascio, Madagascar, significa Bambino) a Milano – e quelle influenze si sono riflettute nella mia musica”. Si sente che è cresciuta col mito di Myriam Makeba e con gli ascolti di Ella Fitzgerald. E il French Touch la sfiora solamente: “Certo, perché ho saputo cos’era solo quando a 18 anni sono tornata a Parigi e ho scoperto che l’elettronica era diventato un fenomeno”.

Ma è l’immagine di Jain che ci ha colpito. La copertina del suo album è stata creata da un dream team di creativi. Il duo Paul Et Martin ha inventato una Jain dalle tante sfaccettature, con gli arti che le roteano intorno “perché volevo che le foto si adattassero alle mille sfaccettature della mia musica”. Jain, che ha studiato grafica a scuola, è impegnata a costruirsi un universo credibile attorno. Il duo creativo l’anno scorso ha lavorato a Intoxicated di Martin Solveig  e nel 2012 a una fortunata campagna video per Le coq sportif. Per disegnare il set che costituisce l’ambiente visivo del disco, ha chiamato Eli Serres, che ha assistito gli allestimenti per Elle, Numéro, L’Officiel, Another e Fucking Young. Trucco e parrucco a cura di Melissa Biard, la truccatrice delle campagne del brand parigino Pantheone.

Eppure, Jain dice di non essere stata mai appassionata di moda quanto di musica: “Quando vivevo in Africa vedevo questi Sapeurs che si vestono in maniera esagerata per strada e si fanno ammirare dalle ragazze. E sinceramente mi divertivano, ma io ascoltavo più musica che sognare di stare a Parigi o Milano”.

Per farvi un’idea dello stile di Jain, guardate il video di Come.



Christian D'Antonio
Figlio degli anni 70, colonna del newsfeed di The Way, nasce come giornalista economico, poi prestato alla musica e infine convertito al racconto del lifestyle dei giorni nostri. Ossessionato dal tempo e dall’essere in accordo con quello che vive, cerca il buono in tutto e curiosa ovunque per riportarlo. Meridionale italiano col Nord Europa nel cuore, vive il contrappunto geografico con serenità e ironia. Moda, arte e spettacoli tv anni 80 compongono il suo brunch preferito.
Fashion - 09/07/2018

Malcom veste l’uomo di successo

Malcom ha nel suo dna il target dell'uomo di successo e il brand propone un guardaroba pieni di blaz [...]

Design of desire - 12/02/2018

Antonio Disilvestro: “La reunion de Le Vibrazioni in un concetto grafico”

A 26 anni Antonio Disilvestro è già un grafico affermato. Sua l'idea di rendere "concettuale" la c [...]

Society - 03/12/2016

Fedez all stars, tra Assenzio e street artist

Fedez ha fatto una delle sue rare apparizioni pubbliche l'altra sera a un party al Palazzo delle Sci [...]

Top