Magazine - Fine Living People
Society

Society - 13/02/2017

Le Dictateur riapre un palazzo Liberty a Milano

Nel palazzo firmato da Giulio Rezia nel 1913 al via Futurdome con la galleria d'arte che si insedia in attesa di MiArt a marzo.

Le Dictateur è un nuovo luogo d’arte a Milano, un’interessante esperimento di innovazione in un palazzo Liberty non lontano da corso Buenos Aires, finalmente restituito alla città.

Con una live performance di Teho Teardo, tra i più grandi compositori al mondo, vincitore del David e del Premio Morricone per la colonna sonora de “Il Divo” di Paolo Sorrentino, lo stabile di via Paisiello 6 ha inaugurato la nuova avventura dopo anni di abbandono, nello stesso posto dove agiva il  FuturDome, meta di riferimento e di incontro per gli artisti milanesi che aderirono al Futurismo.

Nella serata di lancio la settimana scorsa c’è stata l’anteprima assoluta COCO N.5 “RISE OF THE VOID”, un movie girato nel Parco Archeologico di Paestum, progetto, giunto al quinto episodio, di un disco che unisce musica e videoarte, con la creazione complessiva di 8 video e altrettante colonne sonore originali.

Il progetto è stato ideato dall’artista e designer Federico Pepe – sceneggiatore e regista di tutti i video – e da Jacopo Benassi – che ne è sempre l’attore protagonista – fotografo e co-autore con il regista Paolo Sorrentino del libro “Gli aspetti irrilevanti”, appena pubblicato da Mondadori in cui Sorrentino crea 23 racconti partendo da 23 ritratti di Benassi.

Nel montaggio di ogni video è escluso il sonoro e l’opera si dispone ad accogliere di volta in volta il pezzo originale di un compositore, creato partendo dal potere evocativo delle immagini. Il processo rispetto al mondo discografico risulta quindi invertito: prima viene creato il video e successivamente la musica.

Quando l’intero progetto sarà completato, sarà reso visibile solo in occasione di festival internazionali e non verrà trasmesso su alcun canale.

LE DICTATEUR

Le Dictateur è tra i più dinamici protagonisti della nuova scena indipendente dell’arte italiana. Fondato nel 2006 come progetto editoriale a cui hanno preso parte, con lavori inediti, i più grandi artisti della scena nazionale e internazionale, dopo 3 anni è diventato anche spazio espositivo indipendente con sede in via Nino Bixio. A partire dal 2012 viene inaugurata Le Dictateur Press, casa editrice indipendente. Le Dictateur è stato selezionato dal MoMa di New York nella mostra Millennium Magazine ed è stato tra gli spazi invitati da Cattelan/Gioni/Alemani a No Soul for Sale, la mostra che si è svolta nella Turbine Hall della Tate Modern per celebrare i più importanti spazi indipendenti della scena internazionale. La sua programmazione artistica è stata ospitata presso Family Business di Cattelan/Gioni a Chelsea New York e presso il Palais de Tokyo di Parigi

Per info qui



Trends - 30/04/2020

La svolta green di Groupe GM: amenities negli hotel che rispettano la natura

Il leader internazionale della fornitura di articoli di cortesia Groupe GM si adopera costantemente [...]

Leisure - 01/03/2018

Steve McCurry a Pavia con le sue “Icons”

Chi capita davanti al suo obiettivo diventa già una "Icon" e questo succede perché la sua arte è [...]

Luxury - 21/11/2018

BMW X7 è un SAV per la guida agile (e di lusso)

BMW lancia il X7, il primo SAV (Sports Activity Vehicle) prodotto a Monaco di Baviera. Unendo esclus [...]

Top