Magazine - Fine Living People
Society

Society - 09/04/2021

Marzia D’Orlando, una dj italiana a Los Angeles

Come modella gira il mondo. Come music selector è presente ai party esclusivi in California. "Quando tutto riaprirà andrà molto la dance tribale"

Vorrebbe tornare in Italia per un reality show, per ritrovare “quel vibe per cui Milano è famosa nel mondo” ma per il momento Marzia D’Orlando, dj italiana famosa in America, è ancora impegnata ad agguantare le notti di Los Angeles. La music selector dal fisico prorompente e verve tutta italiana, sta per lanciare un nuovo album di musica “rivoluzionata” (immaginiamo dalla stasi della pandemia) e questo mese è in copertina su Playboy Australia.

La copertina di Playboy Australia appena lanciata con Marzia D’Orlando come Playmate di aprile 2021. Le foto di Nikka Lorak sono accompagnate da un testo che recita: “Essendo una DJ di primo piano e peso massimo del settore, Marzia ci fa ballare allegramente al ritmo del suo beat che vi tiene incollati a ogni pagina”.

Marzia D’Orlando ci racconta così la sua carriera in ascesa negli USA. “Ho iniziato a fare la dj dopo aver fatto la ballerina in discoteca a Milano. Volevo arrivare a Los Angeles perché sono cresciuta col mito californiano, guardando le serie tv come OC e Laguna Beach. E ora mi trovo qui e sto benissimo da 9 anni”.

Che tipo di lavori fai a Los Angeles?

Prima del Covid lavoravo nei locali e molto negli eventi privati esclusivi, come feste, compleanni e afterparty. Sono arrivata a mettere musica all’after degli Oscar e a compleanni di celebrity.

I tuoi primi passi nel mondo dello showbiz quali sono stati?

Il mio primo show è stato al famigerato nightclub “Cavalli” a Milano, in Italia. Nel 2012 ho deciso di trasferirmi a Los Angeles per intraprendere la carriera musicale e di modella. Ho fatto lo spot Motorola con Ashton Kutcher o video musicali con Chris Brown, Maluma o molti altri artisti musicali internazionali. Ho iniziato a fare il dj ovunque a Ibiza, St Tropez, Los Angeles, New York e Miami.

Che musica è richiesta maggiormente?

Qui è richiesto l’hip hop e il rap e ho trovato il mix giusto con i miei gusti che sono più orientati alla House Music. Con le mie produzioni remixo rap e le basi house. Per me la musica Urban è stata una scoperta, dopo un po’ ti entra in testa.

Il genere che ti piace di più sul dancefloor?

EDM lo suono molto divertenti. Qui noi italiani siamo famosi per tutto ma in America mi chiedono molto le canzoni che riescono a cantare, perché le conoscono tutti. Quindi metto “Azzurro”, “Volare”, “Mambo Italiano”.

L’abilità maggiore per una dj quale deve essere?

A me piace l’EDM e quindi mentre la suono mi scateno e questo sentimento pervade la pista. Mi piace anche l’hip hop ovviamente ma quelli sono pezzi che richiedono concentrazione perché per cambiare brano non hai più di due minuti.

Frequenti italiani in California?

Da quando mi sono trasfertia volevo imparare perfettamente l’inglese e quindi ho evitato di rifugiarmi tra gli italiani. Detto questo, ho una delle mie più care amiche che è italiana e in lei cerco chi mi capisce e la mentalità che mi ricorda l’Italia. Ho scelto la California per il tempo, molto soleggiato e caldo, le opportunità e perché c’è Hollywood.

Cosa hai fatto in questi anni negli USA che ti piace ricordare?

Anche gli inizi sono stati piacevoli, a dispetto di quanto si sente sempre in giro. Lavoravo alle feste, facevo comparse nei video musicali e facevo la modella. Sono stata ovunque negli Stati Uniti e non mi piace nessun altro posto al pari della California, ho fatto la scelta giusta. New York mi mette l’ansia, lì se non sei impegnata sei una fallita. Miami che è una città sempre in festa, ti obbliga al divertimento: se non sei a un party o in after da due giorni non ti senti a tuo agio. A Los Angeles si è rilassati e non c’è pressione per le performance.

Hai contatti col mondo delle celebrity italiane?

Sono amica dell’attrice Mariana Falace che sta diventando popolare, siamo molto amiche. Farà molta strada. Quando torno a Milano mi piace rivedere le mie amiche di infanzia a Milano, la mia famiglia. Dorian che è il mio agente.

Cosa ti lega alla tua famiglia?

Ricordo che da bambina amavo la danza e la musica. Mia madre ricorda sempre che sapevo ballare anche prima di camminare. Mi hanno sostenuto quando nel 2009 sono stata scoperta come modella e ho firmato con Elite model management.

Produci anche musica a tuo nome. Che dischi sono?

Nel 2019 è uscito il suo primo album “Juts Like This”. L’album contiene 10 tracce davvero diverse tra loro un mix tra pop, edm e tech house. Per i testi mi ispiro alla vita di tutti i giorni, cose che io o i miei amici diciamo e facciamo. Ho realizzato un remix della famosa canzone “Wap” di Cardi B.

Come hai vissuto questo anno di pandemia?

Per fortuna ho sempre lavorato nel campo del modelling e della musica. C’è stata solo una settimana di chiusura totale qui in California. Poi sono riuscita a viaggiare, per la copertina di PlayBoy Australia sono stata a Dubai per esempio.

Secondo te quale sarà la musica della rinascita, speriamo questa estate 2021?

Qua sta andando molto il vibe di Tulum, una destinazione turistica in Messico vicino a Cancun. Si tratta di un sound tribale vicino al mood di Cafe del mar, per me è la nuova tendenza e anche il mio nuovo album è tutto Deep House con remix vicini alla tribale.

Marzia D’Orlando è arrivata all’attenzione di The Way Magazine durante il programma web radiofonico di Francesco Fredella su Rtl 102.5 News. Ospiti, il direttore di The Way Magazine Christian D’Antonio (in alto a sinistra) e l’imbianchino/modello Peppe Di Giorgio (in basso a destra con camicia bianca). Il programma è visibile tutti i giorni a questo link streaming: https://play.rtl.it/news/

Marzia on Spotify/ marziadorlando
Instagram @marziadorlando
SoundCloud/ marzia-dorlando



Leisure - 10/07/2019

La persona al centro: ecco il tema del Festival della Filosofia di Modena

Dedicato al tema persona, il festivalfilosofia 2019, in programma a Modena, Carpi e Sassuolo dal 13 [...]

Design of desire - 27/02/2020

“Come vivremo insieme?”: la Biennale di Architettura di Venezia torna a maggio

La Biennale di Venezia annuncia il tema della 17a Esposizione Internazionale di Architettura che sar [...]

Travel - 05/07/2018

In Perù sulla Ruta del Pisco, la strada delle cantine tradizionali

Il sud America è una terra magica dove la tradizione e la cultura degli antichi si mescola con l’ [...]

Top
Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e sezioni extra che stiamo sviluppando. Obbiettivo: sorprendere i nostri lettori nel corso del 2021!