Magazine - Fine Living People
Society

Society - 27/03/2020

Mr. Brainwash, Lorenzo Marini e Lady Be: opere d’arte al tempo del Coronavirus

L'arte non rimane indifferente: ecco i pezzi che sono in produzione e divulgazione in questi giorni da parte di tre artisti diversi e di varia provenienza.

L’arte al passo coi tempi non tarda a mandarci stimoli “di ritorno”. Per immortalare le sensazioni che stiamo vivendo in questa prima parte del 2020. Ci ha pensato, come ci aspettavamo, l’artista pop per eccellenza adorato in tutto il globo: Mr. Brainwash rappresentato in Italia da Deodato Arte. L’opera in edizione limitata di Mr. Brainwash, I Love Italy mostra su sfondo bianco un palloncino a forma di cuore che risalta per i colori della bandiera italiana. Il sottile filo che lo tiene, in rosso, forma invece la parola “love”, nel pieno dell’ottimismo e della positività che caratterizzano le opere di Mr. Brainwash.

Mr. Brainwash “I Love Italy”.

Creata dall’artista in onore dell’Italia e dell’emergenza sanitaria legata al Coronavirus che l’ha colpita, questa serigrafia su carta in esclusiva mondiale per Deodato Arte, rappresenta un messaggio di speranza ed amore, dedicato ad un popolo che non si è mai arreso alla sofferenza e alla paura.

Mr. Brainwash e Deodato Arte hanno deciso di devolvere il 15% del ricavato alla Fondazione Ospedale Fiera Milano, al fine di sostenere la realizzazione di un nuovo polo ospedaliero interamente dedicato alla lotta contro il Covid-19. I Love Italy è datato 2020 e appartiene a un’edizione limitata di 350 unità numerate e firmate in originale dall’artista. Spedizione gratuita in Italia – Le opere saranno consegnate tra Aprile e Maggio.

Lady Be ha realizzato quest’opera come dedica a tutti gli infermieri d’Italia.

LADY BE – Legambiente ha scelto Lady Be per la sua piattaforma #iorestoacasa, realizzando un tutorial in collaborazione con l’artista che ha fatto vedere agli utenti cosa si può fare di creativo a con la plastica di recupero che trovi sistemando la casa. L’opera che ha invece realizzato per l’occasione di questo mese nefasto per il mondo, la presenta così: “L’infermiera con l’orecchino di perla. Un giusto tributo a chi ogni giorno si sacrifica per noi. Verrà messa in vendita con il ricavato a favore degli ospedali San Matteo di Pavia, Sacco di Milano e Spallanzani di Roma”. 

LORENZO MARINI – L’arte ai tempi del coronavirus. L’ultima opera di Lorenzo Marini “C19SH” (C19 STAY HOME) racconta la resilienza di Milano. Lorenzo Marini “C19SH” (C19 STAY HOME). Cramum, il progetto no profit che riunisce il meglio dell’arte in Italia e all’estero, ha deciso di condividere la storia dell’opera C19SH (Coronavirus19 Stay Home) che Lorenzo Marini ha appena completato, ritenendola simbolo della forte resilienza diffusa che Milano e l’Italia stanno dimostrando. Da Cramum. Sabino Maria Frassà, scrive: “Crediamo quindi sia vero che Milano non si ferma: anche se rimaniamo chiusi nelle nostre case, tutti combattiamo il coronavirus, cercando di continuare a viver al meglio il nostro tempo senza “farci vivere” dalla malattia. Lorenzo Marini, artista globetrotter, si trova dal 9 marzo, di rientro da Parigi, bloccato a Milano nel suo appartamento/studio. Ha con sé solo le opere non incluse nella mostra appena inaugurata da Gaggenau Hub “Out of Words”. Pochi i mezzi, ma tanta la voglia di continuare a vivere, lavorare e raccontare quello che sta accadendo e provando”.

L’artista vede in quel #iorestoacasa l’unico modo possibile per resistere al C19 (coronavirus), ma ci invita a resistere e a continuare a vivere. “In C19SH (C19 STAY HOME) Lorenzo Marini rielabora una “vecchia” opera degli AlphaType (npn selezionata per la mostra milanese e perciò in Studio) e decide di modificarla, ricostruendo un alfabeto in cui ogni lettera è collegata a un’immagine e/o a una parola, che rappresentano un elemento della vita ai tempi del coronavirus. Le uniche scritte in rosso, da cui deriva anche il titolo dell’opera, indicano le idee urgenti che affollano la nostra mente, ma anche la comunicazione e il nostro linguaggio, cos’ stravolto da quello che stiamo vivendo: l’artista aggiunge alla “C” il numero 19 dal nome del virus (Covid 19), la H diventa “home” e la S di Stay. Gli altri interventi in bianco e nero rappresentano invece le riflessioni più ponderate: la “L” che l’artista rappresentava nell’opera originale con una pistola, per la somiglianza di forme, viene affiancata dalla parola “libertà”: la libertà, che torna nell’alfabeto due volte – anche nella F di Freedom – è l’elemento centrale della nostra battaglia. Viviamo tutti in una libertà armata, reggimentata, che dobbiamo difendere dal virus e dall’idea stessa di emergenza. Lorenzo Marini non rinuncia però a raccontarci anche in questo inedito alfabeto “intimo” e familiare ciò che più gli manca perché non si può più fare: dalla B di bacio/bocca, all’ “enjoy food” della U di ugola. L’opera finisce con un’augurio “The End”. Non ci resta quindi che continuare a sperare che arrivi presto la fine di questo C19SM – C19 STAY HOME”.

 



Leisure - 08/04/2018

Rihanna intervistata da Caterina Balivo a Detto Fatto

Lunedi 9 aprile la star della musica internazionale Rihanna sarà protagonista a Detto Fatto, in dir [...]

Leisure - 11/09/2019

Napoli Pizza Village, 45 pizzerie su un solo lungomare

Al via a Napoli, nell’incantevole location del Lungomare Caracciolo, la IX edizione del Napoli Piz [...]

Society - 12/12/2018

“L’aria del tempo” nelle foto dall’alto di Massimo Sestini

Se vi siete mai chiesti come sembra l'Italia dall'alto, nel contesto delle manifestazioni e momenti [...]

Top