Magazine - Fine Living People
Society

Society - 31/03/2017

Non ne potete più degli hipster? Ascoltate i Colpi Repentini

I musicisti milanesi sono sul piede di guerra: prendono in giro i baffetti e i calzettoni in bici. E all'Ostello Bello organizzano il 10 aprile un party-parodia.

I Colpi Repentini sono una band milanese che non ne può più della moda hipster. Detta così sembra riduttivo, ma il tratto distintivo del loro nuovo disco è proprio la presa in giro della moda più dilagante degli ultimi anni.

Il gruppo mescola numerosi generi musicali (gipsy, rock, jazz, beat) nel nuovo disco Duomo ore dieci che contiene il singolo Hipster, una parodia dell’hipster contemporaneo, con cui la band ironizza sul look e sulle mode un po’ ridicole legate a questa “categoria” che tanto spopola a Milano: dai baffi ai maglioni della nonna, dai risvoltini alle biciclette a scatto fisso.

Duomo Ore Dieci è il nuovo EP dei Colpi Repentini.

Duomo Ore Dieci è il nuovo EP dei Colpi Repentini.

Abbiamo visto il video in anteprima e vogliamo segnalarvi che è esilarante. Il disco e il video di Hipster saranno presentati il 10 aprile in una festa “anti-hipster” all’Ostello Bello Grande a Milano (Via Roberto Lepetit, 33) .Una serata di festa in cui la band milanese si esibirà in concerto e proietterà in anteprima il videoclip Hipster, vera e propria parodia dell’hipster contemporaneo. “Siccome negli ultimi tempi abbiamo visto più risvoltini che congiuntivi, ci è parso doveroso occuparci della faccenda“, dicono. Il dress code del party: maglione della nonna, bretelle, jeans coi risvoltini e calze a pois. Tutto il concept di questo lavoro è molto curato, a partire dalla copertina del disco che richiama alla memoria le pubblicità dei primi alcolici che partivano alla conquista del mondo nel 900 proprio da Milano.

Per la band milanese è il secondo lavoro in studio dopo il precedente Arriva lo Zar, pubblicato nel 2013 e seguito da un’intensa attività live, dimensione in cui i Colpi Repentini hanno costruito e stanno costruendo la loro fortuna: travolgenti, divertenti, quasi irriverenti, Alessio Piano (voce), Andrea Terzi (tastiera), Matteo Prevedello (chitarra), Federico Durante (basso), Matteo Costantini (batteria) sanno come trasformare il palco in una festa, frullando stili e mode, abbattendo ogni barriera di genere e trascinando tutti con sé.

Sentite cosa dicono di Milano: “Vivendo nella città del Fuorisalone, dei brunch, degli apericena e degli studenti di architettura del Politecnico da diversi anni siamo inevitabilmente in contatto con una fauna urbana di ex-adolescenti i cui segni distintivi sono: maglioni della nonna con le renne, camicie a quadri di flanella stile boscaiolo finlandese, micidiali biciclette a scatto fisso, mocassini con i pantaloni corti, barbe da profeta biblico, baffi che farebbero impallidire Salvador Dalì, bretelle, calze a pois, occhiali a montatura spessa direttamente dagli anni di piombo, vertiginose frangette alla Fantaghirò sulla fronte”.

Duomo Ore Dieci è stato registrato, mixato e masterizzato presso la Noise Factory di Milano da Alessio Camagni e Federico Calvara. Artwork: Sarah Edith



Leisure - 02/03/2018

Perché la mostra di Lucio Fontana all’Hangar Bicocca è stata straordinaria

DDare l'opportunità a tutti,s enza biglietto di ingresso, di rivivere l'arte di uno dei maggiori it [...]

Society - 26/05/2019

Valeria Parrella a Milano racconta la sua “Almarina” a Helena Janeczek

La letteratura che unisce, che libera, che stimola. Mai come in questo momento storico la lettura è [...]

Leisure - 13/07/2020

Cabrio: “La mia canzone d’amore con ironia”

Molto particolare e figlio dei tempi, il ritorno in musica di Angelo Soraci, conosciuto nel circuit [...]

Top