Magazine - Fine Living People
Society

Society - 20/02/2018

Playboy Magazine con Marilyn e Natasha Kinski col serpente all’asta erotica di Sotheby’s

L'erotismo vende. In tutte le epoche, Sotheby's lo dimostra. Con un'asta che ha battuto cifre da capogiro per statue e fotografie.

Il sesso vende, eccome, anche alle aste internazionali. Marilyn Monroe e Natasha Kinski sono due attrici di epoche diverse che questo mese hanno però stabilito record con le loro foto piccanti battute da Sotheby’s a Londra.

Marilyn Monroe sulla copertina del primo Playboy del dicembre 1953. Ma le foto sono di 4 anni prima.

Marilyn Monroe sulla copertina del primo Playboy del dicembre 1953. Ma le foto sono di 4 anni prima.

MAGAZINE – Ha un piccolo record per un giornale battuto all’asta: 4.500 euro per il primo numero di Playboy America del 1953 con una foto di Marilyn Monroe nuda. L’asta di Sotheby’s si chiamava Erotic: passion and desire e ha raccolto 89 opere d’arte di tuti i tempi con il tema del sesso ed erotismo.

Come vedete dalla copertina, il magazine uscito per la prima volta nel dicembre 1053 non aveva una copertina esplicita. Ma il poster centrale lo era. Lo shooting è entrato nella leggenda: era stato fatto dal fotografo Tom kelley che aveva pagato la modella sconosciuta Monroe 50 dollari nel 1949. Poi con passaggi di mano le foto erano finite sul tavolo di Hugh Hefner, il fondatore di Playboy che è morto l’anno scorso a 91 anni. Dettaglio: all’epoca dei primi numeri la protagonista del poster centrale non era chiamata ancora Playmate, ma con un più romantico Sweetheart of the month.

SERPENTE – Tanti altri pezzi venduti bene all’asta di Sotheby’s hanno fatto storia. Come i bronzi dello scultore italiano dell’800, Francesco Barzaghi. E poi c’è la foto di Richard Avedon che trovate in apertura, già battuta all’asta meno di 10 anni fa per 30mila sterline e ora comprata per 60mila. Si tratta di un’edizione limitata di uno scatto intitolato ‘Nastassja Kinski and the Serpent’ scattato a Los Angeles California, nel 1981 da Richard Avedon.

Le cose migliori succedono per caso, viene da dire. Se andate a prendervi il numero di Vogue in cui era custodito lo shoot non vi colpirà, normali foto di moda. Poi il genio di Polly Mellen, la stylist del periodico americano, fece il miracolo. “C’è qualcosa che ti piace?” chiese durante gli scatti all’attrice tedesca che era diventata un sex smbol anche grazie ai film di Roman Polanski. E lei: “Sì, i serpenti”. “Faresti uno scatto con un serpente nuda?”. “Perché no, certo”. Arrivò il serpente sul set e le baciò nell’orecchio.



Leisure - 10/07/2018

Mediaset, l’autunno di Rete 4 è quello più nuovo

Presentati i palinsesti delle tre reti Mediaset da poco, vi abbiamo scelto i punti salienti delle co [...]

Leisure - 24/10/2018

Subsonica: “Otto è l’infinito e l’equilibrio”

I Subsonica alla Feltrinelli di Napoli hanno raccontano di magie e di come nascono i cd. Ieri 23 ott [...]

Leisure - 06/10/2020

Dom Pérignon, ogni variante ha i suoi punti chiave

La tradizione vuole che nel 1668, l’abate benedettino Pierre Pérignon (noto come Dom Pérignon) [...]

Top
Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e sezioni extra che stiamo sviluppando. Obbiettivo: sorprendere i nostri lettori nel corso del 2021!