Magazine - Fine Living People
Society

Society - 15/04/2020

Pranzo gourmet in ufficio in tutta sicurezza grazie a Delò

Ri-apertura degli uffici in sicurezza grazie alle nuove frontiere del delivery food che non tralasciano i dettagli di stile.

Delò è una soluzione tech &style per migliorare l’esperienza della pausa pranzo in azienda. La lenta ri-apertura delle attività porterà i lavoratori a consumare nuovamente i propri pasti in ufficio, a volte dovendosi adattare al permanere della chiusura delle mense aziendali, di bar e ristoranti. L’alternativa comoda e stilosa alla schiscetta la propone la startup Streeteat che dal 10 aprile ha lanciato Delò, il locker refrigerato formato da 48 scomparti allestibile facilmente nei coworking e nelle grandi aziende, per offrire al personale non solo un servizio innovativo, sicuro e comodo, ma anche un’esperienza culinaria originale.

Come funziona Delò?

Tramite l’app dedicata o da desktop i dipendenti delle aziende che scelgono Delò, potranno ordinare uno tra i dieci menù della settimana, optando per una scelta orientata in base al proprio stile. Streeteat, infatti, ha declinato quattro categorie di pietanze che rispecchiano l’umore dell’utente: la sezione “In cucina”, dove si trovano i piatti della tradizione italiana, “In viaggio “per scegliere i sapori più etnici, “Di corsa” che prevede ricette per chi vuole restare leggero e infine “Con rispetto”, dove si trovano pietanze realizzate con prodotti di stagione, per chi sceglie ogni giorno la sostenibilità anche in quello che mangia.

Delò permette di ricevere i pasti durante la pausa pranzo alla giusta temperatura, gustandoli in estrema sicurezza: i piatti, infatti, sono confezionati in ATP e consegnati all’utente all’interno di uno dei 48 scomparti del locker.

Pausa pranzo condivisa e sostenibile

Streeteat ha in mente di sviluppare una nuova filosofia del cibo, la cosiddetta “eatlosophy” che si basa su quattro pilastri: innovazione, cultura, condivisione e sostenibilità.

Questo approccio vede nel momento del pasto un’esperienza di condivisione e socializzazione che possa portare chiunque a sentirsi a casa, in qualunque momento e luogo, in quanto al centro dell’eatlosophy ci sono le persone e i loro stati d’animo come prima cosa.

Da questa ispirazione è nato il concept di Delò e sempre da qui si svilupperanno tutti gli altri progetti che verranno lanciati nei prossimi mesi da Streeteat. La startup si pone quindi sullo scenario del food delivery come nuovo punto di riferimento delle aziende in materia di cibo e di condivisione.

Con Delò intendiamo rivoluzionare il concetto stesso di pausa pranzo con un servizio agile, innovativo e sicuro puntando anche sull’emozione. Streeteat Delò permette di offrire ai dipendenti una pausa pranzo qualitativa con un alto valore in termini di innovazione e socialità. Insieme al locker abbiamo sviluppato un’area Delò realizzando un ambiente confortevole e accogliente per gustare insieme il piatto ricevuto.” afferma Giuseppe Castronovo, CEO e founder di Streeteat.

Per scoprire i menù settimanali basta andare su http://www.streeteat.it/; le aziende che vogliano aderire al progetto e dotarsi di un locker possono invece trovare informazioni dettagliate a questo link: www.business.streeteat.it/it.

 

 

 

 



Society - 05/09/2019

C’è un salone di Sondrio dietro le acconciature di Miss Italia 2019

Miss Italia: bellezza e professionalità Altremode Parrucchiere, il salone di hairstyling di Sond [...]

Design of desire - 02/08/2018

Il Red Dot Award ancora a Dainese

Dopo aver conseguito nel 2017 numerosi premi di design, tra cui il Compasso d’Oro, il Gruppo Daine [...]

Design of desire - 16/05/2020

Come sarebbe stato il logo dell’Eurovision 2020? Ecco il design olandese

Sta andando in onda ora "Europe Shine A Light", lo show sostitutivo dell'Eurovision 2020 che è la m [...]

Top