Magazine - Fine Living People
Society

Society - 24/09/2019

Se la moda è green, Vestiaire Collective è vintage

Cosa è successo al pop-up store nella fashion week. E cosa succederà dal 26 settembre quando parte la Milano Green Week, unica nel suo genere.

La moda del 2019 a Milano, specialmente quella durante le sfilate di settembre, è stata davvero al passo coi tempi. Così come la Design Week di quest’anno ha messo in evidenza il bisogno green (e anche noi di The Way Magazine abbiamo dato il nostro contributo con la settimana di eventi al Tesla Store), anche la fashion week è stata green ed eco-sostenibile.

“La sostenibilità e l’internazionalizzazione sono due valori fondanti di questa edizione di Milano Moda Donna – ha detto il Presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana, Carlo Capasa –. Tutti gli attori del sistema si sono impegnati concretamente nel proporre una larga varietà di appuntamenti e iniziative coinvolgendo il pubblico e rendendo protagonista la città. Il calendario della fashion week con oltre 50 eventi in sei giorni conferma Milano come una capitale della moda viva e fortemente attrattiva a livello internazionale. In tal senso è fondamentale la collaborazione con il Comune di Milano e le Istituzioni all’insegna di valori condivisi, primo fra tutti la sostenibilità”.
Con queste premesse è stato un successo il pop-up store di Vestiaire Collective, l’e-commerce vintage più noto al mondo che ha aperto a Milano di fronte l’Armani Store, alla fine di Montenapoleone, nel palazzo del Grand Hotel Et De Milan (piazzetta Croce Rossa).

All’interno della Tearose Boutique in partnership con Camera Nazionale della moda Italiana e i Green Carpet Fashion Awards, si sono installati marchi per promuovere la sostenibilità nella moda e il riuso intelligente di capi e accessori.

L’assessora comunale alle Politiche per il Lavoro, Commercio, Moda e Design Cristina Tajani sottolinea: “Con CNMI condividiamo non solo l’impegno al sostegno e alla valorizzazione dei giovani talenti emergenti, ma soprattutto la volontà di favorire la nascita di un nuovo modo di intendere la moda e tutta la sua filiera produttiva. Filiera che, oggi più che mai, deve essere sostenibile ed etica, nel rispetto dell’ambiente e delle condizioni dei lavoratori. Un impegno che portiamo avanti anche grazie al Green Carpet Award che, giunto alla sua terza edizione, indica il primato della settimana milanese a livello internazionale su questi temi”.

A Milano, grande generosità per i lasciti “verdi”. L’ultima donazione in ordine cronologico riguarda 200 piante ornamentali, mittente Assolombarda Servizi Spa. Sono sempre più numerosi i soggetti privati che decidono di contribuire a rendere Milano più verde e più bella offrendo al Comune dotazioni per parchi, piazze, viali e giardini.

C’è Yamaha Motor, che nell’ambito del progetto Treecity a febbraio ha piantumato circa 50 alberi ai Giardini Lucarelli, in zona Feltre; c’è Lascia la Scia snc, che in occasione dell’ultima edizione della Design Week ha posato in piazza XXV Aprile quattro panchine che hanno reso più utili e meno impattanti i new jersey; c’è la società Bisazza spa, che ha offerto in comodato d’uso 13 piante in vaso che oggi rendono più bella via Solferino.

E poi ci sono le quasi 8mila piante, tra gaura, anemoni, bouganville e graminacee che dopo essere state utilizzate per il progetto “Green Carpet Fashion Awards Italia 2018” sono state donate dalla Camera Nazionale della Moda Italiana in occasione dell’ultima edizione della Fashion Week. Allo stesso modo Federlegno Arredo Eventi Spa nel 2018 ha lasciato al Comune le piante della composizione firmata da Carlo Ratti per il Salone del Mobile, mentre Rinascente spa ha donato le 10 piante che rendono più verde via Santa Radegonda e via Vittor Pisani.

Non solo piante e panchine: in occasione dell’ultima edizione della Milano Green Week Philips Spa ha regalato un defibrillatore al nuovo Parco della Torre alla Bicocca, ampliando il già ricco elenco di parchi cittadini dotati di macchine salvavita grazie al prezioso contributo dell’associazione “In campo con il cuore”.

Recentemente l’associazione sportiva dilettantistica Scuola Basket Sound ha donato 9 panchine rosse, simbolo contro la violenza sulle donne, da collocare in altrettante aree verdi della città (Giardini Blazen, Parco Adriano, Giardini Giulio Polotti, Parco Formentano, via Tabacchi, Parco Vincenzo Muccioli, Parco di Trenno, Villa Sheibler e Parco della Torre). Nel 2018 Benè Berith e Walking Angels hanno regalato 50 ulivi a Cascina Bianca e ai giardini condivisi della città, mentre l’Associazione Lettone in Italia e Svizzera Italiana (ALISI), in occasione del centesimo anniversario della Repubblica di Lettonia, ha piantato una quercia al Parco Sempione.

MILANO GREEN WEEK – La città è pronta a tingersi di verde per la seconda edizione di Milano Green Week, l’evento all’interno del Palinsesto Yes Milano che dal 26 al 29 settembre porterà iniziative, dibattiti, laboratori e nuove aree da vivere in tutti i municipi della città. Anche quest’anno saranno centinaia gli appuntamenti diffusi organizzati dal Comune di Milano e dai tanti soggetti pubblici e privati che contribuiscono con impegno e passione alla cura del verde cittadino.  L’evento, coordinato dall’Assessorato al Verde insieme a MIAMI Scarl, gestore del servizio per la manutenzione del verde pubblico, è reso possibile dalla collaborazione degli sponsor tecnici Covivio ed ENGIE Italia.
Grandi e bambini sono invitati a partecipare e contribuire a rendere ancora più belle le giornate di Milano Green Week: dall’inaugurazione del nuovo parco giochi inclusivo in via Martinetti alla festa per l’avvio dei lavori per un nuovo giardino condiviso realizzato con gli studenti in via della Rondine, dalla piantumazione di nuove piante lungo le sponde del fiume Lambro nell’ambito del progetto di Ersaf e Legambiente al convegno Milano Clever Solutions per far conoscere ai cittadini i benefici dei tetti e delle pareti verdi, dalla posa della statua di Rachele Bianchi donata alla città all’inaugurazione delle nuove aree verdi di Piazzale Accursio e del parco Russoli riqualificato, passando per le biciclettate tra i boschi di Porto di Mare promosse da Italia Nostra, che dal 2017 lavora con impegno e sapienza alla rigenerazione di Parco Cassinis. Anche quest’anno, inoltre, si terrà la rassegna Cascine Aperte, con trenta cascine tra Milano e Monza che aprono le porte al pubblico per un weekend ricco di eventi e feste alla scoperta del patrimonio rurale cittadino.  https://www.cascineapertemilano.it/
E Milano Green Week sposa naturalmente la campagna Plastic Free promossa dal Comune: oltre a borse di stoffa, penne, bloc notes e piantine, per la prima volta nel corso di alcuni eventi promossi dall’Amministrazione saranno regalate ai partecipanti 1000 borracce.

 



Fashion - 30/06/2018

Il Fashion Hub di AltaRoma premia 5 designer portoghesi

I giovani stilisti alla conquista di Roma anche quest'anno, per la sezione Fashion Hub di Altaroma. [...]

Leisure - 02/07/2017

Anche Oriocenter punta al lusso con l’ampliamento

Quello che colpisce quando si arriva nella nuova ala dell'Oriocenter, il  mall  più grande d'Euro [...]

Society - 27/09/2019

Federica Pellegrini: “Le lenti che aiutano lo sport sono anche belle”

"La prima cosa di cui mi sono informata quando mi hanno proposto di essere ambassador degli occhiali [...]

Top