Magazine - Fine Living People
Society

Society - 18/02/2019

Tutte le terrazze di Milano, la primavera è un drink

Martini, Aperol, Duomo 21 e poi gli hotel e le esclusive location sopra i grattacieli. Un vademecum per aperitivi con vista in continuo aggiornamento.

Si sente già aria di primavera e a Milano abbondano le terrazze con il rito dell’aperitivo, simbolo della città. Prima prova dopo l’inverno rigido: l’imminente fashion week 2019.

Alla Terrazza Duomo 21 si assapora l’eccitazione della nuova destinazione del dopo lavoro a Milano. I salotti confortevoli e le ampie vetrate affacciate su Piazza del Duomo fanno da sfondo al ritrovo con vino, birre e cocktail. La possibilità di riservare le sale è unica: si può avere il proprio party in totale privacy  per offrire un’esperienza davvero unica ai propri ospiti. Si sale dall’ingresso celebre della galleria accanto al Duomo, poche porte dopo il famoso Camparino.

Terrazza Hotel Gallia, Milano.

GALLIA – Il ristorante della Terrazza Gallia fa vivere un’esperienza culinaria totalizzante, grazie all’abilità dei fratelli Lebano e alla consulenza dei Fratelli Cerea, tre stelle Michelin. Il Bar della Terrazza Gallia permette di degustare cocktail di altissima qualità, godendo di una vista unica e suggestiva, che rendono questo luogo il nuovo hotspot Milanese. La location si trova sulla sinistra della stazione centrale.

Globe in terrazza, piazza Cinque Giornate.

GLOBE – Nel palazzo Coin di Piazza V Giornate, più a est di San Babila, c’è il Globe, una finestra su una delle più antiche piazze di Milano. Piazza Cinque Giornate, con lo storico monumento eretto da Giuseppe Grandi, terminato nel 1894 è al centro di una splendida vista. Qui si può pranzare nella bella stagione oppure fare un aperitivo la sera mentre il sole tramonta. La terrazza del Globe è anche molto ambita per organizzare ricevimenti o serate a tema.

 

La Rinascente, sul lato sinistro del Duomo di Milano, gode all’ultimo piano di una vista impareggiabile.

LA RINASCENTE – A Milano un giro alla Rinascente è al pari di una visita al Duomo o al Castello. Si tratta del mall coperto più popolare della città e a ben vedere, c’è anche una ragione “al top”. Nessuno come gli ospiti della terrazza all’ultimo piano può vantare di una vista così ravvicinata della cattedrale cittadina. Lo spazio terrazza si apre accanto alla rinomata food hall dove ci sono tante proposte culinarie di ogni genere, dal sushi alla mozzarella.

DA SCOPRIRE – Ora il Boscolo Hotel si chiama Palazzo Matteotti su corso Matteotti ai bordi del Quadrilatero della moda. La terrazza Latitude 45 Rooftop ha gran classe ed è molto ben frequentata e mai chiassosa.

Replay The Stage, nel cuore di Piazza Gae Aulenti, zona Garibaldi, ha una terrazza spettacolare che è un’estensione di gusto del suo The Stage.

L’ex Boscolo Hotel, ora è Dedica Collection Palazzo Matteotti. Con una bella terrazza dove regna la privacy.

Replay The Stage, piazza Gae Aulenti, Milano.

A La Gare, zona Centrale-Gioia, per gustare per bene tutto il nuovo skyline della città, non esiste un tavolo preciso. La vista è talmente bella, pur non essendo un grattacielo altissimo, che è totale.

Ora che si stanno preparando le ultime fasi di completamento del museo del Design di ADI, l’associazione che promuove il Compasso d’Oro, la zona oltre Garibaldi verso China Town e il Cimitero monumentale, sta acquistando appeal. Qui sorge l’Hote Viu Milan con una terrazza che offre un panorama sui nuovi grattacieli che segnano un bel “continuum” con le architetture più antiche. Dalla  terrazza all’8° piano si può godere la bellezza di una Milano inedita e nelle giornate di sole si può ammirare uno spettacolare paesaggio nel quale Milano ha come sfondo le Alpi. Al tramonto colori cangianti regalano emozioni uniche e una Milano che, così, non avete mai visto.

La terrazza Triennale, sopra il museo a Cadorna, Milano.

La riqualificazione architettonica raggiunge China Town a Milano. La terrazza dell’Hotel Viu Milan.

Ceresio 7 è stata una delle prime terrazze ad aver aperto sul panorama dei nuovi grattacieli di Milano.

Radio Rooftop è in cima al ME Milan Il Duca, in piazza Repubblica. Radio Rooftop Milan rappresenta uno spazio unico in un ambiente dinamico e selezionato, nel quale è  possibile degustare tapas internazionali ammirando la splendida vista dello skyline milanese. Diviso in due aree, una interna ed una esterna, si affaccia su Piazza Della Repubblica e su Porta Nuova, con una capienza fino a 200 ospiti, offrendo lo scenario perfetto per sorseggiare pregiati cocktails accompagnati da sfiziosi aperitivi.

Radio Rooftop Milano, sopra il nuovo ME Milan Il Duca.

LE CLASSICHE – Le due classiche terrazze, che sono quelle che resistono da più tempo e hanno uno zoccolo duro di appassionati sono in centro città. La Terrazza di Via Palestro ricrea anche un habitat verde e offre affaccio sul parco Palestro, vicino piazza Cavour.

Terrazza Aperol che è una delle prime ad aver aperto in zona Duomo, è il classico ritrovo dello Spritz ormai rinato a cocktail simbolo della Milano da bere anni 2000.

Terrazza Aperol, la celebre terrazza dello Spritz ai lati del Duomo di Milano.

Terrazza Palestro, zona Palestro – Milano.

A queste due si aggiunge la revamped Terrazza Martini, in fondo a Piazza Diaz, che dopo anni di tentativi, è tornata all’antico splendore anni 80 quando si inventò il claim “Milano da bere”. Tutto è nato lì in cima e l’emozione di tornarci non ha prezzo.

 

Dal 15esimo e 16esimo piano del grattacielo del 1957 in piazza Diaz, Milano: Terrazza Martini.

Questo edificio progettato nel 1953 e pronto nel 1957 doveva essere di 11 metri più alto. Risulta in asse con l’ingresso della celebre galleria di piazza Duomo e dalla Terrazza Martini la geometria risulta perfetta. Un luogo storico e simbolico eretto da Arturo Danusso e Piero Portaluppi.

 



Fashion - 06/10/2017

Lusso sostenibile, la moda etica di BAV TAiLOR

La moda etica è il nuovo trend che pubblico e critica seguono entusiasti nel mondo fashion. Ecco pe [...]

Leisure - 15/03/2017

Di Casa In Casa, passeggiata storica tra le dimore artistiche di Milano

“Di Casa in Casa” è la nuova iniziativa realizzata dalle quattro Case museo di Milano – Casa [...]

Design of desire - 11/08/2018

Villa La Califfa, vacanze in una casa d’autore degli anni 60

Luigi Moretti è stato uno degli architetti che ha segnato il Novecento italiano e ancora le sue pec [...]

Top