Magazine - Fine Living People
Society

Society - 13/04/2018

Tutti i famosi di SanNoLo 2018: perché il festival del quartiere piace ai vip?

Victoria Cabello, Federico Russo e Francesco Vandelli, i Boiler, Matteo B Bianchi e Carmen Covito per la cultura. E poi anche presentatori che diventano spettatori per una sera.

Ironico, strampalato e irresistibile: SanNoLo, il festival semiserio di NoLo, il quartiere a Nord di Loreto a Milano, si è trasformato in un circo di stelle che in molti non avrebbero mai immaginato di vedere in un piccolo teatro di una zona popolare.

Lorenzo Campagnari, il gancio autoriale di NoLo con i famosi. Lavora infatti alle più grosse produzioni di Mediaset, Rai e Sky e a SanNoLo fa anche il presentator. (Foto di Gabriele Caroncini di Photonolo)

Eppure i vip accorrono all’irriverente risposta di quartiere all’altro santo canoro (Sanremo) perché essere qui in qualche modo rende liberi. Rovyna Riot, sagace e divertentissima miss en travesti che presenta il festival con l’autore dei famosi, Lorenzo Campagnari, ci ha confidato: “Noi se non sono di NoLo non gli diamo la prima fila. E quindi i famosi per una sera si mischiano col pubblico e vengono qui a vedersi lo spettacolo”.

Victoria Cabello con Rovyna Riot e Lorenzo Campagnari sul palco di SanNoLo 2018. (foto di Stefano Corrada per The Way Magazine)

Nelle prime due serate ci sono stati Victoria Cabello, i Boiler (trio comico di Zelig, Gianni Cinelli, Federico Basso e Davide Paniate) e gli Shazami (duo musicale con Federico Russo e Francesco Mandelli). In platea si sono visti a vario titolo, presentatori famosi che per una sera hanno assistito al talent dal vivo: Marisa Passera di Radio Dee Jay, Fabio Marelli di Discoradio (un noler doc membro della giuria Lobby Gay), Mia Ceran di Quelli Che Il Calcio, e tanti giurati del mondo della cultura di diversa provenienza (gli scrittori Matteo B Bianchi e Carmen Covito su tutti).

La scrittrice Carmen Covito in platea nella giuria popolare di SanNoLo 2018. Accanto, Amit Moravchick di Radio NoLo. (foto di Stefano Corrada per The Way Magazine)

Spazio anche alla celebrità legata al sociale. Sumaya Abdel Qader è il primo consigliere comunale con velo islamico della storia di Milano. Qualche giorno fa è finita su tutti i giornali per una polemica con la compagna di Matteo Salvini della Lega, con il servizio de Le Iene “Isoardi prendi appunti”.

Nella giuria popolare, un pezzo di Consiglio comunale di Milano: Sumaya Abdel Qader. (foto di Stefano Corrada per The Way Magazine)

In foto d’apertura da sinistra: Fabio Marelli (Discoradio, giuria Lobby Gay), Petra Loreggian (Rds, giuria di qualità) e Victoria Cabello sul palco di SanNoLo. Foto di Photo NoLo.



Leisure - 25/02/2020

Corpi e bellezza, la fotografia di Sergio Goglia a Palazzo Albertini di Cimitile

Un percorso composto da diciannove fotografie, realizzate dall’artista Sergio Goglia ed esposte ne [...]

Society - 01/10/2017

Il Terzo Paradiso di Pistoletto: a Pistoia la spiegazione

Non è un attacco al progresso ma per il suo ritorno a Pistoia, Michelangelo Pistoletto con il Terzo [...]

Leisure - 06/07/2019

A Salerno 158 comuni del gusto da non perdere

All’inizio era solo una trasmissione televisiva. A metà strada tra ‘Linea Verde’ ed i program [...]

Top
Iscriviti alla newsletter e ai nostri contenuti speciali!

Con soli pochi step si entra in un mondo “privè” con alert sulle novità e sezioni extra che stiamo sviluppando. Obbiettivo: sorprendere i nostri lettori nel corso del 2021!